Home > Primo piano > New economy e nuova imprenditoria: la vendita di organi?

New economy e nuova imprenditoria: la vendita di organi?

 

Sono queste le nuove frontiere dell’import-export internazionale?  Speriamo che non alluda a questo il nostro premier quando parla di licenziati che devono inventarsi imprenditori mono-personali.  Si fà impresa con un capitale alle spalle, qui – quasi sempre – si ha un capitale soltanto dentro il proprio corpo.   Piacerebbe scoprire quali siano le proposte governative concrete e praticabili in questi momenti di crisi economico-sociale sempre più drammatica. Se esistono.

Stefano Deliperi

 

 

A.N.S.A., 25 marzo 2009

Premier: licenziati si diano da fare.

ANSA) – NAPOLI, 25 MAR – ‘Io ho detto che deve lavorare di piu’ chi ha la possibilita’ di farlo’, chiarisce Berlusconi che nel pomeriggio e’ giunto a Napoli. ‘Auspico – aggiunge – che chi e’ stato licenziato si trovi qualcosa fare, io non starei con le mani in mano…’.

APCOM, 26 marzo 2009

Crisi; Berlusconi: il licenziato tenti impresa mono-persona.

"Mi darei da fare in lavori imprenditorialmente da monopersona, cioè cercherei di fare qualcosa".

A.N.S.A., 26 marzo 2009

TRAPIANTI: A SINGAPORE LEGALIZZATA

LA VENDITA DI ORGANI.

ROMA – Il parlamento di Singapore ha legalizzato la vendita degli organi attraverso una forma di ‘rimborso’ per le persone viventi che decidono di farsi espiantare un organo. Lo riferisce Asianews che riporta come la quasi totalità dei parlamentari, 79 su 84, abbia votato a favore. Secondo il ministro della salute di Singapore Khaw Boon Wan, non si tratta propriamente di una legalizzazione delle vendite di organi, "ma è intesa a correggere la posizione estrema che criminalizza tutti i tipi di pagamenti per chi decide di donare". La proposta del Governo della città-stato è arrivata in seguito all’arresto, lo scorso giugno, del miliardario Tang Wee Sung che aveva cercato di comprare un rene da un donatore indonesiano. In seguito all’accaduto, il Governo ha deciso di regolamentare le donazioni, consentendo ai donatori di ricevere un pagamento per vie legali. Halimah Yacob, uno dei parlamentari dissidenti, è però convinto che molti lavoratori in questo periodo di crisi potrebbero essere indotti a donare gli organi. "Per chi viene licenziato – ha dichiarato Halimah Yacob – anche un rimborso di 6,600 dollari sarebbe meglio che tornare a casa senza lavoro e a mani vuote".

 

(foto da http://www.marcomisto.it/)

 

  1. Titti
    31 Marzo 2009 a 16:58 | #1

    Non vorrei essere fraintesa,ma quando parlavo di adozioni,parlavo di bambini.Da single adottare un licenziato……

  2. maria francesca
    31 Marzo 2009 a 12:37 | #2

    certo titti, basta trovare 700 Madonna per adottare altrettanti licenziati eurallumina :) )

  3. titti
    30 Marzo 2009 a 15:41 | #3

    Se in italia ci fosse la possibilità anche per i single,direi proprio di si.

  4. maria francesca
    30 Marzo 2009 a 12:34 | #4

    questa potrebbe essere un’alternativa?

    ANSA (29/3/2009)-MADONNA GIUNTA IN MALAWI PER ADOTTARE UNA BAMBINA

    LILONGWE – La pop star americana Madonna, fresca di divorzio dal regista inglese Guy Ritchie e di nuovo single dopo la rottura con il baby-fidanzato Jesus Luz, è giunta questo pomeriggio nel Malawi per depositare in tribunale domani la richiesta relativa all’adozione di una bambina di quattro anni dal nome di Mercy James.

    Secondo quanto si è appreso, la cantante ha preso alloggio presso un esclusivo lodge accompagnata dal figlio David Banda adottato nel 2006 dall’orfanotrofio di Mchinji Home, lo stesso dove vive la piccola Mercy James. Un impiegato ha raccontato che il padre del piccolo David, Yohane Banda, si trovava in albergo per vedere il figlio.

    Proprio l’adozione di David aveva suscitato molte polemiche nel Paese in quanto la star era stata accusata di essersi servita della sua fama e della sua ricchezza per accelerare le pratiche.

    Questa volta, secondo quanto ha riportato il mese scorso il quotidiano locale Nation, la cantante ha dichiarato di essere interessata ad adottare un secondo bambino, ma solo con l’appoggio del popolo del Malawi.

  5. maria francesca
    30 Marzo 2009 a 12:27 | #5

    perbacco, che ottima idea! i disoccupati che si vendono a pezzi!!

  6. Titti
    28 Marzo 2009 a 21:44 | #6

    Forse in Italia non siamo arrivati,ancora,a legalizzare la vendita della disperazione attraverso la vendita degli organi.E quando Berlusconi parla di lavori da “monopersona” e dice “non starei con le mani in mano” si riferisce,probabilmente,alle sue ultime attività,tenendo conto delll’età,non proprio lavorative.E forse le attricette o le veline avranno pensato che dopo “essere state per più mani lavorate e condotte” come i poemi omerici,la loro fama non sarebbe durata quanto i poemi stessi ma avrebbero solamente rischiato di diventare ministro.

  7. pieffe
    27 Marzo 2009 a 22:22 | #7

    Stefano sei cinico ma quanto hai ragione..

  8. Bio IX
    27 Marzo 2009 a 21:12 | #8

    Mi butto a capofitto nell’imprenditoria televisiva: il primo “televisore” glielo faccio gratis … ;-)

I commenti sono chiusi.