Archivio

Archivio Marzo 2011

Le torbide acque di Buggerru.

Buggerru, condotta di scarico rotta

Buggerru, condotta di scarico rotta

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra, in seguito a numerose segnalazioni da parte di cittadini preoccupati, hanno inoltrato (31 marzo 2011) una richiesta di informazioni a carattere ambientale e di adozione degli opportuni provvedimenti, alle pubbliche amministrazioni competenti (tra le quali, il Ministero dell’Ambiente, l’A.R.P.A.S., l’Assessore all’ambiente della Provincia di Carbonia-Iglesias), al Corpo forestale e di vigilanza ambientale e, per opportuna conoscenza, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, relativamente al possibile fenomeno di inquinamento delle acque antistanti il porto di Buggerru. Prosegui la lettura…

Il condominio taglia-alberi.

taglio alberi

 

Ci arrivano spesso richieste come quelle di P.S., un cittadino cagliaritano che vuole opporsi al taglio immotivato, deciso dall’amministratore di un condominio e da alcuni condòmini, di “due alberi abeti di vent’anni”, “due
alberi sanissimi, che non hanno mai arrecato danni a persone cose o animali
o fogne, sono bellissimi e hanno l’eta’ dei miei figli”
.      P.S. ci ha detto di essersi rivolto precedentemente al Comune di Cagliari, al Corpo forestale e di vigilanza ambientale, a Legambiente, ai Verdi, senza esito. 

Ecco che cosa si può fare, a nostro parere. Prosegui la lettura…

Un piano urbanistico “a volumi zero” per Firenze?

Firenze, Battistero e Duomo

Firenze, Battistero e Duomo

Firenze sta per approvare il suo piano strutturale (artt. 21 e ss. della legge regionale Toscana n. 1/2005), già adottato con deliberazione Consiglio comunale n. 49 del 24 luglio 2007 senza il rispetto delle normative in materia di valutazione ambientale strategica – V.A.S., motivazione per cui il Gruppo d’Intervento Giuridico aveva inoltrato specifico ricorso (13 aprile 2009).   Successivamente è stato modificato e nuovamente adottato con deliberazione Consiglio comunale n. 2010/C/00057 del 13 dicembre 2010 comprensiva della documentazione ai fini della procedura di V.A.S.

L’Amministrazione comunale del Sindaco Matteo Renzi, astro nascente del P.D., ne parla come di un piano strutturale “a volumi zero”, ma le critiche e i dubbi non mancano.    Soprattutto rimarrebbero attuali vere e proprie speculazioni immobiliari pesantissime per il territorio fiorentino come quella della piana di Castello, già salita alla ribalta giudiziaria. Prosegui la lettura…

Questa revisione strisciante del piano paesaggistico regionale è illegittima!

Chia, Torre costiera e foce del Rio di Chia

Chia, Torre costiera e foce del Rio di Chia

  

Le associazioni ecologiste Amici della Terra, Gruppo d’Intervento Giuridico e Lega per l’Abolizione della Caccia hanno rivolto (30 marzo 2011) una specifica istanza al Presidente della Regione autonoma della Sardegna, all’Assessore regionale dell’urbanistica e al Direttore generale regionale della pianificazione urbanistico-territoriale per essere formalmente e concretamente coinvolte nel processo di modifica del piano paesaggistico regionale, avviato in modo strisciante, confuso e pasticciato con il programma “Sardegna nuove idee” a partire dal giugno 2009 e recentemente condensatosi in un “tavolo delle risultanze” il 18 febbraio 2011.   Prosegui la lettura…

Save the date – Seconda Conferenza nazionale sulle rinnovabili termiche.

Web

 

Si terrà a Roma il 19-20 aprile 2011 la II Conferenza nazionale sulle rinnovabili termiche promossa dagli Amici della Terra

Presentazione della conferenza

Il riscaldamento e il raffrescamento rappresentano quasi il 50% dei consumi finali di energia e possono essere soddisfatti in parte da fonti rinnovabili come il solare termico, le biomasse solide, liquide e gassose, l’energia aerotermica, idrotermica e geotermica. Prosegui la lettura…

Massacratori di ginepri, a Porto sa Ruxi (Villasimius).

Ginepro tagliato, Porto sa Ruxi

Ginepro tagliato, Porto sa Ruxi

Ecco che cosa è stato accertato dai soci del Gruppo d’Intervento Giuridico nei giorni scorsi: un secolare Ginepro (Juniperus phoenicea L.) è stato tagliato sulle dune di Porto sa Ruxi, a Villasimius (CA), anche se i delinquenti autori del fatto non sono riusciti completamente nella loro opera. Prosegui la lettura…

Stop al radar a Capo Sperone!

