Archivio

Archivio Ottobre 2010

Che cos’è questa schiuma nello Stagno di Nottèri?

Stagno di Nottèri, schiuma

Stagno di Nottèri, schiuma

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno inviato (31 ottobre 2010) una richiesta di informazioni a carattere ambientale e di adozione degli opportuni provvedimenti relativamente ad un possibile fenomeno di inquinamento dello Stagno di Nottèri (Villasimius) accaduto nei giorni scorsi, come segnalato da numerosi cittadini, preoccupati per la presenza di schiume, acque torbide, le cui causa sono, al momento ignote. La richiesta è stata inoltrata alle amministrazioni competenti (tra le quali il Comune di Villasimius, l’A.R.P.A.S., il Ministero dell’Ambiente) al Corpo forestale e di vigilanza ambientale. Prosegui la lettura…

Se basta un Tore Mocci a dar la linea al Partito Democratico…..

Malfatano, Tore Mocci, PD, 2010

Acque increspate, se non agitate, all’interno del Partito Democratico riguardo la vicenda della speculazione immobiliare in corso sulle coste di Tuerredda e Malfatano (Teulada).

Lo scorso 2 ottobre 2010 le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra – preso atto della posizione espressa dal circolo di Teulada del Partito Democratico a favore della speculazione edilizia in corso a Malfatano e Tuerredda (vds. L’Unione Sarda, edizione dell’1 ottobre 2010) – avevano chiesto ai vertici nazionali e regionali del P.D. se questa fosse anche la posizione ufficiale del partito.    Da Pierluigi Bersani, segretario nazionale, e di Silvio Lai, segretario regionale, non è giunta alcuna risposta.   Giungeva invece risposta dal segretario provinciale di Cagliari del P.D. Thomas Castangia.   Pur con qualche contentino al circolo teuladino, i toni erano quelli di una sostanziale presa di distanza.

Il 29 ottobre 2010, sempre dalle colonne de L’Unione Sarda, è intervenuto il responsabile cittadino del P.D. di Teulada Tore Mocci a ribadire che – in perfetto accordo con il P.D. della Provincia di Cagliari – “il Pd ha già espresso pubblicamente in più occasioni il suo parere favorevole”. Anzi, tanto per gradire, ha pure defenestrato il segretario provinciale Castangia, mettendo al suo posto un certo Cancedda ;) Prosegui la lettura…

Due Grifoni in più volano nei cieli sardi!

Grifone

Grifone

Una bella notizia: il 28 ottobre 2010 sono stati liberati a Punta Cristallo (Alghero), nel parco naturale regionale “Porto Conte” (dove gravitano altri 4-5 esemplari e recentemente è stato riattivato uno storico carnaio) due giovani Grifoni (un maschi e una femmina) recuperati qualche mese fa e riabilitati dal Centro di recupero della fauna selvatica (Bonassai) dell’Ente foreste della Sardegna.  Un esemplare in più in volo sui cieli sardi.

Infatti, volano ancora e si riproducono, anche in Sardegna.   Sulla costa alta fra Alghero, Bosa, Villanova Monteleone.   Fra boschi di sughere, macchia mediterranea, rocce, falesie.   Capo Marrargiu, Tentizzos, Torre Argentina, Punta Cristallo.  Il Grifone (Gyps fulvus), una delle specie di altri animali più caratteristiche dell’Isola, vive e vola da erratico un po’ in tutto il territorio regionale.  Dai Sette Fratelli al Supramonte, dove nidificava fino a trent’anni fa e dove un progetto del Comune di Oliena, dell’Assessorato all’ambiente della Provincia di Nuoro e dell’Ente foreste della Sardegna ne vorrebbe la reintroduzione, anche se il recente fallimento della reintroduzione del Gipeto determinato dai bocconi avvelenati pesa come un macigno.  Prosegui la lettura…

Una rotatoria “privata” sulla storia di Cagliari.

