Home > Primo piano > Lettera aperta a Marco Travaglio sull’Anfiteatro romano.

Lettera aperta a Marco Travaglio sull’Anfiteatro romano.

 

Caro Marco Travaglio,

sei una delle poche voci in Italia che continua con grande coraggio e determinazione a denunciare pubblicamente la commedia del malaffare che si rappresenta ogni giorno in questa nostra Italia, gli attori, i canovacci con cui si muovono.     Venerdi 10 luglio sarai a Cagliari, all’Anfiteatro romano.   Devi sapere che la legnaia, quel pesante allestimento in legno e metallo per gli spettacoli, è abusivo.   Da anni è privo di autorizzazione paesaggistica.   Doveva essere temporaneo ed amovibile e invece sta lì da quasi 10 anni ad occultare ed ammorbare il più importante monumento romano della Sardegna, uno dei soli tre anfiteatri romani scavati nella roccia tuttora esistenti.     Il Comune di Cagliari potrebbe montare l’allestimento in forma speculare, con il monumento sullo sfondo, una quinta scenografica unica quanto splendida.  Ma non lo fa.  Per conto delle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra ho denunciato più volte alle amministrazioni pubbliche ed alla magistratura competenti l’intera vicenda.  E’ una difficile e dura battaglia. Naturalmente posso fornirti tutta la documentazione del caso.        Certo, è un caso piccolo e provinciale, ma fino ad un certo punto. Una tua parola in proposito, magari dal palco, sarebbe molto importante.

Con i miei più cordiali saluti.

Stefano Deliperi

 

(foto C.B., archivio GrIG)  

 

  1. gruppodinterventogiuridico
    12 Luglio 2009 a 21:02 | #1

    Marco Travaglio ha ricevuto la lettera, prima dello spettacolo all’Anfiteatro romano, ma ha fatto sapere che i testi del suo spettacolo sono “chiusi” (e verificati) e non era possibile parlare dell’argomento.

    da La Nuova Sardegna, 12 luglio 2009

    APPELLO A TRAVAGLIO. «Quel rivestimento è abusivo».

    CAGLIARI. Lettera aperta al giornalista Marco Travaglio dopo la rappresentazione dell’altro ieri all’anfiteatro Romano. La scrivono il Gruppo di intervento giuridico e gli Amici della terra. Dopo aver lodato il fatto che Travaglia è «una delle poche voci in Italia che continua con grande coraggio e determinazione a denunciare pubblicamente la commedia del malaffare», i gruppi ambientalisti ricordano al giornalista che «la legnaia, quel pesante allestimento in legno e metallo per gli spettacoli (che si trova sull’anfiteatro romano – ndr), è abusivo. Da anni è privo di autorizzazione paesaggistica. Doveva essere temporaneo e invece sta lì da quasi 10 anni ad occultare e ammorbare il più importante monumento romano della Sardegna, uno dei soli tre anfiteatri romani scavati nella roccia tuttora esistenti».

  2. paola
    9 Luglio 2009 a 13:14 | #2

    approvo!

  3. pieffe
    9 Luglio 2009 a 10:47 | #3

    al posto di Travaglio non andrei all’anfiteatro.

  4. m.elena
    9 Luglio 2009 a 9:59 | #4

    ottimo:voglio proprio vedere che cosa dice Travaglio

  5. Sandro
    9 Luglio 2009 a 9:11 | #5

    Bè, Travaglio dovrebbe dire molto più di qualche parola su questo scandalo. Saluti.

  6. farfalla78
    9 Luglio 2009 a 0:17 | #6

    stefano deliperi……sei troppo forte.

I commenti sono chiusi.