Il Semaforo, rudere

Il Semaforo, rudere

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra, raccogliendo la preoccupata segnalazione da parte di residenti, hanno inoltrato (28 marzo 2011) una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e adozione degli opportuni provvedimenti riguardo l’installazione di un potente radar per conto della Guardia di Finanza in località Il Semaforo – Capo Sperone, in Comune di S. Antioco (CI), presso la storica struttura di segnalazione e avvistamento oggi in rovina.

Coinvolti il Ministero per i beni e attività culturali, l’Assessorato regionale dell’urbanistica, la Soprintendenza per i beni ambientali di Cagliari, il Servizio regionale tutela paesaggistica, il Comune di S. Antioco, l’A.R.P.A.S., il Corpo forestale e di vigilanza ambientale.  Informata anche la competente magistratura. Prosegui la lettura…

Schizofrenìe umane..e gli Orsi ne fanno le spese.

Video importato

YouTube Video

Schizofrenici segnali sulla finora valida politica di salvaguardia dell’ Orso bruno (Ursus arctos) sulle Alpi.  Da sempre un piccolo nucleo è presente nel Trentino, fra la Val di Non e la Val di Genova. E’ in corso un ripopolamento (progetto  da parte della Provincia autonoma di Trento), ma fa ben sperare, soprattutto, il ritorno spontaneo. Sono ormai una ventina gli esemplari sulle Alpi friulane, provenienti dalla confinante Slovenia. Significa che le condizioni ambientali sono migliorate e, probabilmente, è migliorato anche l’atteggiamento dell’uomo verso questo grande signore del bosco.

Ora, invece, il Presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai vuol capire se “l’orso può convivere con l’uomo”.   La risposta è intuitiva: basta pagare gli indennizzi per i danni effettivamente subiti da agricoltori e allevatori e lasciare in pace l’orso. Prosegui la lettura…

Aiuta l’ambiente con il tuo 5 per mille!

CASCATA

Anche quest’anno è possibile destinare una quota pari al cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche ad associazioni non lucrative – onlus tra le quali anche il Gruppo d’Intervento Giuridico.

Prosegui la lettura…

I Sardi gridano i loro “SI” contro il “ritorno” del nucleare!

manifestazione anti-nucleare, Cagliari, 26 marzo 2011

manifestazione anti-nucleare, Cagliari, 26 marzo 2011

Grandissimo successo della manifestazione contro il “ritorno” al nucleare promossa dal Comitato per il referendum consultivo regionale contro il nucleare e svoltasi oggi, sabato 26 marzo 2011, a Cagliari.

Almeno 5 mila partecipanti, magliette e bandiere colorate, striscioni, maschere anti-gas, musica, biciclette e tanta allegria.        Movimenti, partiti, associazioni, comitati, ma soprattutto tanta gente comune. Prosegui la lettura…

In difesa del paesaggio agricolo sabino.

25 Marzo 2011 Commenti chiusi
Colonnetta La Memoria, campagna

Colonnetta La Memoria, campagna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le associazioni Sabina Ambiente e Paesaggio e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno inoltrato (24 marzo 2011) una richiesta di informazioni a carattere ambientale alla Direzione generale Territorio e Urbanistica della Regione Lazio, al Corpo forestale dello Stato e al Comune di Montopoli in Sabina riguardo la realizzazione di una serie di picchetti prodromici a una probabile attività edilizia per la realizzazione di capannoni artigianali nell’area di interesse storico-cultruale Colonnetta – La Memoria, nella campagna di Montopoli Sabina (RI). Prosegui la lettura…

Manifestazione anti-nucleare, a Cagliari!

24 Marzo 2011 Commenti chiusi

nucleare,_no_grazie,_2011

 

Sabato 26 marzo 2011, con partenza alle ore 15.00 da Piazza Giovanni XXIII, si svolgerà a Cagliari una manifestazione promossa dal Comitato per il referendum consultivo regionale contro il nucleare.   Il corteo si snoderà lungo vie e piazze cittadine per concludersi in Piazza Garibaldi, dove si terrà un concerto (Tzoku, Dr.Drer & CRC Posse).

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra invitano tutti i cittadini a votare SI al referendum sull’abrogazione delle norme che prevedono il ritorno al nucleare in Italia il prossimo 12 giugno 2011 e invitano i cittadini sardi a votare SI al referendum consultivo regionale sul nucleare previsto per il prossimo 15 maggio 2011

Sabato tutti alla manifestazione!

