Home > Argomenti vari > La spiaggia La Cinta (San Teodoro) dopo l’alluvione.

La spiaggia La Cinta (San Teodoro) dopo l’alluvione.

    

Riceviamo da Lorenzo Pinducciu, responsabile ufficio turistico del Comune di San Teodoro, riguardo le condizioni della spiaggia della Cinta, della quale ci siamo in precedenza occupati e pubblichiamo volentieri.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

La spiaggia La Cinta, Febbraio 2010

Dopo l’alluvione del 24 settembre e la pausa di fine anno riscopriamo con i primi soli invernali la spiaggia più amata dai teodorini e dai turisti.

Le spettacolari foto aeree scattate il 3 febbraio 2010 testimoniano lo stato attuale della spiaggia. Una situazione pressoché simile a quella degli altri inverni, fatta eccezione per la parte nord nel sistema dunale e la presenza di una piccola apertura tra laguna e mare (l’unica delle cinque, causate dall’alluvione, che risulta ancora aperta). Stando all’evoluzione della spiaggia negli ultimi mesi non è da escludere una prossima chiusura anche di quest’ultima.

Attualmente si presentano anche alcuni avvallamenti e cedimenti nella parte sud, che non precludono comunque la normale fruizione della spiaggia e che saranno interessati da progetti di ripristino.

Guardate le immagini su http://www.santeodoroturismo.it/

Link diretto: http://www.santeodoroturismo.it/index.php?module=gestGallery&idCategoria=9

Si ringrazia l’associazione volo sportivo San Teodoro per la gentile collaborazione.

  1. 16 Febbraio 2010 a 16:38 | #1

    mi pare fosse proprio quanto diceva il geologo Giovanni Tilocca nell’intervento pubblicato in questo blog: il problema del dissesto idrogeologico nell’area è, a parer suo, determinato da opere di “bonifica” incongrue e dall’eccessiva edificazione.

  2. nicbiologo
    16 Febbraio 2010 a 16:37 | #2

    Questa è l’ennesima prova che quando la spiaggia è in salute (sistema dunale non compromesso, bacino di retrospiaggia non bonificato) le dinamiche evolutive della spiaggia sono capaci di riportare il litorale nelle condizoni standard in meno di un anno.

I commenti sono chiusi.