Archivio

Archivio 5 Giugno 2010

La Corte di Giustizia europea decide sulla speculazione edilizia di Is Arenas.

5 Giugno 2010 Commenti chiusi

cartello "inizio lavori", Is Arenas

cartello "inizio lavori", Is Arenas

La Corte di Giustizia europea sta per decidere il procedimento promosso dalla Commissione europea avverso l’Italia per l’avvenuta realizzazione in corso del progetto turistico-edilizio del gruppo immobiliare Is Arenas sulle dune boscate di Is Arenas (Narbolìa – San Vero Milis, OR) senza l’approvazione di un’adeguata valutazione di incidenza ambientale, come sarebbe stato necessario ai sensi della direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali, la fauna e la flora, trattandosi di un sito di importanza comunitaria.

La Commissione europea aveva aperto la procedura di infrazione n. 4381/2000 con invio del parere motivato ex art. 226 trattato CE con lettera SG (2001) D/286069 del 9 febbraio 2001 su ricorso delle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico n. 2346/1998 e successive integrazioni.  Sulla vicenda sono state presentate numerose interrogazioni al Parlamento europeo da parte dell’on. Monica Frassoni (Verdi/A.L.E.), che hanno ampliato ed approfondito le argomentazioni inerenti la suddetta procedura di infrazione. Prosegui la lettura…

Diserbanti nelle fasce di rispetto stradali e ferroviarie, un pericolo sottovalutato!

pecore al pascolo presso banchina trattata con diserbante

pecore al pascolo presso banchina trattata con diserbante

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra, raccogliendo varie segnalazioni pervenute da diverse parti della Sardegna (in particolare dalla Planargia, dall’Oristanese, dal Nuorese, dal Parteolla), stanno svolgendo una specifica azione di raccolta di informazioni su un pericolo di danno ambientale e alla salute pubblica che appare piuttosto sottovalutato: l’uso sempre più frequente di diserbanti chimici per la pulitura delle cunette e delle fasce di rispetto stradali e ferroviarie.

In proposito hanno inoltrato (24 marzo 2010) una richiesta di informazioni a carattere ambientale e di adozione degli opportuni interventi al Ministero dell’ambiente, alla Regione autonoma della Sardegna (Assessorati della difesa dell’ambiente e della sanità), alle Province sarde, all’ANAS s.p.a., alla Rete Ferroviaria Italiana, all’A.R.P.A.S. e alla Commissione europea relativa all’uso sempre più frequente di diserbanti chimici per la pulitura delle cunette e delle fasce di rispetto stradali e ferroviarie. Prosegui la lettura…

La grande “truffa” dell’8 per mille.

euroSi avvicina la scadenza della famigerata dichiarazione dei redditi e ancora una volta saremo chiamati a mettere o meno una crocetta su una casella importante ma sottovalutata, quella dell’otto per mille. Ebbene, per quanto non sia una scelta di vitale importanza, vi siete mai chiesti come funziona realmente il meccanismo fiscale del cosiddetto “otto per mille”? Quanto costa la Chiesa cattolica ai contribuenti italiani? Chi gestisce il fiume di denaro che passa ogni anno dalle casse dello Stato alle istituzioni ecclesiastiche? Chi controlla le modalità di spesa di tutti questi soldi? E come vengono usate queste enormi risorse economiche che hanno ormai superato abbondantemente il miliardo di euro all’anno? Prosegui la lettura…