Che a Cagliari gli interessi pubblici siano al servizio degli interessi privati è cosa tanto nota quanto palese. Ora siamo al punto che un pezzo di storia cittadina, la Croce di S. Avendrace, bene storico-culturale, sarà schiaffata in mezzo a una rotatoria stradale per gli interessi dell’Immobiliareuropea s.p.a. (Gruppo Zuncheddu), al servizio del complesso immobiliare in costruzione su Via S. Gilla.

Attualmente – ma ancora per poco – è un giardinetto con nove alberi ad alto fusto all’incrocio fra il Viale Trento e il Viale Trieste, di fronte al Liceo-Ginnasio “Siotto”.  Una piccola oasi di quel verde pubblico che secondo il Comune di Cagliari viene quotidianamente aumentato.  Proprio per questo, alberi e verde saranno spazzati via per far posto alla rotatoria privata.

Il cartello “inizio lavori” è chiaro: il Comune di Cagliari, con autorizzazione n. 223424 del 19 ottobre 2010, permette all’Immobiliareuropea s.p.a. (general contractor la Cantieri Commerciali s.r.l.) la realizzazione della “sistemazione della circolazione fra le Vie S. Gilla, Viale Trieste e Viale S. Avendrace” (importo dei lavori: 141.000,00 euro).  I lavori, in base all’ordinanza comunale n. 1050/VIAB del 19 ottobre 2010, inizieranno il prossimo 2 novembre, data adeguata all’evento, la morte degli interessi pubblici cagliaritani. Prosegui la lettura…

Ma chi ha mai avuto un “premier bunga bunga”?!

dark_roomdalla penna malvagia di Miquel Prosegui la lettura…

‘O sole mio!

pannelli fotovoltaici

pannelli fotovoltaici

In Veneto spicca una bella ed ecologica iniziativa dell’amministrazione comunale di Padova guidata dal sindaco Flavio Zanonato (ultima roccaforte del PD in una regione ormai interamente in mano alla Lega). Di che si tratta? 

A Padova i cittadini potranno telefonare ad un numero verde per richiedere l’installazione, completamente gratuita, di pannelli solari fotovoltaici sul tetto della propria abitazione. Alle spese farà fronte il Comune previa verifica della compatibilità architettonica ed urbanistica. Prosegui la lettura…

L’Italia ratifica la Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia.

gatto neroFinalmente, con molta calma, l’Italia ratifica la Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia siglata a Strasburgo nel 1987. Tra le novità introdotte nel nostro ordinamento a favore degli animali da compagnia, il nuovo reato di traffico illecito di animali da compagnia, l’aumento delle pene per l’uccisione e il maltrattamento degli animali e il divieto di mutilare il proprio amico a quattro zampe, con il taglio delle orecchie, della coda, delle unghie, delle corde vocali. Prosegui la lettura…

Stop ai lavori nella Valle dell’Erica!

complesso edilizio Valle dell'Erica

complesso edilizio Valle dell'Erica

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno inoltrato (28 ottobre 2010) al Comune di S. Teresa di Gallura e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tempio Pausania una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e di adozione degli opportuni provvedimenti riguardo la perdita di efficacia dei titoli abilitativi per l’edificazione del complesso turistico alberghiero rientrante nel piano di lottizzazione comparto F 5.5 Padulacciu “Valle dell’Erica” della Libellula s.r.l. (Gruppo Peru – Muntoni), in loc. Valle dell’Erica, in Comune di Santa Teresa di Gallura (OT). Prosegui la lettura…

Tre operai morti alla S.A.R.A.S.: la Procura della Repubblica chiede i rinvii a giudizio.

