Archivio

Archivio 29 Giugno 2010

L’hard discount del federalismo demaniale.

Chia, panorama da Monte Cogoni

Chia, panorama da Monte Cogoni

Primo elenco provvisorio da parte dell’Agenzia del demanio relativo al c.d. federalismo demaniale in base al decreto legislativo 28 maggio 2010, n. 85 approvato dal Consiglio dei Ministri in attuazione della legge n. 42/2009 (art. 19).  Beni demaniali, quindi, trasferiti gratuitamente dallo Stato alle Regioni, alle Province, ai Comuni previa individuazione con specifici decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri.  Beni da trasferire alle Autonomie locali per fare cassa, per il risanamento del debito pubblico. In buona sostanza beni da privatizzare attraverso il passaggio agli Enti locali.  Le previste sanzioni (commissariamento) non spaventano proprio.

E’ pura follìa, è la nuova oscena svendita dei beni pubblici dopo le sciagurate operazioni di cartolarizzazione e svendita di beni pubblici già viste nel recente periodo.  Insieme al recente annuncio relativo a fari e caserme.   Speculatori d’ogni risma tenteranno di approfittare della svendita pronta cassa del semaforo di Capo Spartivento o della batteria di Arbuticci a Caprera. Prosegui la lettura…

Eco-bikini per ambientaliste d.o.c.

29 Giugno 2010 Commenti chiusi

ecobikiniE’ il 1946 quando Louis Réard lancia a Parigi la sua ultima creazione, un piccantissimo costume da bagno due-pezzi che lascia addirittura scoperto lo stomaco. Come largamente previsto, il nuovo costume innesca una vera e propria bomba nell’opinione e nella morale pubblica. Dapprima osteggiato, bandito e chiacchierato, l’audace e ridottissimo indumento diventa comunque col tempo, complici le immagini, per l’epoca alquanto osè, di star come Marilyn Monroe, Rita Hayworth, Brigitte Bardot, Ursula Andress, l’icona della femminilità e della sensualità. Il nome bikini gli viene ironicamente assegnato dal suo creatore rievocando gli esperimenti U.S.A. con bombe all’idrogeno nell’atollo di Bikini in Micronesia. Evidentemente Reard riteneva che l’introduzione del nuovo tipo di costume avrebbe avuto effetti esplosivi e dirompenti nella moda e nella società. Prosegui la lettura…

Categorie:Primo piano Tag: ,