Archivio

Archivio Maggio 2010

Un chiosco sulle rocce, presso la spiaggia della Pelosa.

basamento chiosco, La Pelosa, Stintino

basamento chiosco, La Pelosa, Stintino

L’Amministrazione comunale di Stintino (SS) parla di prossima adozione di un piano urbanistico comunale ecologico, del progetto di salvaguardia e ricostituzione naturalistica della spiaggia della Pelosa (dove, però, continua ad esservi un chiosco), di un progetto di ripascimento di una delle più suggestive spiagge del Mediterraneo, del prossimo inserimento nel parco nazionale dell’Asinara (purtroppo ancora privo di guida da più di un anno).

Sarebbe il minimo tutelare habitat unici al mondo. E’ un sito veramente pregevole, la splendida spiaggia della Pelosa. Scenari naturali straordinari, dalle rocce di Capo Falcone alla lingua di sabbia, da un mare azzurrissimo alla torre spagnola, all’Isola Piana, alla mole verde dell’Asinara, che scaturisce impetuosa dal mare. Prosegui la lettura…

Israele, follìa di sangue.

 

 

 

attacco israeliano a convoglio navale umanitario verso la Striscia di Gaza

attacco israeliano a convoglio navale umanitario verso la Striscia di Gaza

Attacco militare di Israele contro una flottiglia internazionale di attivisti filo-palestinesi che stavano forzando il blocco posto intorno alla Striscia di Gaza per portare aiuti umanitari.  Forse una ventina di morti, numerosi feriti.  Qualsiasi sia stato il motivo (o il pretesto) è stata pura follìa sanguinaria.  L’ennesimo fatto di sangue in una guerra pluridecennale, l’ennesimo fatto di sangue che allontana le prospettive di una pace giusta e duratura.

Gruppo d’Intervento Giuridico

A.N.S.A., 31 maggio 2010

Israele attacca, e’ strage Il mondo e’ sotto shock. Assalto a flottiglia multinazionale di attivisti filo-palestinesi che portavano aiuti umanitari. Prosegui la lettura…

Ricorso europeo avverso il P.U.C. di Siniscola.

borgo di S. Lucia, veduta aerea

borgo di S. Lucia, veduta aerea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra insieme al locale Comitato Salviamo Santa Lucia hanno inoltrato (27 maggio 2010) alla Commissione europea un ricorso per verificare il rispetto della normativa comunitaria sulla valutazione ambientale strategica – V.A.S. riguardo il piano urbanistico comunale – P.U.C. di Siniscola (NU). Il ricorso è stato inoltrato anche alla  Direzione generale delle Valutazioni Ambientali del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, alla Direzione generale regionale per la pianificazione urbanistica e territoriale, al Servizio regionale valutazione impatti per i provvedimenti di competenza.

Infatti, l’Amministrazione comunale di Siniscola ha approvato il fondamentale strumento di programmazione e gestione urbanistica del proprio territorio in assenza del preventivo e vincolante procedimento di V.A.S. Prosegui la lettura…

propaganda elezioni 2010.

pubblicità elettorale, 2010

pubblicità elettorale, 2010

Su tabelloni elettorali, Cagliari, Via Caboni. E la dice lunga sulla disaffezione verso questa politica.

Stefano Deliperi

(foto S.D., archivio GrIG)

Conflitto di interessi o solo interessi?

29 Maggio 2010 Commenti chiusi

Vignetta_ALTANL’altra sera ho seguito, su una delle televisioni del presidente del Consiglio, la partita in cui giocava la squadra di calcio di proprietà del presidente del Consiglio. In tribuna d’onore assisteva alla partita anche il presidente del Consiglio. La trasmissione era interrotta ogni tanto da spot procurati dalla concessionaria di pubblicità del presidente del Consiglio, che reclamizzavano i prodotti in vendita nei supermercati del presidente del Consiglio. La trasmissione poteva anche essere seguita sulla piattaforma satellitare del presidente del Consiglio o grazie ad un decoder digitale prodotto dal fratello del presidente del Consiglio. Prosegui la lettura…

Quadro d’autore n. 56

29 Maggio 2010 Commenti chiusi

Quadri d'Autore 56Bruno Caria

i commenti sono chiusi su richiesta dell’autore

Categorie:Primo piano Tag:

Il pozzo continua a sputare fuori petrolio. Disastro nel Golfo del Messico.

