Archivio

Archivio 8 Aprile 2010

Aziende agri-turistico-venatorie illegali. Da chiudere subito!

Cinghiale

Cinghiale

Ecco a che cosa servono le aziende agri-turistico-venatorie condotte da persone senza scrupoli: servono alla caccia illegale, al bracconaggio a pagamento. Importante operazione anti-bracconaggio del Corpo forestale e di vigilanza ambientale.   Dopo le operazioni condotte dall’ Ispettorato Ripartimentale di Cagliari e dall’ Ispettorato Ripartimentale di Iglesias nel marzo scorso, questa volta l’Ispettorato Ripartimentale di Cagliari ha stroncato il bracconaggio a pagamento in due aziende agri-turistico-venatorie sui monti del Sulcis, a Is Canargius (Sarroch) e a Mitza s’Orcu (Domus de Maria), dove, rispettivamente, è stata accertata una battuta al Cervo sardo e dove sono stati uccisi quattro cinghiali non di allevamento, come previsto dalla legge. Il tutto, naturalmente, a calendario venatorio chiuso da un mese e mezzo! Ci aspettiamo, ora, l’immediata revoca dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività delle aziende e la contestuale revoca di eventuali finanziamenti pubblici oltre alle denunce penali e alle sanzioni amministrative previste dalla legge n. 157/1992 e s.m.i. e dalla legge regionale n. 23/1998 e s.m.i. Prosegui la lettura…