Archivio

Post Taggati ‘abusivismo edilizio’

Abusivismo edilizio venatorio, a Lumezzane (BS)

capanno di caccia nel giardino di casa, Lumezzane

capanno di caccia nel giardino di casa, Lumezzane

Il Gruppo d’Intervento Giuridico ha condiviso (esposto del 23 febbraio 2011) e sostiene la battaglia della Lega per l’Abolizione della Caccia contro l’incredibile abusivismo edilizio venatorio in Lombardia, a Lumezzane (BS).

Gruppo d’Intervento Giuridico 

 

DIFFUSO ABUSIVISMO EDILIZIO A LUMEZZANE, ROCCAFORTE DELLA LEGA MORALIZZATRICE

Decine di aree edificate abusivamente a scopo residenziale e di caccia da appostamento fisso. Prosegui la lettura…

Presunta lottizzazione abusiva a Orosei. A giudizio.

rustico edilizio

rustico edilizio

Un nuovo caso di abusivismo edilizio va a giudizio. Il prossimo 13 giugno presso il Tribunale di Nuoro si terrà l’udienza preliminare relativa alla realizzazione – su 24 ettari di terreno – di un’estesa lottizzazione abusiva, secondo l’ipotesi della Procura della Repubblica di Nuoro, a Sas Petras Biancas – Su Milanesu, in Comune di Orosei (NU), già posta sotto sequestro preventivo da parte del Corpo forestale e di vigilanza ambientale (novembre 2008).    Le aree facevano parte in origine del demanio civico di Orosei, parte di 170 ettari concessi a una cooperativa locale vitivinicola. Nel 1989 vennero affrancati dai soci della cooperativa e 24 ettari furono frazionati e venduti a terzi.   Le “case rurali” poi realizzate sarebbero semplicemente ville.   Sono 45 gli indagati, fra cui gli acquirenti, il tecnico comunale Efisio Roych, il professionista autore del frazionamento.  Di attività agricola, causa dell’avvenuto affrancamento dei terreni già appartenenti al demanio civico, manco l’ombra. Prosegui la lettura…

Si trovano davvero finte case agricole e vere ville nel Sinis.

10 Febbraio 2011 Commenti chiusi

cantiere nel Sinis, Cabras

cantiere nel Sinis, Cabras


Il Comune di Cabras – Settore tecnico ha comunicato (nota n. 1835 del 27 gennaio 2011), in seguito all’esposto inoltrato (23 dicembre 2010) dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra alle amministrazioni pubbliche e magistratura competenti, che “tutti i fabbricati ricadenti nelle zone di cui alle fotografie … allegate sono … stati oggetto di verifica ed alcuni accertamenti hanno poi portato all’attivazione delle procedure di legge in materia di repressione di abusi edilizi, nonché all’apertura di procedimenti penali tuttora in corso”.  Il Comune di Cabras ha fornito, poi, ampia documentazione sulle strutture edilizie in proposito. Prosegui la lettura…

La Sardegna terra promessa della speculazione golfistica?

Pineta costiera di Is Arenas e gru

Pineta costiera di Is Arenas e gru

La Commissione permanente “urbanistica” del Consiglio regionale della Sardegna si appresta a varare un testo unificato sulla promozione del golf, che sarà successivamente sottoposto all’esame dell’Aula assembleare. L’originaria proposta di legge dei Riformatori (la n. 83 del 12 ottobre 2009) sarebbe stata modificata in più punti, indicando nei soli progetti di qualità quelli da approvare e sostenere. Prosegui la lettura…

Seminari sulle valutazioni di impatto ambientale e sui provvedimenti in materia di abusivismo edilizio.

cascata dei Sette Fratelli, S. Pietro Paradiso

cascata dei Sette Fratelli, S. Pietro Paradiso

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico, presso la sede di Cagliari (Via Cocco Ortu n. 32 – telefono e telefax 070/490904), organizzano due seminari su temi particolarmente attuali del diritto ambientale: il primo si occupa di approfondire le tematiche delle valutazioni di impatto ambientale e si terrà venerdi  22 ottobre e venerdi 29 ottobre 2010, con inizio alle ore 18.30.   Il Seminario avrà particolare riferimento alle problematiche pratiche ed all’esame di procedimenti di valutazione di impatto ambientale – V.I.A. espletati in Sardegna.  Il secondo seminario è incentrato sulle tematiche concernenti i provvedimenti in materia di abusivismo edilizio, si terrà venerdi 5 novembre 2010, con inizio alle ore 18.30, e consente di esaminare ed approfondire aspetti di carattere concreto con particolare riferimento alla casistica sarda.   Ai partecipanti sarà fornito materiale didattico in formato digitale e sarà consegnato un attestato di frequenza.    Prosegui la lettura…

La Procura della Repubblica di Cagliari avvia le procedure per la demolizione del complesso abusivo dello Stagno di Porto Pino!