Video importato

YouTube Video

L’indagine per il tragico incidente sul lavoro del 26 maggio 2009 nella raffineria della S.A.R.A.S. s.p.a. di Sarroch (CA) vede ora la conclusione. La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari ha chiesto il rinvio a giudizio di Gianmarco Moratti, presidente del Consiglio di amministrazione, Dario Scaffardi, direttore generale, Antioco Mario Gregu, direttore delle operazioni industriali, Guido Grosso, direttore della raffineria, Antonello Atzori, responsabile dell’Area produttiva, Francesco Ledda, rappresentante legale della ditta d’appalto Co.Me.Sa.

Mentre sta per arrivare il sequel del film documentario Oil, oggi a Cagliari viene presentato l’interessante libro “Nel Paese dei Moratti” di Giorgio Meletti, in questi giorni in libreria per i tipi di Chiarelettere.  Racconta proprio la storia di tre morti sul lavoro, un contesto sociale ed economico, un mezzo disastro ambientale.

Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Indagine sulla Collina degli Stazzi, a Olbia.

stazzo, Palau

stazzo, Palau

Lo stazzo in Gallura (e in Corsica), come il furriadroxiu nel Sulcis, è la tipica struttura edilizia rurale della poco comune presenza residenziale permanente nelle campagne della Sardegna. Abitazioni poste in piccoli nuclei (cussogghja, in gallurese), comunità di pastori-agricoltori, unite da vincoli di vicinanza e, spesso, di parentela.   Attualmente molti di essi sono abbandonati o ridotti a ruderi e potrebbero ben costituire, a fini ricettivi, un’alternativa preferibile alla solita edilizia turistica costiera.  Per il loro valore storico-culturale sono stati giustamente sottoposti a tutela dalle disposizioni del piano paesaggistico regionale. Prosegui la lettura…

Italia terra di corruzione, dopo il Ruanda.

Berlusconi, giù le mani da internet!

Non c’è bisogno di molti commenti.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 A.N.S.A., 26 ottobre 2010

Corruzione P.A., Italia 67mo posto, dopo Ruanda.

Pubblicati i dati di Transparency International. In testa – a pari merito – Danimarca, Nuova Zelanda e Singapore. Prosegui la lettura…

Schizofrenìe umane nei confronti degli “altri animali”.

Video importato

YouTube Video

In Gran Bretagna si sono scatenate forti polemiche sull’uccisione da parte di bracconieri di Emperor, il Cervo europeo più grande delle Isole. Alto due metri e mezzo, pesava 136 kg., aveva 12 anni ed era il vanto della foresta di Exmoor, nel sud ovest dell’Inghilterra.   Sui media britannici impazzano i commenti contro il bracconaggio e per una più efficace tutela del patrimonio faunistico.     Negli stessi giorni, però, il Governo conservatore, alle prese con la crisi economica, medita di vendere a privati la metà dei 748.000 ettari di foreste statali (compresa la foresta di Sherwood) e almeno un terzo dei terreni demaniali britannici, consentendo tagli boschivi e l’apertura della caccia (in Gran Bretagna la proprietà della fauna è riservata al titolare del fondo).   Prosegui la lettura…

Una casa a prezzo sociale: il Comune di Quartu S. Elena ci prova.

 

Airone cenerino

Airone cenerino

Il Comune di Quartu S. Elena (CA) ha aderito al bando regionale per progetti pilota di housing sociale, finalizzati a offrire abitazioni adeguate ai cittadini che attualmente hanno difficoltà a reperire abitazioni alle condizioni (esose) del mercato immobiliare. Con la deliberazione Giunta municipale n. 119 del 12 ottobre 2010 ha deciso di invitare, con un avviso pubblico, cooperative edilizie, imprese, associazioni imprenditoriali a manifestare il proprio interesse. Infatti, mediante l’istituzione di un fondo immobiliare a partecipazione pubblica e privata, l’iniziativa prevede finanziamenti per incentivare gli accordi tra l’imprenditoria e i Comuni, che mettono a disposizione aree e offrono incentivi.