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra Prosegui la lettura…

Il Gruppo d’Intervento Giuridico in Umbria e nelle Marche.

crinale appenninico, Apecchio

crinale appenninico, Apecchio

 

Il 21 marzo 2011 sono state istituite le sedi regionali del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus in Umbria e nelle Marche, coordinate rispettivamente da Stefano Luchetti (Città di Castello) e da Aldo Cucchiarini (Apecchio).   

Da tempo, ormai, l’attività del Gruppo d’Intervento Giuridico ha attraversato il mare dalla Sardegna verso le altre regioni italiane, su richieste pressanti provenienti da ogni parte d’Italia.    In particolare ha acquisito rilievo la dura e difficile battaglia contro un tracciato folle scelto dal gruppo Snam per il suo gasdotto “Rete Adriatica”, che – in realtà – devasterebbe l’Appennino, dalla Puglia all’Emilia-Romagna.  Prosegui la lettura…

Stop al cemento a Tuvixeddu!

P.P.R., area di Tuvixeddu-Tuvumannu (entro la riga continua gialla)

P.P.R., area di Tuvixeddu-Tuvumannu (entro la riga continua gialla)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno inoltrato (23 marzo 2011) una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e adozione degli opportuni interventi riguardo la proposta di variante del noto intervento immobiliare sui Colli di Tuvixeddu e Tuvumannu (“Progetto di riqualificazione urbana e ambientale dei Colli di S. Avendrace”) presentata dalle Società Nuova Iniziative Coimpresa s.r.l. e Edilstrutture s.r.l. e già approvata dalla Giunta municipale con deliberazione n. 48 del 18 marzo 2011. Prosegui la lettura…

Perché in ogni caso a Malfatano e Tuerredda lo scempio sarà inferiore al previsto.

autorizzazione_idrogeologica_Malfatano,_2004,_1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questi mesi abbiamo più volte sentito l’Amministrazione comunale di Teulada e la S.I.T.A.S. s.p.a. ribadire pubblicamente con decisione che potevano realizzare le volumetrie previste nel devastante progetto immobiliare in corso di edificazione sulla costa teuladina non solo a Tuerredda e Malfatano, ma anche a Cala Antoni Areddu, nello splendido promontorio di Capo Spartivento.   Solo la loro sensibilità ambientale aveva portato alla decisione di spostare ruspe e mattoni per concentrarli a Tuerredda.

Parecchie persone ci hanno contattato, preoccupatissime.

Le cose non stanno così. Prosegui la lettura…

Sei contrario al nucleare? Vota “SI” ai referendum!

Video importato

YouTube Video

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra invitano tutti i cittadini a votare SI al referendum sull’abrogazione delle norme che prevedono il ritorno al nucleare in Italia il prossimo 12 giugno 2011 e invitano i cittadini sardi a votare SI al referendum consultivo regionale sul nucleare previsto per il prossimo 15 maggio 2011.     Intanto un po’ di sana informazione, a Carloforte.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

  Prosegui la lettura…

S.O.S. Rospi!

21 Marzo 2011 Commenti chiusi
rospi

rospi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non c’è bisogno d’una principessa che li baci e li faccia ritornar principi, ma sono necessari tanti volontari!

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

CERCASI ROSPISTI URGENTEMENTE!

L’arrivo della primavera ha dato il via alla migrazione dei rospi e di molti altri anfibi: partite le operazioni di salvataggio.  Sono già 18.000 i rospi e le rane salvate nella prima settimana dell’operazione salva rospi. Prosegui la lettura…

Energia solare: dove, se non in Sardegna (e nel resto d’Italia)?

pannello fotovoltaico

La Sardegna è una delle regioni ideali per lo sviluppo corretto e virtuoso dell’energia alternativa da fonte solare (energia solare termica, energia solare termodinamica, energia solare fotovoltaica).      Altro che energia nucleare, altro che eolico selvaggio.

Un’inchiesta de La Nuova Sardegna ne propone aspetti, approfondimenti, contraddizioni.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

energia solare in Sardegna

energia solare in Sardegna

da La Nuova Sardegna, 20 marzo 2011

Solare, gara per rilanciare le rinnovabili.  No al decreto taglia-incentivi dalle imprese, dai sindacati e dagli ambientalisti. Prosegui la lettura…

Fukushima, disastro nucleare. Italia, ottusità nucleare.