Video importato

YouTube Video

E’ passato un mese dal disastroso incidente al pozzo petrolifero off shore della British Petroleum nel Golfo del Messico e la fuoruscita di greggio continua. E’ uno dei più devastanti disastri ambientali mai avvenuti: i danni ambientali ed economico-sociali sono incalcolabili e il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha annunciato un giro di vite sulle trivellazioni da parte di un industria petrolifera “spesso corrotta”.   Meglio tardi che mai.  Intanto nessuna moratoria nelle acque italiane, pur richiesta.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 qui videostory dell’A.N.S.A. Prosegui la lettura…

Fin che la barca va…

28 Maggio 2010 Commenti chiusi

yacht di Pier Silvio Berlusconi“Siamo tutti nella stessa barca, che andrà avanti e supereremo anche questa situazione. Io sono un inguaribile ottimista e ne sono convinto”. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi, nel corso della conferenza di presentazione della nuova manovra economica che dovrebbe recuperare circa 24 miliardi di euro in due anni.

Un comune cittadino legge questa notizia e pensa: ecco, finalmente hanno capito di aver sbagliato i conti e che bisogna porre termine a sprechi, abusi e ladrocini per evitare di finire col culo per terra come in Grecia.

A questo punto, ha detto Berlusconi, “si deve cercare una soluzione”. Di qui i nuovi provvedimenti annunciati dal governo, che per il presidente del Consiglio sono al tempo stesso “equilibrati” e “inevitabili”: equilibrati perché si chiede di più a chi può di più e a chi ha evaso maggiormente; e inevitabili perché per anni abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità. Si è andati avanti spendendo più delle proprie risorse appesantendo così il debito.  Prosegui la lettura…

Intercettazioni, affari, energia eolica. Su Annozero.

Video importato

YouTube Video

Video del servizio di Dina Lauricella sull’affare dell’energia eolica in Sardegna, il ruolo della politica, le indagini, in onda giovedi 27 maggio 2010, su Annozero (Rai 2, ore 21.05) nell’ambito della puntata su “Giustizia e libertà”, sulla libertà d’informazione e il ruolo delle intercettazioni.  Abbiamo cercato di dar loro una mano.  Buona visione!

Gruppo d’Intervento Giuridico

qui il servizio integrale (su Youtube non possono essere inseriti più di 10 minuti di video) “La cricca del vento”, di Dina Lauricella

(foto da mailing list ecologista)

Sospensione delle demolizioni in Campania e in Ogliastra, non nelle aree tutelate con vincoli ambientali.

demolizione abusi edilizi, Baccu Mandara, 2002

demolizione abusi edilizi, Baccu Mandara, 2002

Le dichiarazioni sulle potenziali disparità di trattamento in materia di demolizione degli abusi edilizi fra quelli realizzati in Campania e quelli realizzati in Ogliastra riportate dai mezzi di informazione dal Procuratore della Repubblica di Lanusei dott. Domenico Fiordalisi – verso cui le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico nutrono la massima stima per la quotidiana opera svolta di ripristino della legalità – portano a una precisazione che appare opportuna per evitare possibili equivoci e aspettative.

Il decreto-legge 28 aprile 2010, n. 62 sospende “fino al 30 giugno 2011 le demolizioni di immobili destinati esclusivamente a prima abitazione, siti nel territorio della regione Campania, disposte a seguito di sentenza penale, purche’ riguardanti immobili occupati stabilmente da soggetti sforniti di altra abitazione e concernenti abusi realizzati entro il 31 marzo 2003?. Tuttavia, “si procede, in ogni caso, alla demolizione ove … sia stata accertata la violazione di vincoli paesaggistici previsti dalla normativa nazionale vigente”.