Per Quartu S. Elena l’obiettivo è un’iniziativa dal valore minimo di 50 milioni di euro, per almeno 80-100 abitazioni a costo sociale. Il Comune ha messo a disposizione l’area pubblica delle Fornaci Picci – Su Idanu, ma possono esser proposte aree differenti, sempre in linea con i criteri del bando regionale. Prosegui la lettura…

Malfatano e mattoni: la gente vuole sapere.

Firenze, Battistero e Duomo

Firenze, Battistero e Duomo

Ha riscosso notevole interesse la rassegna Urbanistica, corruzione, pianificazione partecipata promosso dalla Libera Università Ipazia, a Firenze, presso la sala del Giardino dei Ciliegi (Via dell’Agnolo, 5).  Sabato 23 ottobre 2010 è avvenuto l’incontro con Stefano Deliperi, presidente del Gruppo d’Intervento Giuridico, che ha presentato la “Cronaca di una speculazione edilizia annunciata, Malfatano e Tuerredda”. E’ stata l’occasione per far conoscere uno dei casi nazionali più emblematici di speculazione immobiliare (così indicato anche da Ferruccio Sansa nel libro “La Colata”). Prosegui la lettura…

La riforma fiscale.

la riforma fiscale

la riforma fiscale

dalla penna corrosiva di Miquel

La protesta dei pastori finisce a botte, ospedale e galèra.

Video importato

YouTube Video

Il mondo agro-pastorale sardo è in gravissima crisi. Non da oggi, da vent’anni almeno.  Sarebbe necessaria un’approfondita analisi del settore e la costruzione di una vera politica regionale dell’agricoltura, inserita in quella nazionale e comunitaria.  In Sardistàn non si fa.   

Non è mai stata fatta un’analisi approfondita sulla ricaduta delle enormi somme di fondi pubblici investite – per meglio dire, “spese” – a sostegno del settore agro-pastorale in Sardegna negli ultimi 30 anni. Basti pensare che i soli fondi Feoga presenti nel P.O.R. Sardegna 2000-2006 ammontano a ben 956.858.305,01 euro (impegnati al 30 giugno 2009), dei quali sono stati spesi 882.575.881,74 (al 30 giugno 2009).  A questi vanno sommati i fondi provenienti dai programmi Leader +, dai regolamenti n. 2080/1992 e n. 2082/1992 e parecchi altri spiccioli. Prosegui la lettura…

Verità e giustizia per Giuseppe Casu e per tutti i “folli”. Riccardo Rasman, per esempio.

farfallina azzurra

farfallina azzurra

Giuseppe Casu era un venditore ambulante di Quartu S. Elena (CA). Giovedì 15 giugno 2006, in Piazza IV Novembre vendeva, come al solito, frutta e verdura.    In tarda mattinata viene circondato dalla Polizia Municipale con tanto di giornalisti al seguito, multato di ben 5.000 euro per vendita abusiva, afferrato, ammanettato, caricato su un’ambulanza con un ordine sindacale di T.S.O. (trattamento sanitario obbligatorio).   Nel reparto di psichiatria dell’Ospedale SS. Trinità di Cagliari, dove viene ricoverato, viene sedato, legato al letto e – dopo una settimana – muore. A 60 anni, senza che soffrisse di particolari patologie. L’autopsìa viene frettolosamente effettuata, ma qualcosa non quadra.   Spariscono anche reperti anatomici importantissimi e i comportamenti dei medici sono opachi.  Attualmente è in corso il processo penale. Imputati medici e sanitari.    La Procura della Repubblica di Cagliari ora ipotizza anche il reato di sequestro di persona. Prosegui la lettura…

Berlusconi, 18 luglio 2008: “l’emergenza rifiuti in Campania è finita”. Infatti…

Video importato

YouTube Video

“Qualcuno parlava di una missione impossibile da compiere e invece ci siamo riusciti, l’emergenza rifiuti è finita”, così affermava il 18 luglio 2008 il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a Napoli.  Era un bluff, nemmeno tanto simpatico, vista la marea di soldi pubblici sprecati. E le decisioni impopolari.  Ed ecco che cosa succede nel parco nazionale del Vesuvio.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 A.N.S.A., 21 ottobre 2010

Rifiuti: ancora tensione nel Napoletano.