 

Video importato

YouTube Video

Il Giappone e, di riflesso, tutto il mondo sta vivendo il dramma del disastro nucleare di Fukushima.  L’Italia, grazie a una delle scelte più imbecilli che il Governo potesse fare, sta ottusamente ritornando all’utilizzo dell’energia nucleare.  Solo ora, timidamente, qualche dubbio sta balenando nella mente di qualche ministro.

Una scelta folle, ma non disinteressata, come sembra emergere da un’importante inchiesta de L’Espresso.

Desideriamo rammentare i tanti e motivati “no” al ritorno al nucleare, condensati nell’articolo dello scienziato Angelo Baracca (L’Italia torna al nucleare?).

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra (promotori dei referendum anti-nucleari del 1987)  ritengono che sia da respingere questo “ritorno” del nucleare in Italia, più imposto che voluto. Sostengonola ricerca e la promozione delle energie alternative e rinnovabili, in primo luogo quelle di fonte solare (energia solare termica, energia solare termodinamica, energia solare fotovoltaica). Prosegui la lettura…

Nuovo ricorso europeo contro il P.U.C. di Siniscola.

borgo di S. Lucia, veduta aerea

borgo di S. Lucia, veduta aerea

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra insieme al locale Comitato Salviamo Santa Lucia hanno inoltrato (18 marzo 2011) alla Commissione europea un nuovo ricorso per verificare il rispetto della normativa comunitaria sulla valutazione ambientale strategica – V.A.S. riguardo il piano urbanistico comunale – P.U.C. di Siniscola (NU) dopo il parere positivo – e palesemente illegittimo – emanato dalla Provincia di Nuoro (determinazione n. 316 del 4 febbraio 2011 la Provincia di Nuoro – Direzione generale – Ufficio di Piano).

Il ricorso è stato inoltrato anche alla  Direzione generale delle Valutazioni Ambientali del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, alla Direzione generale regionale per la pianificazione urbanistica e territoriale, al Servizio regionale valutazione impatti per i provvedimenti di competenza. Prosegui la lettura…

Il Consiglio di Stato dà una grossa mano d’aiuto a Tuvixeddu.

Tuvixeddu, tutto secondo copione.

anche su Il Manifesto Sardo (Una grossa mano a Tuvixeddu), n. 94, 16 marzo 2011, insieme agli articoli di Marcello Madau (Tuvixeddu e l’articolo 9) e di Alfonso Stiglitz (Tuvixeddu salvo e poi?).

Il Consiglio di Stato, VI Sezione, con sentenza 3 marzo 2011, n, 1366 ha accolto il ricorso della Regione autonoma della Sardegna (Amministrazione Soru) avverso la sentenza del T.A.R. Sardegna, II Sezione, 14 novembre 2007, n. 2241, che aveva annullato le disposizioni di tutela discendenti dal piano paesaggistico regionale – P.P.R. Prosegui la lettura…

Inceneritori zero, l’alternativa è possibile.

centrale eolica e termovalorizzatore C.A.C.I.P.

centrale eolica e termovalorizzatore C.A.C.I.P.

 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo volentieri.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

Comitato NON BRUCIAMOCI IL FUTURO

http://nonbruciamocimacomer.blogspot.com/

Incontro – Dibattito

INCENERITORI ZERO – L’alternativa è possibile Prosegui la lettura…

Auguri Italia, auguri a tutti noi italiani!

16 Marzo 2011 Commenti chiusi

 

Monumento ai Martiri del Risorgimento, Cagliari

Monumento ai Martiri del Risorgimento, Cagliari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 17 marzo 2011 l’Unità d’Italia compie 150 anni.     Difficoltà, ingiustizie, contraddizioni non sono mancate e non mancheranno.   Fortunatamente sono ben presenti i progressi, i miglioramenti, i successi di questo nostro splendido Paese.        Vi segnaliamo un modo semplice e molto significativo per ricordare chi ha fatto tantissimo per noi, fino a dare la vita: un piccolo mazzetto di fiori al monumento nelle nostre città e paesi dedicato ai martiri del Risorgimento, ai caduti di tutte le guerre, ai morti della Resistenza.    E’ comunque una bella festa.   Auguri all’Italia e a tutti gli italiani!

Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Fermiamo lo “stupro correttivo” in Sud Africa.