Quindi, in caso di sentenze di condanna passate in giudicato per abusi edilizi in violazione di vincoli paesaggistici non c’è alcuna sospensione delle operazioni di demolizione. Nemmeno in Campania. Prosegui la lettura…

Cacciatori, brava gente.

Orso ucciso, Romania

Orso ucciso, Romania

 Massacri di fauna da parte di cacciatori italiani all’estero, prevalentemente in c.d. paesi in via di sviluppo, eufemistica espressione per dire “paesi poveri che hanno bisogno di soldi e che disinvoltamente consentono di far fuori le proprie risorse naturali per questo motivo”.    Turismo venatorio, si chiama. 

Organizzato da agenzie di viaggio molto particolari, come  l’A.Di.Ca. caccia, l’ Ararat Safaris, la Hunter Company, ecc.     Boicottiamo le agenzie di viaggio che propongono il turismo venatorio!

Lega per l’Abolizione della Caccia Prosegui la lettura…

Parchi naturali, una grande risorsa per l’Italia.

Aree naturali protette in Italia

Aree naturali protette in Italia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mentre in Sardegna s’è fatto e si fa di tutto per affossare la politica delle aree protette (resistono con alterne fortune i parchi nazionali dell’Arcipelago della Maddalena e dell’Asinara, le aree marine protette e i parchi naturali regionali di Molentargius-Saline e di Porto Conte), nel resto d’Italia producono tutela ambientale e crescita economico-sociale.   Qualche dato.

Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Italiani più poveri, “governo ladro”, buoni e pessimi esempi.

il nuovo premier britannico David Cameron va al Parlamento

il nuovo premier britannico David Cameron va al Parlamento

 Con una delle sue immancabili giravolte, il premier Silvio Berlusconi, autodefinitosi il miglior presidente della storia d’Italia ma famelico di nuovi poteri, ha dimenticato le sue martellanti iniezioni di ottimismo sullo stato economico dell’Italia e ha annunciato una manovra finanziaria da macelleria sociale.   Blocco dei contratti, tagli, abolizione di province e chi più ne ha più ne metta.   Come al solito, pagano la crisi i lavoratori, soprattutto quelli a reddito fisso, e chi ha meno disponibilità economiche.  

Mentre il primo annuncio del nuovo governo conservatore-liberale britannico è il drastico taglio delle auto blù con un risparmio annuo di 2,8 milioni di sterline (4,7 milioni di euro), non si toccano le pingui disponibilità finanziarie di Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Protezione civile, of course.

Per le sole 626.760 auto blù (un numero superiore a quello dei sette Paesi più industrializzati messi insieme) la Presidenza del Consiglio spende ben 9 milioni di euro all’anno.

Prosegui la lettura…

Sequestrate l’Anfiteatro romano, sbaraccate la “legnaia”!

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

C’è un bel reato sotto gli occhi di tutti, da tempo.  A Cagliari.  Si tratta della vergognosa legnaia che ammorba da troppi anni l’Anfiteatro romano, il più importante monumento romano dell’Isola, uno dei soli tre anfiteatri romani scavati nella roccia ancora esistenti.

Mentre il Comune di Cagliari, dimenticato colpevolmente lo studio Malgarise effettuato anni or sono e annunciato di voler bandire un concorso internazionale di idee sull’utilizzo dell’Anfiteatro romano, sta per far partire (il prossimo 4 giugno) una nuova stagione di spettacoli in una struttura priva delle necessarie autorizzazioni ambientali.

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno quindi inoltrato (25 maggio 2010) un nuovo esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, chiedendo il sequestro preventivo del bene culturale e delle attrezzature.   Al Ministero per i beni e le attività culturali, alla Direzione regionale per i beni culturali e il paesaggio, alla Soprintendenza archeologica, alla Soprintendenza per i beni ambientali, al Servizio regionale per la tutela paesaggistica hanno chiesto lo svolgimento coattivo di quelle operazioni di rimozione dell’allestimento per gli spettacoli ormai privo di autorizzazione paesaggistica da anni. Prosegui la lettura…