La notte scorsa violenti scontri con la polizia. Raid a Boscoreale, distrutte vetrine negozi. Prosegui la lettura…

Speculazione immobiliare a Malfatano, paga il Comune di Teulada. Oltre 800 messaggi contro le ruspe selvagge. Del caso se ne parlerà anche a Firenze.

Video importato

YouTube Video

La vicenda della speculazione immobiliare in corso sulla costa di Malfatano e Tuerredda (Teulada), si arricchisce di ulteriori particolari, anche abbastanza singolari.  Il Comune di Teulada, al fine di curare le procedure per venire incontro alle esigenze della società immobiliare S.I.T.A.S. s.p.a., ha affidato un incarico al costituendo raggruppamento temporaneo di imprese Studio legale associato Caso-Ciaglia di Roma e alla Sting Engineering s.r.l. di Cagliari per un importo di euro 185.000 + I.V.A.    L’incarico, come recita l’avviso di aggiudicazione dell’appalto del 19 ottobre 2010, “ha per oggetto l’insieme delle attività di progettazione, consulenza e assistenza giuridico-amministrativa e di carattere tecnico-progettuale occorrenti per l’approvazione della variante urbanistica e per la progettazione degli interventi di interesse pubblico nell’ambito del comparto urbanistico in località Malfatano”. Prosegui la lettura…

Efficienza energetica: Troppi soldi alla speculazione, pochi spiccioli all’efficienza.

20 Ottobre 2010 Commenti chiusi
Fenicotteri in volo

Fenicotteri in volo

Efficienza energetica – Amici della Terra: “Troppi soldi alla speculazione, pochi spiccioli all’efficienza: occorre una regia sugli incentivi e una politica energetica coerente per lo sviluppo del Paese”.

 

Roma, 19 ottobre 2010 – Si è tenuta oggi a Roma la Seconda Conferenza Nazionale sull’Efficienza Energetica Integrare l’efficienza con le rinnovabili”, organizzata dall’associazione Amici della Terra, col patrocinio di ENEA e FIRE. Obiettivi della Conferenza sono: fare conoscere al pubblico le tecnologie e le buone pratiche di efficienza energetica; chiedere al governo la giusta attenzione alle proposte delle imprese italiane e alle opportunità offerte per il sistema Paese. Prosegui la lettura…

Cagliari, piano del verde, una presa in giro.

piano del verde Cagliari

Il Comune di Cagliari, con la regìa dell’Assessore comunale all’urbanistica e verde pubblico Giovanni Maria Campus, a parole entusiasta degli alberi, ha presentato nei giorni scorsi il suo piano del verde, elaborato dal dirigente del Servizio verde pubblico Claudio Papoff (ormai noto per la vulgata cittadina come il commissario dell’arcipelago Gulag degli alberi oppure, più prosaicamente, mani di forbice) e dall’arch. Silvano Piras (esponente storico di Legambiente).

I numeri sono da paura. Secondo il Comune di Cagliari (e i suoi progettisti), attualmente vi sarebbero 1.637.000 metri quadrati di verde pubblico fruibile (+ 98% rispetto al 1996), ben 10,4 mq. per abitante (+ 108% rispetto al 1996).  Peccato che in questo delirio alla clorofilla rientrino le aiuole spartitraffico di Via Dante, il campo da gioco dello Stadio S. Elia, le inesistenti dune del Poetto, il cantiere dell’Immobiliareuropea s.p.a. (gruppo Zuncheddu) in Via S. Gilla, il futuro (?) parco archeologico di Tuvixeddu ora off limits e tante altre amenità simili.  In futuro si dovrebbe giungere a 4.047.000 metri quadrati di verde pubblico fruibile (+ 390% rispetto al 1996), addirittura 23,5 mq. per abitante (+ 370% rispetto al 1996).  Se fosse vero, avremmo un’amministrazione comunale più che virtuosa.   Prosegui la lettura…

Il parco nazionale dell’Asinara ancora commissariato!

