Home > Primo piano > Giornata mondiale dell’ambiente.

Giornata mondiale dell’ambiente.

 

In occasione delle Giornata mondiale dell’ambiente, il Segretario Generale dell’ONU Ban Ki-Moon ha invitato tutti i cittadini del mondo a "fare passi concreti per rendere il Pianeta più verde e pulito", noi aggiungiamo che i piccoli passi possono essere fatti anche partendo dal proprio giardino e invitiamo tutti a sostenere le battaglie in difesa delle spiagge sarde e in difesa delle fonti di produzione di energia non inquinanti. La Terra e i suoi futuri abitanti ci ringrazieranno.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

Ansa 5 giugno 2009

AMBIENTE: GIORNATA MONDIALE, PRIORITA’ EMERGENZA CLIMA

BRUXELLES – "Il tuo Pianeta ha bisogno di te! Uniti per combattere i cambiamenti climatici". Questo lo slogan scelto dall’Onu per l’edizione 2009 della giornata mondiale dell’ambiente, a distanza di sei mesi dal summit di Copenaghen dal quale dovrebbe nascere il nuovo accordo globale successivo al protocollo di Kyoto. In prima fila nella lotta contro l’emergenza clima il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, che in occasione di questa giornata ha rivolto un appello ai cittadini di tutto il mondo perché sollecitino i propri governi "a siglare il nuovo accordo", invitando ciascuno "a fare passi concreti per rendere il Pianeta più verde e più pulito", dallo spegnere le luci a prendere i trasporti pubblici, oltre a riciclare, piantare un albero, pulire il parco locale, ma anche gestire aziende in modo responsabile dal punto di vista ambientale.
Sulla stessa linea il commissario europeo per l’Ambiente, Stavros Dimas, che chiede più slancio e ambizione nelle trattative internazionali per il nuovo accordo mondiale sul clima di Copenaghen, che "rappresenta l’ultima possibilità che abbiamo di evitare che i cambiamenti climatici raggiungano i livelli pericolosi, se non addirittura catastrofici, previsti dagli scienziati già per il 2050, con conseguenze che si ripercuoteranno sulla vita di oltre un miliardo di giovani d’oggi". A segnare la giornata mondiale sarà un appuntamento globale: la prima proiezione in 87 paesi del film ‘Home – La nostra Terra’, un ambizioso progetto curato dal regista Luc Besson e girato dal fotografo francese Yann Arthus-Bertrand. Insieme a Francois Henri Pinault, saranno loro a lanciare una prima visione del film ai piedi della Tour Eiffel a Parigi, mentre al Central Park di New York sarà l’attrice Glenn Close. In un tam tam a livello globale, il film si potrà vedere anche su internet, su youtube.
Home, che è stato girato in oltre 50 Paesi e racconta il nostro Pianeta visto dall’alto, invita lo spettatore a fermarsi a riflettere sulle minacce da parte dell’uomo sui tesori e le bellezze della Terra, spiegando che sono appena dieci gli anni a disposizione per impedire la sua distruzione. Sotto i riflettori nell’edizione 2009 anche il lancio del progetto ‘Eroi del clima’, un’iniziativa del Programma Onu per l’Ambiente (Unep), che sostiene persone che abbiano intrapreso iniziative a favore dell’ambiente, per creare una consapevolezza comune dell’idea che ‘Il tuo Pianeta ha bisogno di te’. E’ il caso di Charles e Sho Scott di ‘Ride Japan’, una squadra composta da padre e figlio che in giro per il Giappone in bici parlano di tutela dell’ambiente, oppure Roz Savage, una donna che ha attraversato l’Oceano Pacifico a remi per dare un messaggio: agire contro l’innalzamento dei livelli di CO2 camminando di più e guidando di meno.
Tra le eco-iniziative previste per domani ci sarà poi la piantumazione di 20mila mangrovie a Kedah, in Malesia, oltre ai tanti alberi collocati ai quattro angoli del Pianeta nell’ambito della campagna dell’Unep che punta a vedere 7 miliardi di alberi piantati entro la fine del 2009. Ad ospitare le principali celebrazioni della giornata mondiale dell’ambiente quest’anno sarà il Messico, che ha organizzato una serie di eventi a Quintana Roo, nella provincia dello Yucatan, tra cui una conferenza alla quale è prevista la partecipazione del governatore della California, Arnold Schwarzenegger, del ministro dell’Ambiente messicano, Juan Elvira Quesada e di Achim Steiner, direttore dell’Unep.


Video importato

YouTube Video

(foto C.B., archivio GrIG)

  1. carlo magno
    5 Giugno 2009 a 17:09 | #1

    Grazie per essere sempre presenti

I commenti sono chiusi.