Calamità “innaturale” di Capoterra, autunno 2008: 11 indagati.

alluvione, Capoterra, 2008

alluvione, Capoterra, 2008

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, coadiuvata dal nucleo investigativo del Corpo forestale e di vigilanza ambientale, ha chiuso le indagini sulla calamità innaturale dell’autunno 2008 nel territorio comunale di Capoterra: indagate 11 persone, fra cui il sindaco Giorgio Marongiu, funzionari tecnici del Genio civile (Sergio Virgilio Cocciu, Raffaella Serra, Antonio Deplano, Giambattista Novella), della Protezione civile (Sergio Carrus) e del Comune di Capoterra (Italo Deiana), l’allora presidente (Giovanni Calvisi) e responsabile della sicurezza (Giampaolo Cilloccu) della Cooperativa Poggio dei Pini, un impresario (Ettore Corongiu) e un progettista (Enrico Montaldo). Prosegui la lettura…

La Lega Nord “sbarca” in Sardistàn.

Video importato

YouTube Video

 La Lega Nord sbarca in Sardistàn.  A dir il vero, non se ne sentiva gran chè il bisogno. Ecco l’accoglienza.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Il “pane quotidiano” di un Comune.

Vilucchio delle dune (Calystegia soldanella)

Vilucchio delle dune (Calystegia soldanella)

 Sullo sfondo un’Italia in crisi economica, sociale e politica, sono tantissime le faccettine colorate e sorridenti che compaiono qui da noi, in Sardistàn, su muri, furgoni, santini elettorali.   Faccettine colorate e sorridenti che s’affacciano dalle buste che tiriamo fuori dalle cassette per le lettere, promettendo la luna, talvolta a rate.   Mi richiamano alla mente criceti mannari, panda tossici, orsacchiotti giolloni e furbetti.   Scelta difficile e non irresistibile.  

M’incuriosisce una realtà piccola, la lista civica Idea Comune, che si presenta alle elezioni comunali di Nuoro. Prosegui la lettura…

Un nuovo condono edilizio?

La tutela del Bel Paese.Il Governo Berlusconi pensa a un nuovo condono edilizio per la manovra finanziaria 2010.

L’ennesimo esempio di pessima gestione degli interessi pubblici. Sarebbe il quarto condono edilizio in soli 25 anni.  Una follìa che permetterebbe la sanatoria di abusi edilizi in aree tutelate con vincoli ambientali, idrogeologici, sismici.   Le stime governative parlano di un introito previsto di circa 6 miliardi di euro, ma non tengono mai conto degli investimenti pubblici necessari per dotare di opere di urbanizzazione primaria (e secondaria) gli abusi edilizi così legalizzati.

Con le “voci” relative a nuovi ed improbabili provvedimenti di condono edilizio, sotto qualsiasi forma, l’abusivismo edilizio cresce e imperversa.   Qualche dato.   Nei primi otto mesi del 1994, a cavallo dei provvedimenti normativi inerenti il secondo condono edilizio, sono stati accertati ben 397 casi di abusivismo edilizio nella sola Provincia di Cagliari.

I casi di abusivismo edilizio attualmente stimabili in Sardegna in base all’ultimo censimento regionale con aereofotogrammetria (2001) appaiono circa 45.000 (sotto i profili urbanistico, paesaggistico, dei diritti di uso civico, ecc.), quelli insanabili sono attualmente stimati più di 4.500, in gran parte tutti lungo i litorali. Prosegui la lettura…

Disegno di legge sulle intercettazioni: un vero e proprio favore ai mafiosi, ai criminali, ai pedofili, ai papponi.

intercettazioni, di Vauro

intercettazioni, di Vauro

Criminali di ogni genere e risma devono ringraziare il Governo Berlusconi per le norme che s’appresta a far varare sulle intercettazioni (d.d.l. Senato n. 1611) dalla sua maggioranza ossequiente e obbediente in Parlamento. Anche dal Governo U.S.A. giungono sacrosanti richiami alla coerenza e alla solidarietà internazionale nella lotta alla criminalità organizzata e al terrorismo, semplicemente impossibile con le intercettazioni amputate che il Governo Berlusconi vorrebbe – caso unico al mondo – introdurre.   Carabinieri e poliziotti, lontani da orecchie indiscrete, dicono chiaramente che con queste norme in dirittura d’arrivo andranno a carte quarantotto tutte le difficili e complesse indagini sulla criminalità finanziaria così come sulle organizzazioni mafiose et similia.   Ma l’interesse fondamentale appare quello di tagliare le gambe a magistratura, polizia giudiziaria e – soprattutto – alla stampa non allineata o, meglio, prona ai voleri del premier.