Airone cinerino

Airone cinerino

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari ha inoltrato al Presidente della Regione autonoma della Sardegna l’ordine di demolizione e di ripristino ambientale del complesso abusivo sull’Isoletta di Corrumanciu, nello Stagno di Porto Pino (S. Anna Arresi, CI): 45 strutture edilizie prive di autorizzazione paesaggistica che devono essere demolite secondo la sentenza della Corte di Cassazione, sezione III, 7 ottobre 2009, n. 38921 ormai passata in giudicato. Una vicenda di abusivismo edilizio sanzionata grazie all’incessante azione delle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra in sede di segnalazione alle autorità competenti, in sede giudiziaria, in sede di richiesta di esecuzione del giudicato penale.   Ora spetta al Presidente della Regione Cappellacci muoversi. Senza perdere tempo.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra Prosegui la lettura…

Sgombrato il “campeggio” abusivo S. Igori, ad Alghero.

campeggio S. Igori, Porto Conte, Alghero

campeggio S. Igori, Porto Conte, Alghero

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico – da svariati anni duramente impegnate quasi in solitudine per restituire legalità e rispetto dell’ambiente anche sul litorale di Porto Conte – esprimono soddisfazione per l’avvenuto sgombero del “campeggio” di S. Igori, nel parco naturale di Porto Conte, Alghero (SS), oggetto di specifico provvedimento di sequestro preventivo della magistratura e auspicano che sia solo uno dei primi passi per riportare e mantenere le originarie condizioni ambientali di un vero e proprio gioiello naturale costiero della Sardegna.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico

da La Nuova Sardegna, 5 agosto 2010

Alghero. Sigilli a Sant’Igori, sfrattati duemila campeggiatori. Prosegui la lettura…

Scivu e Piscinas, gioiello naturalistico del Mediterraneo da difendere.

22 Luglio 2010 Commenti chiusi
Scivu, impronte di Cervo sardo sulle dune

Scivu, impronte di Cervo sardo sulle dune

Nulla è comparabile alle dune di PiscinasScivu. Quindici km. di dune, ginepri, macchia, un mare selvaggio, cervi sardi, rapaci.   Ma la battaglia contro la speculazione immobiliare e il degrado strisciante è infinita, il rischio degli incendi è sempre presente, anche l’abbandono incontrollato di rifiuti. Noi, come sempre, cerchiamo di fare la nostra parte.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

 

da La Nuova Sardegna, 22 luglio 2010

Scivu, bellezza selvaggia Ma fuoco e cemento minacciano di deturparla. Renato Soru acquistò un’area per difenderla dalle speculazioni.   Giampaolo Meloni Prosegui la lettura…

Demolire gli abusi edilizi, risanare l’ambiente, a Porto Conte. Alghero.

Piano per l'edilizia, bluff regionale!

 

 

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico hanno provveduto ad inoltrare un nuovo esposto (20 luglio 2010) alle pubbliche amministrazioni statali (Ministeri dell‘ambiente e per i beni e attività culturali, Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici, Soprintendenza ai beni ambientali di Sassari), regionali (Assessorato regionale dell‘urbanistica, Servizio tutela del paesaggio di Sassari) e locali (Provincia di Sassari, Comune di Alghero), al Corpo forestale e di vigilanza ambientale, alle Procure della Repubblica presso il Tribunale di Sassari ed alla Commissione europea, richiedendo puntuali informazioni ed interventi specifici in relazione ai numerosi campeggi abusivi sulla costa di Porto Conte – S. Imbenia, in area rientrante nel parco naturale regionale “Porto Conte”, in un sito di importanza comunitaria, tutelata con vincolo paesaggistico e con vincolo di conservazione integraleProsegui la lettura…

Abusi edilizi nel Sinis. E sequesti preventivi.

rustico edilizio

rustico edilizio

L’attività di controllo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Oristano e del Corpo forestale e di vigilanza ambientale ha portato alla rilevazione di 12 abusi edilizi nella penisola del Sinis, Comune di Cabras (OR).   Quasi tutti i responsabili hanno chiesto e ottenuto il c.d. patteggiamento, con la demolizione degli abusi realizzati.    Un altro caso all’esame della Procura della Repubblica di Oristano è quello della lottizzazione abusiva di Sa Rocca Tunda, in Comune di S. Vero Milis, posta sotto sequestro preventivo nel 2009: il sindaco Flavia Adelia Murru ha emanato anche un’ordinanza (la n. 68 dell’8 luglio 2010) di sgombero delle persone per pubblici proclami per il rischio incendi. Forse, però, si tratta di preludio della demolizione.   Prosegui la lettura…

Un campeggio-bidonville a due passi dal mare, ad Agumu (Pula).

