Archivio

Archivio 19 Giugno 2010

Abusivi e farabutti di tutta Italia, unitevi! La strada vi sarà spianata…

Piazza del Campo, Siena

Piazza del Campo, Siena

Il Governo si propone di stravolgere la Costituzione.  In un colpo solo il premier Silvio Berlusconi (insieme al Ministro dell’economia Giulio Tremonti) cerca di recuperare il forte calo di gradimento nei confronti del suo governo, liberalizzando l’attività imprenditoriale e tentando di scardinare qualsiasi forma di corretta gestione del territorio del Bel Paese.

Con una semplice autocertificazione qualsiasi personaggio in cerca d’autore e autonominatosi imprenditore potrebbe tirar sù uno show room di macchinari agricoli in Piazza del Campo, a Siena.   Con una semplice autocertificazione un banalissimo prestanome potrebbe aprire l’ennesima città mercato controllata dalla camorra nei pressi di uno svincolo autostradale alla faccia di qualsiasi pianificazione commerciale.

Dissesto idrogeologico, lavoro nero, abusivismo edilizio, criminalità organizzata, morti e infortuni sul lavoro, mancato rispetto dei diritti dei lavoratori, precariato.

Siamo alla follìa. Prosegui la lettura…

I cani randagi non possono essere abbattuti.

Una vittoria legale della L.A.C. Piemonte. I CANI RANDAGI DEVONO ESSERE CATTURATI E NON POSSONO ESSERE OGGETTO DI INTERVENTI DI ABBATTIMENTO. Definitivamente condannato il Comune di Limone Piemonte.

I FATTI

Con due diverse ordinanze nell’agosto del  1998 il Sindaco di Limone Piemonte (CN) disponeva la cattura o l’abbattimento attraverso le Forze dell’Ordine di tre cani randagi colpevoli di attacchi a greggi di pecore negli alpeggi. La LAC ricorreva al TAR del Piemonte  chiedendo la sospensiva dei due provvedimenti e il loro successivo annullamento. Ricordiamo che il TAR sospese le ordinanze impugnate ritenendo sussistere il “fumus boni iuris” ed il “periculum in mora”.  Ai tre cani fu resa salva la vita. Prosegui la lettura…