I distinguo, le precisazioni, le mani avanti, sono altrettanti insulti all’intelligenza di chi non ha versato il cervello all’ammasso. E sono ancora tanti, in questo singolare Paese.  Questo è una porcata di disegno di legge. Punto e basta.

I reati non si devono scoprire con le intercettazioni e, in particolare, le intercettazioni non si devono pubblicare in nessun modo.  I Berlusconi, i Verdini, i Bertolaso, gli Anemone, i Carboni, i Balducci, i Pani, ma anche i La Marca, gli Schiavone tutti di questo curioso Paese devono stare tranquilli.  D’altra parte questo è il Paese dove un membro del governo afferma senza pudore che anche i mafiosi hanno diritto alla privacy

Gruppo d’Intervento Giuridico

Qui la petizione contro il disegno di legge. Per la libertà di informazione, contro i liberticidi governativi. Prosegui la lettura…

Parte la campagna antincendio 2010.

incendio Torre delle Stelle, Maracalagonis-Sinnai

incendio Torre delle Stelle, Maracalagonis-Sinnai

Dopo la disastrosa stagione degli incendi 2009, parte in anticipo la campagna antincendio 2010. Un vero esercito di 10 mila persone, un parco mezzi rinnovato, nuove strategia. Basterà per fermare l’offensiva degli incendiari criminali?

Gruppo d’Intervento Giuridico

Qui le prescrizioni della campagna antincendio 2010.

da www.regione.sardegna.it

Parte il Piano regionale antincendi 2010.  Tra le principali novità del piano 2010 si registra l’utilizzo del fuoco prescritto come strumento di pulizia in aree circoscritte e delimitate al fine di ridurre il rischio d’incendio e una notevole attività di formazione che ha interessato gli uomini del Corpo forestale consentendo loro di acquisire nuove competenze nell’attività di spegnimento degli incendi. Inoltre, l’utilizzo di un parco mezzi rinnovato e potenziato. Prosegui la lettura…

Stop ai lavori per la Stazione Foster dell’alta velocità fiorentina!

manifestazione contro il sottoattraversamento Alta Velocità, Firenze, 2009

manifestazione contro il sottoattraversamento Alta Velocità, Firenze, 2009

L’Associazione contro il sottoattraversamento AV di Firenze, il Comitato San Salvi chi può, il gruppo consiliare fiorentino Per un’altra Città, l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico hanno inoltrato uno specifico ricorso (20 maggio 2010) alla Commissione europea al fine di verificare il rispetto delle normative comunitarie in materia di valutazione di impatto ambientale – V.I.A. riguardo il progetto ferroviario “alta velocità” nella parte relativa al sottoattraversamento dell’area urbana di Firenze (“nodo di Firenze”).    Prosegui la lettura…

L’assalto furbesco al demanio.

piscinas 033ridIl Consiglio dei Ministri approva il decreto legislativo che attua il c.d. federalismo demaniale, ai sensi della legge n. 42/2009 (art. 19).   Beni demaniali, quindi, trasferiti gratuitamente dallo Stato alle Regioni, alle Province, ai Comuni previa individuazione con specifici decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri.  Beni da trasferire alle Autonomie locali per fare cassa, per il risanamento del debito pubblico. In buona sostanza beni da privatizzare attraverso il passaggio agli Enti locali.  Le previste sanzioni (commissariamento) non spaventano proprio.