_MG_1684br

Continua la ridicola e nefasta politica dei commissariamenti per il parco nazionale dell’Asinara.    Dopo la scadenza naturale degli Organi gestionali di due anni fa, continua il commissariamento dell’Ente Parco…ora addirittura con un nuovo commissario straordinario, l’avvocato Pasqualino Federici, già parlamentare di Forza Italia.  E’ infatti scaduto il mandato dell’avvocato Giancarlo Cugiolu, ma il Ministero dell’ambiente, di concerto con la Regione autonoma della Sardegna, non ha provveduto alla nomina del nuovo presidente perpetuando l’assenza degli organi direzionali del parcoDue anni fra commissari con la valigia e candidature labili come carta velina.   Il parco nazionale è, in pratica, in autogestione, solidale fino in fondo con l’isola dei cassintegrati.    Prosegui la lettura…

Viabilità a prova di incendi, da realizzare a S. Teresa di Gallura.

strada di accesso alla spiaggia di La Licciola

strada di accesso alla spiaggia di La Licciola

La Sardegna è una delle regioni maggiormente colpite, ogni anno, dal devastante fenomeno degli incendi, provocato essenzialmente dal comportamento dall’uomo, dalla sua volontà o, molto spesso, dalla sua negligenza e imprudenza. Com’è noto, gli unici metodi efficaci per eliminare definitivamente quella che sembra quasi essere una tradizione della stagione estiva della nostra bella Sardegna o, almeno, per evitare le conseguenze disastrose per l’uomo, per l’ambiente, per l’economia, che seguono ad un incendio, sono la prevenzione e il controllo del territorio. Prosegui la lettura…

La freccia.

19 Ottobre 2010 Commenti chiusi

dailycivilwar     by Miquel

Categorie:Primo piano Tag:

1 milione e 300 mila “click” sul blog del Gruppo d’Intervento Giuridico, grazie!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi 18 ottobre 2010 sono stati superati 1 milione e 300 mila contatti a questo blog.

3.352 articoli, 15.100 commenti, 1.046 iscritti alla newsletter sono alcuni numeri che descrivono questa piccola realtà dell’informazione verde.

Le attività del Gruppo d’Intervento Giuridico, degli Amici della Terra, della Lega per l’Abolizione della Caccia, di tanti comitati ed associazioni ecologiste e culturali, ma anche tante altre informazioni sull’ambiente e i diritti civili.

Due sole parole per rispondere a una domanda che molti di voi ci hanno fatto: “perché tante volte non troviamo nelle pagine dei giornali e nei servizi televisivi notizia di parecchie vostre iniziative?” Prosegui la lettura…

Incontri ravvicinati di un fantastico tipo!

Cervo Sardo

Cervo Sardo

 

Il complesso forestale della Sardegna sudorientale è uno straordinario gioiello naturalistico. Reso ancora più speciale dalla diffusa presenza del Cervo Sardo (Cervus elaphus corsicanus).

Avere la fortuna di poterlo vedere da vicino non capita spesso e se quando succede si ha a portata di mano una fotocamera non bisogna farsi sfuggire l’occasione…

Juri Iurato Prosegui la lettura…

Categorie:Primo piano Tag: ,

Incontro annuale del Gruppo Ornitologico Sardo.

18 Ottobre 2010 Commenti chiusi

Incontro_GOSRiceviamo e pubblichiamo volentieri.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

Domenica 24 ottobre 2010, con inizio alle ore 9.30, si terrà presso la sala consiliare del Comune di Bosa (OR), l’incontro annuale del Gruppo Ornitologico Sardo.