Campeggio Golfo dei Fenici, Agumu, Pula

Campeggio Golfo dei Fenici, Agumu, Pula

C’è un campeggio che assomiglia sempre più a una bidonville, a due passi dalla spiaggia di Agumu, a Pula (CA), in un territorio che viene sbandierato continuamente come avente vocazione turistica.  Eppure prosperano roulottes, baracche, scarichi di dubbia depurazione (se mai vi fosse).

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno, quindi, inoltrato un nuovo esposto (dopo quelli del novembre 2008 e dell’ ottobre 2007) alle pubbliche amministrazioni statali (Ministero per i beni e attività culturali e Soprintendenza ai beni ambientali di Cagliari), regionali (Assessorato regionale dell’urbanistica, Servizio tutela del paesaggio di Cagliari) e locali (Comune di Pula), al Corpo forestale e di vigilanza ambientale, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari richiedendo puntuali informazioni a carattere ambientale ed interventi specifici in relazione alla verifica della legittimità dei medesimi insediamenti.    E’ stata sollecitata, inoltre, la verifica delle posizioni di amministratori e funzionari pubblici e l’adozione di provvedimenti di sequestro cautelativo per evitare ulteriori danni ambientali, anche in conseguenza di scarichi non adeguatamente depurati.  Prosegui la lettura…

Una proposta di legge regionale per demolire gli abusi edilizi.

La tutela del Bel Paese.

L’on. Claudia Zuncheddu (RossoMori) ha presentato presso il Consiglio regionale sardo la proposta di legge n. 170 (depositata il 19 maggio 2010) Esecuzione dei provvedimenti di demolizione di opere abusive e di ripristino ambientale in sede sostitutiva finalizzata allo svolgimento in via sostitutiva delle operazioni di demolizione degli abusi edilizi e del conseguente ripristino ambientale da parte della Regione autonoma della Sardegna in sostituzione dei Comuni inadempienti.   In Sardegna, infatti, le demolizioni di abusi edilizi avvenute negli ultimi 15 anni sono state curate dalla Magistratura (in conseguenza di sentenze penali passate in giudicato) con l’ausilio di personale e mezzi dell’Esercito.

L’on. Claudia Zuncheddu ha ripreso una proposta avanzata dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra più volte nel corso degli ultimi anni sia all’Amministrazione regionale Soru che all’Amministrazione regionale Cappellacci senza alcun esito.

Ora il Consiglio regionale dovrà esaminare la proposta. Prosegui la lettura…

Sospensione delle demolizioni in Campania e in Ogliastra, non nelle aree tutelate con vincoli ambientali.

demolizione abusi edilizi, Baccu Mandara, 2002

demolizione abusi edilizi, Baccu Mandara, 2002

Le dichiarazioni sulle potenziali disparità di trattamento in materia di demolizione degli abusi edilizi fra quelli realizzati in Campania e quelli realizzati in Ogliastra riportate dai mezzi di informazione dal Procuratore della Repubblica di Lanusei dott. Domenico Fiordalisi – verso cui le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico nutrono la massima stima per la quotidiana opera svolta di ripristino della legalità – portano a una precisazione che appare opportuna per evitare possibili equivoci e aspettative.

Il decreto-legge 28 aprile 2010, n. 62 sospende “fino al 30 giugno 2011 le demolizioni di immobili destinati esclusivamente a prima abitazione, siti nel territorio della regione Campania, disposte a seguito di sentenza penale, purche’ riguardanti immobili occupati stabilmente da soggetti sforniti di altra abitazione e concernenti abusi realizzati entro il 31 marzo 2003?. Tuttavia, “si procede, in ogni caso, alla demolizione ove … sia stata accertata la violazione di vincoli paesaggistici previsti dalla normativa nazionale vigente”.

