Home > Primo piano > La salute in fumo.

La salute in fumo.

 

 

 

Ennesima scoperta pubblicizzata sulla bontà del fumo: nelle sigarette c’è anche il polonio 210, radioattivo e cancerogeno.   E le multinazionali del tabacco tacciono, da più di 40 anni.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

A.N.S.A., 26 agosto 2008

FUMO, NEL TABACCO POLONIO RADIOATTIVO.

ROMA – Che il fumo sia un vero attentato per la salute lo sanno tutti, ma che le sigarette contengano il polonio 210 (la stessa sostanza radioattiva usata per uccidere Alexander Litvinenko a Londra nel 2006) è noto solo a pochi ‘addetti ai lavori’, anche a causa del colpevole silenzio delle multinazionali del tabacco. Per questo un gruppo di ricercatori statunitensi, in uno studio pubblicato sull’American Journal of Public Health, propone di indicare sui pacchetti il livello di radiazioni a cui si espongono i fumatori.  Dopo aver analizzato un vasto numero di documenti che le ‘big’ del tabacco avevano secretato per decenni, i ricercatori hanno dimostrato come le multinazionali fossero a conoscenza da oltre 40 anni del pericolo radioattivo nascosto nel pacchetto di bionde. Avrebbero però deciso di mettere tutto a tacere, per non allarmare i fumatori e non compromettere gli incassi.  "Il polonio 210 nelle sigarette non è una novità – spiega Vincenzo Zagà, pneumologo bolognese e vice presidente della Società italiana di tabaccologia – noi a Bologna ce ne occupiamo dal 1995, e comunque diversi studi scientifici a riguardo sono stati pubblicati già a partire dagli anni Sessanta. Si tratta di una delle sostanze più pericolose e cancerogene contenute nelle sigarette: basti pensare – conclude – che fumare 20 sigarette al giorno per un anno equivale a sottoporsi a 300 radiografie".

 

(foto Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – L.I.L.T.)

  1. billya
    22 Settembre 2008 a 9:49 | #1

    sono d’accordo con Titti, non si vuole “Proibire ” niente anessuno, ognuno è “LIBERO” di morire come vuole, ma per favore non danneggi tutti noi con le spese sanitarie e altre risorse utili a curare malatie dirivanti da tele LIBERTA’.

    per aasurdo penso che chi non ha la responsabilità di badare con rispetto alla Sua salute e dincolumità, sia da considerare incapace di intendere e volere, quindi tutelato da un Giudice tutelare che decide per lui.

    e sono i tanti troppi!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Cs. Billya Mura

  2. 10 Settembre 2008 a 15:30 | #2

    Scusatemi per l’intromissione, ma è da quasi 30 anni che si hanno prove certe del rapporto tra fumo di sigaretta e numerose gravi malattie acute e croniche polmonari, cardiache, vascolari e delle vie digerenti di tipo non tumorale, mentre da circa 20 anni è dimostrato in modo chiaro ed assoluto il rapporto di causa ed effetto diretto tra lo stesso fumo e vari tipi di cancro vescicale e polmonare, oltre a più rari tipi di cancro in altre sedi (cavità orale, mucosa gastrica etc).Il Polonio, giunto come ultima ciliegina sulla torta, non può in realtà aggiungere molto alla squisitezza di un dolce a 20 strati, cioè a quanto già si sa: non ci si può scandalizzare più di tanto, insomma; già avrebbe dovuto bastare tutto quello che – come sempre – sappiamo e fingiamo di non sapere:IL FUMO CAUSA IL CANCRO POLMONARE.IL CANCRO PUO’ A SUA VOLTA CAUSARE IL FUMO, SE CI SI FA CREMARE DOPO MORTI.Un caro saluto a tutti,Maurizio Feo

  3. titti
    28 Agosto 2008 a 1:38 | #3

    se vediamo che qualcuno cerca di buttarsi dal bastione impedendo l’atto glielo “proibiamo”.Non credo sia proibizionismo e perciò spaventare i fumatori è informazione non proibizionismo…e oi le spese sanitarei non pesano anche su chi non fuma?

  4. Stefano Deliperi
    27 Agosto 2008 a 23:15 | #4

    personalmente non sono “proibizionista”: ognuno può decidere della propria vita come ritiene, però non deve imporlo agli altri (il mai troppo deprecato “fumo passivo”) e, soprattutto, dovrebbe essere correttamente informato sui reali rischi che corre la propria salute.

  5. maria francesca
    27 Agosto 2008 a 22:39 | #5

    stefano non mi starai diventando proibizionista?????

  6. 27 Agosto 2008 a 19:27 | #6

    Chi fuma dovrebbe farsi un giro in certi ospedali per vedere la gente che ha il buco in gola per respirare e utilizza un apparecchietto impressionante per riuscire a dire due parole

I commenti sono chiusi.