Archivio

Archivio 15 Aprile 2010

Perché Berlusconi vince anche se non convince più. Pietrina for president!

"programma politico"

"programma politico"

Silvio Berlusconi, padre-padrone del P.d.L., rimane ancora in sella pur non convincendo più. Forse sarà disarcionato dai cavalieri neri di Gianfranco Fini, finora rimane in sella grazie ai suoi alleati-rivali della Lega Nord, ma – soprattutto – grazie all’inconsistenza del principale antagonista, quel Partito Democratico sempre più distante dai reali problemi degli italiani-elettori. Distante nei programmi, distante nell’attività concreta, distante nelle persone che propone come sue rappresentanti.  Mille e mille sono i suoi rappresentanti, di grande o piccolo rilievo, che hanno prodotto e producono il distacco sempre più profondo dai cittadini-elettori.     Rappresentanti sempre più attenti alla propria poltrona, ai propri benefits e al proprio ego, in diversi casi giungono anche ad estendere ai loro collaboratori l’uso della prima persona plurale per parlare di se.

Fra i tanti un caso però m’incuriosisce, quello di Pietrina Murrighile, Presidente uscente della Provincia di Olbia – Tempio Pausania, avvocato, eletta nel 2005 con una coalizione di centro-sinistra. In origine vicina Prosegui la lettura…

Cialtronismo venatorio nelle aule parlamentari e consiliari? No, no e ancora no!

15 Aprile 2010 Commenti chiusi

Delinquenza venatoria elettorale, nell'aula del Senato della Repubblica. La Commissione permanente Agricoltura della Camera dei Deputati ha approvato a maggioranza, con 21 voti a favore e 17 contrari, il sub-emendamento all’articolo 43 sulla caccia del disegno di legge comunitaria, che consente alle Regioni di posticipare i termini del calendario venatorio dietro preventivo parere di validazione dell’I.S.P.R.A. (Istituto superiore per la ricerca e la protezione ambientale) degli studi a supporto.    Il testo in questione prevede che “fermo restando le disposizioni relative agli ungulati, le Regioni possono posticipare i termini in relazione a specie determinate e allo scopo sono obbligate ad acquisire il preventivo parere di validazione delle analisi scientifiche a sostegno delle modifiche da apportare, espresso dall’Ispra, sentiti gli equivalenti istituti regionali ove istituiti e riconosciuti dalla commissione Europea, al quale dovranno uniformarsi. Il preventivo parere dovra’ essere reso entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta”.
Nel testo votato è previsto il divieto di caccia per ogni singola specie “durante il ritorno al luogo di nidificazione, durante il periodo della nidificazione e le fasi della riproduzione e della dipendenza degli uccelli”.     Ora il passaggio in aula alla Camera e poi il ritorno al Senato.
Secondo il testo approvato, scompare l’arco temporale massimo in cui le Regioni e le Province autonome possono contenere alla fine di gennaio il termine della stagione di caccia. Alcune Regioni – fra cui la Sardegna – tenteranno sicuramente di aprire la caccia per le prime 2 o 3 settimane di febbraio a specie come merlo, tordo, colombaccio o marzaiola,  ad esempio. E’ pur vero che gli studi regionali a supporto di queste proposte di estensione del calendario oltre gennaio dovrebbero essere sottoposte a validazione dell’I.S.P.R.A., ma è altamente probabile che le Regioni Prosegui la lettura…

Con Scirarindi architettura sostenibile … a portata di mano!

15 Aprile 2010 Commenti chiusi
portale in terra cruda

portale in terra cruda

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo volentieri.

Gruppo d’Intervento Giuridico

L’Associazione Scirarindi, insieme all’architetto Silvano Piras delegato della Associazione Nazionale Architettura Bioecologica, organizza per Domenica 18 aprile, la visita ad una casa in terra cruda di recente costruzione e la partecipazione alla produzione dei ladiri, i tradizionali mattoni in argilla cruda, elemento costruttivo fondamentale delle case dei centri del Campidano.    “Scirarindi” nasce con l’intento di promuovere persone, attività, Prosegui la lettura…