E’ pura follìa, è la nuova oscena svendita dei beni pubblici dopo le sciagurate operazioni di cartolarizzazione e svendita di beni pubblici già viste nel recente periodo.  Insieme al recente annuncio relativo a fari e caserme. Prosegui la lettura…

Bonificato il campo nomadi di Cagliari.

bonifica campo nomadi, Cagliari, 2010

bonifica campo nomadi, Cagliari, 2010

 Il Comune di Cagliari – Area gestione del suolo – Servizio igiene del suolo ha comunicato (nota n. 102888 dell’11 maggio 2010) di aver provveduto (analogamente a quanto effettuato nel giugno 2009) “alla pulizia, raccolta e conferimento in siti di smaltimento, dei materiali prodotti all’interno del campo nomadi e nelle adiacenze”, richiedendo al Corpo di Polizia Municipale e all’Assessorato alla tutela dell’ambiente della Provincia di Cagliari “di intensificare l’attività di vigilanza sull’area, al fine di evitare ulteriori fenomeni di degrado”.       E’ un importante risultato ottenuto grazie anche alla richiesta di informazioni a carattere ambientale e di adozione degli opportuni provvedimenti (3 aprile 2010) inoltrata, in seguito a numerose segnalazioni di cittadini e lavoratori preoccupati, dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra, al Sindaco di Cagliari, al Corpo forestale e di vigilanza ambientale, al N.O.E. dei Carabinieri (informandone, nel contempo, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari), relativamente alla presenza di cumuli di rifiuti abbandonati e periodicamente bruciati lungo la strada statale n. 554 (nei pressi del campo nomadi) dai quali si diffonde una nube densa e acre, costringendo i residenti e le persone che svolgono la propria attività lavorativa in quell’area a tollerare una situazione altamente pericolosa per la salute umana. Prosegui la lettura…

Quadri d’autore (55)

20 Maggio 2010 Commenti chiusi

Quadri_d'Autore_55 Bruno Caria

i commenti sono chiusi su richiesta dell’autore

Categorie:Primo piano Tag:

A che serve il piano per l’edilizia? Per il nuovo bungalow di Noemi!

Villa Certosa

Villa Certosa

 Mentre i singoli cittadini comuni non se lo filano per nulla, ecco quali sono gli utilizzatori finali del c.d. piano per l’edilizia (legge regionale n. 4/2009): il premier Silvio Berlusconi per la sua Villa Certosa, già teatro di abusi edilizi condonati a suo tempo denunciati dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra e oggetto di un duro scontro finito anche davanti alla Corte costituzionale con la Procura della Repubblica di Tempio Pausania per l’apposizione del segreto di Stato. E poi il Tanka Village del Gruppo Ligresti, il Pulmann (già Timi Ama) del Gruppo Mazzella, il leader dei Riformatori Sardi Massimo Fantola. Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra e oltre 150 cittadini hanno inoltrato ricorsi nel novembre 2009 al Governo e alla Commissione europea avverso l’incostituzionalità e la violazione delle normative comunitarie: silenzio da parte del Governo Berlusconi, ma avvìo degli opportuni accertamenti da parte della Commissione europeaProsegui la lettura…

Ecco le intercettazioni!

19 Maggio 2010 Commenti chiusi

Copia di intercett

             

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Ecco le autentiche intercettazioni, by Miquel

Condanne per la “macelleria messicana” di Genova.

Scuola "Diaz", Genova, 2001

Scuola "Diaz", Genova, 2001

 La Corte d’Appello di Genova ha ribaltato la la sentenza di primo grado del Tribunale ligure sui noti fatti della scuola Diaz.   Il processo di primo grado si era chiuso con 13 condanne, 16 assoluzioni, un robusto sconto determinato dall’indulto.    Ora il Giudice dell’appello ha inflitto numerose condanne ai vertici della Polizia di Stato implicati nell’irruzione della scuola Diaz.  Il prezzo per quella che il vice-questore aggiunto Michelangelo Fournier definì in sede processuale (udienza del 13 giugno 2007) una “macelleria messicana” è stato rialzato.   Dopo il “no” alla Commissione parlamentare d’inchiesta, nel luglio 2008 era stata emessa anche la  sentenza di primo grado relativa alle vicende accadute nella caserma di Bolzaneto, dove furono portati gli arrestati durante la riunione del G 8 di Genova (2001). Vari procedimenti giudiziari che non hanno ancora fatto chiarezza. Brutte pagine della nostra storia contemporanea che si spera servano almeno per il futuro.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 A.N.S.A., 19 maggio 2010

G8, irruzione alla Diaz: condannati in appello i vertici di Polizia. Prosegui la lettura…

Verità e qualche soldo per Giuseppe Casu.

