Archivio

Archivio 12 Maggio 2010

Il progetto del raddoppio di Is Molas torna alla casella di partenza!

ferula

ferula

Come in un bel gioco dell’oca, il progetto del raddoppio dell’intervento turistico-edilizio e golfistico di Is Molas, in Comune di Pula (CA), torna alla casella di partenza del relativo procedimento di valutazione di impatto ambientale, con le ruote sgonfie.

Infatti, è stato pubblicato lo scorso 8 maggio 2010 sul quotidiano L’Unione Sarda un nuovo avviso di avvìo del procedimento e sul sito internet istituzionale della Regione autonoma della Sardegna è comparso – finalmente – il medesimo avviso con gli allegati atti progettuali e concernenti lo studio di impatto ambientale.    Si tratta, con ogni evidenza, dell’effetto dell’intervento nel procedimento di V.I.A. effettuato dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra con atto di “osservazioni” (20 aprile 2010) inoltrato al Servizio valutazione impatti dell’Assessorato regionale della difesa dell’ambiente, preposto al del procedimento.   Fra i motivi ostativi all’autorizzazione del progetto alcuni proprio di carattere procedurale (mancata pubblicazione di avviso, progetto e studio di impatto ambientale sul sito internet istituzionale della Regione autonoma della Sardegna) comportanti l’illegittimità dell’intera procedura. E’ stata richiesta quindi la dichiarazione di improcedibilità o, in subordine, di dichiarazione di non compatibilità ambientale (totale o parziale).  L’atto di “osservazioni” è stato comunicato anche alla Commissione europea e ai Ministeri dell’ambiente e per i beni e attività culturali. Prosegui la lettura…

Le motivazioni dei nuclearisti: “Ti spacco la faccia!”

Video importato

YouTube Video

Ecco, finalmente, le motivazioni scientifiche risolutrici del “ritorno al nucleare” in Italia espresse serenamente e pacatamente da Chicco Testa, fondatore e già presidente di Legambiente, già deputato del P.C.I.-P.D.S. e presidente dell’E.N.E.L., oggi dirigente del Gruppo Rotschild.  Un bel “ti spacco la faccia” rivolto al geologo Mario Tozzi, antinuclearista scientifico.

Facciamo un bel dispetto a tutti i chicchi testa di questo chicco di Paese!

Gli Amici della Terra (promotori dei referendum anti-nucleari del 1987) e il Gruppo d’Intervento Giuridico ritengono che sia da respingere questo “ritorno” del nucleare in Italia, più imposto che voluto. Sostengono, invece, la ricerca e la promozione delle energie alternative e rinnovabili, in primo luogo quelle di fonte solare (energia solare termica, energia solare termodinamica, energia solare fotovoltaica). Hanno quindi promosso la seguente petizione: Prosegui la lettura…

Una bella vittoria per le foreste nell’Earth Day!

12 Maggio 2010 Commenti chiusi
foresta tropicale

foresta tropicale

 Proprio nel Giorno della Terra, in inglese Earth Day, è giunta una bella notizia per la Terra. E’ il giorno in cui da quarant’anni 175 nazioni ricordano la necessità di proteggere il nostro pianeta, sempre più minacciato dalla distruzione degli ecosistemi, dall’inquinamento, dal riscaldamento globale, dalla corsa alle risorse naturali.

E per questo Giorno della Terra, finalmente una buona notizia da festeggiare: dopo dodici anni di battaglia legale, in Sarawak (Malesia) la comunità indigena Kayan annuncia la vittoria del processo in difesa delle proprie foreste. La comunità di Long Teran, sul fiume Tinjar, ha vinto la battaglia legale contro il colosso malese dell’olio di palma  IOI, e contro il governo del Sarawak che lo proteggeva, secondo quanto riferisce il Bruno Manser Fund.  L’Alta Corte di Miri ha dichiarato che la cessione della terra alla IOI è da considerarsi nulla, in quanto rilasciata dal governo dello stato di Sarawak in modo illegale e incostituzionale. Prosegui la lettura…