16 Marzo 2011 Commenti chiusi

stop corrective rapeLo chiamano “stupro correttivo” ed è il metodo usato dagli uomini sudafricani per curare l’omosessualità delle loro connazionali lesbiche, malate della sindrome di non attrazione sessuale verso il maschio, evidentemente intollerabile per il maschio. In realtà, si tratta solo dell’ennesima manifestazione di odio verso le donne e di prepotente prevaricazione da parte di esseri umani che pensano di essere al di sopra delle leggi e al di sopra delle regole di convivenza civile che caratterizzano una democrazia ed è una pratica non degna di un Paese come il Sud Africa, che ha fatto del suo impegno contro l’apartheid, contro le discriminazioni razziali e sessuali, un simbolo di libertà Prosegui la lettura…

Abusivismo edilizio venatorio, a Lumezzane (BS)

capanno di caccia nel giardino di casa, Lumezzane

capanno di caccia nel giardino di casa, Lumezzane

Il Gruppo d’Intervento Giuridico ha condiviso (esposto del 23 febbraio 2011) e sostiene la battaglia della Lega per l’Abolizione della Caccia contro l’incredibile abusivismo edilizio venatorio in Lombardia, a Lumezzane (BS).

Gruppo d’Intervento Giuridico 

 

DIFFUSO ABUSIVISMO EDILIZIO A LUMEZZANE, ROCCAFORTE DELLA LEGA MORALIZZATRICE

Decine di aree edificate abusivamente a scopo residenziale e di caccia da appostamento fisso. Prosegui la lettura…

Può un Crocefisso turbare la giustizia e la libertà religiosa?

Crocifisso di S. Spirito, Michelangelo Buonarroti, 1493 circa

Crocifisso di S. Spirito, Michelangelo Buonarroti, 1493 circa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Corte di Cassazione, Sezioni unite civili, con sentenza 14 marzo 2011, n. 5924, in assenza di diversa scelta del Legislatore, ha confermato quale legittima la sola presenza del Crocefisso negli uffici pubblici italiani, escludendo che possa trattarsi di minaccia per la libertà religiosa. Si conclude, per ora, così la vicenda innescata dal rifiuto del giudice di pace di Camerino Luigi Tosti di svolgere processi in aule di giustizia dove fosse presente il simbolo religioso.

Che cosa ne pensate?

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

 A.N.S.A., 14 marzo 2011

Crocefisso unico simbolo ammesso in aule.  Cassazione: ‘Non è una minaccia alla libertà religiosa’. Prosegui la lettura…

L’Italia non è il Giappone.

Video importato

YouTube Video

Nella centrale nucleare di Fukushima si è verificata un’esplosione che ha provocato la caduta della griglia di protezione del reattore, feriti, contaminati, evacuazione della popolazione residente nel raggio di venti chilometri. L’Agenzia internazionale dell’energia atomica, sulla base di quanto comunicato dalle autorità giapponesi, ha lanciato l’allarme per altre due centrali nucleari. Il portavoce del governo dichiara che si tratta di una situazione “potenzialmente molto pericolosa” ed è notorio che i giapponesi non hanno la tendenza a creare inutili allarmismi. Prosegui la lettura…

La speculazione immobiliare a Malfatano sul TG 3 Linea Notte.

Video importato

YouTube Video

Ecco il servizio di Giorgio Galleano su TG 3 Linea Notte (11 marzo 2011).  Buona visione!

Gruppo d’Intervento Giuridico

Qui il dossier “Cronaca di una speculazione edilizia annunciata, Malfatano e Tuerredda”

Giappone, l’incubo nucleare.

 

Video importato

YouTube Video

Dopo l’immane tragedia determinata da uno dei più devastanti terremoti di tutti i tempi, il Giappone ora vive anche l’incubo nucleare: la centrale nucleare di Fukushima sta rischiando la fusione in uno dei reattori.

E’ uno dei tanti motivi per dire un bel “no”, secco e categorico, all’utilizzo dell’energia nucleare.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Il Governo ricorre alla Corte costituzionale contro la c.d. caccia in deroga in Sardegna.

 

Pettirosso

Pettirosso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Governo ha accolto la segnalazione proveniente dalle associazioni ecologiste Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia, Gruppo d’Intervento Giuridico e Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli (nota del 25 gennaio 2011) e ha deciso di effettuare ricorso per conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale riguardo la legge regionale Sardegna n. 5/2011 sulla c.d. caccia in deroga.

La recentissima sentenza della Corte di Giustizia europea, 3 marzo 2011, causa C-508/09, è stata solo l’ultimo provvedimento gurisdizionale che ha condannato la c.d. caccia in deroga in Sardegna.

Sarebbe ora che questi tentativi di scarsa virtù ambientale e giuridica terminassero per sempre.

Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia, Gruppo d’Intervento Giuridico

(foto S.D., archivio GrIG)