Naturalmente l’ingresso è libero!

Per maggiori informazioni sul programma e i temi trattati consultate il sito http://gruppoornitologicosardo.blogspot.com.

Come incentivare concretamente l’efficienza energetica.

18 Ottobre 2010 Commenti chiusi
Fenicotteri in volo

Fenicotteri in volo

Detrazioni fiscali del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici – Amici della Terra: “Le detrazioni fiscali sono un vitalizio per consumatori, cittadini e bilancio pubblico e vanno prorogate fino al 2020”.

 

Roma, 15 ottobre 2010 - Gli Amici della Terra appoggiano l’appello lanciato ieri da Assolterm e Assotermica (le due principali Associazioni che rappresentano i settori degli impianti termici a solare e dei generatori di calore a condensazione) sui benefici economici e sociali prodotti dal meccanismo delle detrazioni fiscali del 55% e sottolineano che essi si estenderebbero agli aspetti sanitari e ambientali. Prosegui la lettura…

Le ragioni del no al Gasdotto Brindisi-Minerbio

simulazione lavori di realizzazione del gasdotto (Studio Newton, Fano)

simulazione lavori di realizzazione del gasdotto (Studio Newton, Fano)

In seguito al Ricorso Europeo contro il Gasdotto Brindisi Minerbio, presentato dal Gruppo d’intervento Giuridico e sottoscritto da diversi Comitati, Amministrazioni Provinciali e Locali di Umbria e Marche e da Associazioni Ambientaliste e venatorie,  è sembrato doveroso ed opportuno da parte del Comitato No Tubo dare spiegazioni e delucidazioni sulla propria “battaglia” ai lettori di questo Blog.

Essere contrari al tracciato di un gasdotto può sembrare ad una prima lettura anacronistico e dimostrativo del fenomeno “Nimby”, una comoda etichetta con la quale vengono bollati, chi più chi   meno, tutti i Comitati Italiani che si battono per questioni di carattere ambientale e per la salute.

Per questo motivo vogliamo spiegare  le ragioni profonde  del nostro “No” al tracciato prescelto per questo gasdotto, denominato Rete Adriatica, presentato nell’anno 2004 e di cui sin dall’inizio si sono occupati alcuni cittadini di un paesino montano di circa 2000 anime chiamato Apecchio, sito tra tra le Marche (PU) e la Valtiberina (PG), in mezzo agli Appennini e ai piedi del Monte Nerone. Prosegui la lettura…

La L.A.C. salva i pesci dei navigli milanesi.

17 Ottobre 2010 Commenti chiusi

DSCN4365

Incredibile, ma ancora una volta, in spregio a ogni promessa e impegno preso, e persino a una prassi consolidata di qualche anno fa, le “autorita’ preposte” hanno tolto tutta l’acqua dai navigli milanesi per una cosiddetta pulizia.  E, sotto gli occhi di tutti, migliaia, milioni di pesci e di altri animaletti acquatici agonizzano e muoiono nelle pozze sempre piu’ piccole, per poi restare a decomporsi con alghe e altra poltiglia maleodorante.  Strana idea di pulizia, per giunta in contrasto con la legge (art. 7 del regio decreto n. 1486/1914: “Se per altri scopi – e tra essi anche quello della piscicoltura – si debba procedere al prosciugamento di bacini o di corsi d’acqua, compresi i canali e i «navigli», tanto pubblici quanto privati che si colleghino con le acque pubbliche, deve darsene avviso in tempo utile al presidente della giunta provinciale; in ogni caso, durante la cosiddetta «asciutta», completa o incompleta, la pesca è ivi proibita, ed il pesce eventualmente rimasto dev’essere comunque immesso nelle acque comunicanti con quei bacini o corsi”). Prosegui la lettura…