18 Maggio 2010 Commenti chiusi

uccelli4Giuseppe Casu era un venditore ambulante di Quartu S. Elena (CA). Giovedì 15 giugno 2006, in Piazza IV Novembre vendeva, come al solito, frutta e verdura.    In tarda mattinata viene circondato dalla Polizia Municipale con tanto di giornalisti al seguito, multato di ben 5.000 euro per vendita abusiva, afferrato, ammanettato, caricato su un’ambulanza con un ordine sindacale di T.S.O. (trattamento sanitario obbligatorio).   Nel reparto di psichiatria dell’Ospedale SS. Trinità di Cagliari, dove viene ricoverato, viene sedato, legato al letto e – dopo una settimana – muore. A 60 anni, senza che soffrisse di particolari patologie. L’autopsìa viene frettolosamente effettuata, ma qualcosa non quadra.   Attualmente è in corso il processo penale. Imputati medici e sanitari. Prosegui la lettura…

Furbetto della cricca o uomo di paglia?

18 Maggio 2010 Commenti chiusi

G 8 mancato a La Maddalena, gli arresti e le indagini.Le cronache recenti si sono spesso occupate di un personaggio fino a pochi mesi fa praticamente sconosciuto ai più: Angelo Balducci. Questo signore elegante è, anzi era, visto che è finito in carcere, il braccio operativo nei grandi appalti gestiti dalla Protezione Civile. Non solo calamità naturali, ma anche grossi lavori per conto dello Stato, e soprattutto l’organizzazione di grandi eventi come il Giubileo, il G8, Campionati Mondiali di Ciclismo e di Nuoto, ecc.

Ingegnere spesso accanto a Guido Bertolaso, aveva fama di uomo da centinaia di milioni di euro. Per anni provveditore ai Lavori Pubblici di Lazio e Sardegna, Balducci ha coltivato le amicizie che contano con l’imprenditoria e il Vaticano, tanto da essere nominato “Gentiluomo del Papa”. Le sue relazioni politiche vanno dal leader della Margherita, Francesco Rutelli, al ministro di An alle Infrastrutture, Altero Matteoli, che ne ottiene la nomina a presidente del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici. Prosegui la lettura…

Ancora italiani morti in Afghanistan.

veicolo Lince, Afghanistan

veicolo Lince, Afghanistan

 Altri due soldati italiani morti, altri due feriti gravi, in Afghanistan.   Continua la guerra in Afghanistan, sottovoce, per non disturbare, anche se ogni tanto un botto più forte degli altri ce lo ricorda.  Si aggiorna la contabilità dei morti e feriti. 

Eppure ancora questo Governo non è stato in grado di spiegare perché l’Italia sta combattendo da anni una guerra in una terra lontana per sostenere la traballante Repubblica dell’Afghanistan del suo riconfermato presidente Hamid Karzai, rieletto recentemente dopo elezioni presidenziali con un moderato tasso di brogli sul rivale Abdullah Abdullah, ex ministro degli Esteri.    

Da tempo l’Afghanistan è il maggiore produttore mondiale di oppio, ha una condizione infantile semplicemente drammatica ed approva leggi che prevedono un diritto di stupro matrimoniale e vietano alle donne anche di uscire di casa senza il permesso dell’uomo di casa. Normalmente verrebbe definito uno Stato canaglia.  Invece no.  Lo sosteniamo, anche a prezzo del sangue italiano e del sangue di bambine non ancora incapsulate in chador integrale. Prosegui la lettura…