Quindi, in caso di sentenze di condanna passate in giudicato per abusi edilizi in violazione di vincoli paesaggistici non c’è alcuna sospensione delle operazioni di demolizione. Nemmeno in Campania. Prosegui la lettura…

Un “palazzo” sul mare, al Becco, Carloforte.

lavori edilizi, Il Becco, Carloforte

lavori edilizi, Il Becco, Carloforte

Un tempo c’era il cantiere minerario di Capo Becco (o Capo Rosso), miniera di ocra-manganese.  Piccoli ruderi, cameroni dei minatori, macchinari d’estrazione in disuso. Oggi gli edifici sono diventati residenze stagionali, eppure c’è chi non si limita ad un accurato restauro conservativo ma pretende di realizzare un vero e proprio palazzo sul mare, in un ambiente ed un paesaggio unici.

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno, quindi, inoltrato (13 maggio 2010) alle amministrazioni pubbliche competenti (fra cui il Ministeri dell’ambiente, il Servizio regionale tutela paesaggistica di Carbonia-Iglesias, il Servizio regionale valutazione impatti, la Soprintendenza per i beni ambientali di Cagliari, il Comune di Carloforte) ai Carabinieri del N.O.E., al Corpo forestale e di vigilanza ambientale (informandone la Procura della Repubblica di Cagliari) una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e di adozione degli opportuni provvedimenti riguardo nuovi lavori di natura edilizia (demolizione e costruzione)Prosegui la lettura…

Cambiali elettorali di cemento, in Campania.

26 Aprile 2010 Commenti chiusi
rustico edilizio

rustico edilizio

 Cambiali elettorali di cemento all’incasso, in Campania. Non c’è bisogno di alcun commento.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

 

da Il Fatto Quotidiano, sabato 24 aprile 2010

GLI ABUSI EDILIZI IN CAMPANIA? SALVI PER DECRETO. Patto rispettato: la Carfagna lo aveva promesso in campagna elettorale.   Antonio Massari

Ischia, i carabinieri all’alba sequestrano immobili per 4.500 metri quadrati e 11 milioni di euro, denunciando 51 persone per abusivismo edilizio. Roma, poche ore dopo: il Consiglio dei ministri approva un decreto legge che congela, in tutta la Campania, le demolizioni delle strutture abusive. Ruspe bloccate fino al 30 giugno 2011. Un decreto di pochi articoli e via: sentenze e processi, durati decenni, diventano improvvisamente carta straccia. “È il buongiorno di Stefano Caldoro”, commenta l’europarlamentare dell’Idv Luigi de Magistris. Prosegui la lettura…

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico chiedono la demolizione degli abusi edilizi di Porto Pino.

La Corte di Cassazione: demolire le villette abusive di Porto Pino!Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico hanno chiesto (istanza del 30 marzo 2010) al Procuratore generale presso la Corte d’Appello di Cagliari e al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari di porre in esecuzione l’ordine di demolizione degli abusi edilizi e di ripristino ambientale derivante dalla sentenza della Suprema Corte di Cassazione (sez. III, 7 ottobre 2009, n. 1250) passata in giudicato nei confronti dell’insediamento (45 unità immobiliari, delle quali 36 residenze stagionali e 9 strutture a destinazione commerciale) realizzato dalla Isolotto Immobiliare s.r.l. sull’Isoletta di Corrumanciu, nello Stagno di Porto Pino, in Comune di Sant’Anna Arresi (CI).   Prosegui la lettura…

Abusivismo edilizio in Sardegna e in Corsica, su Mediterradio.

21 Marzo 2010 Commenti chiusi
asfodelo

asfodelo

Lunedì 22 marzo 2010, alle 13.10 in contemporanea su Radio Press e su Radio Corse Frequenza Mora si parla di abusivismo edilizio in Sardegna e in Corsica nella trasmissione Mediterradio.   Per chi volesse sintonizzarsi, il programma è su 88.700 e su 93.500 Mhz, ma è anche on line.   Conducono Vito Biolchini e Pierre-louis Alessandri. In studio Stefano Deliperi (Gruppo d’Intervento Giuridico) a Cagliari, Pierre-laurent Santelli (Collectif Loi Littoral) a Bastia.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Prosegui la lettura…

Nuovo condono edilizio? Nuova, ennesima, vergogna.

Torre di Piscinnì

Torre di Piscinnì

Ennesima porcata sull’ambiente proposta nelle aule parlamentari.    Ritornano alla carica i senatori Carlo Sarro e Vincenzo Nespoli, del P.d.L., con un bel disegno di legge (il n. 2020 del 17 febbraio 2010) per riaprire i termini del condono edilizio, addirittura nelle aree tutelate con vincoli ambientali e paesaggistici.  Una vera vergogna, che contribuirebbe soltanto ad accrescere i dissesti idrogeologici e l’arricchimento della criminalità organizzata nel Mezzogiorno d’Italia.  Scempi ambientali, scempio della legalità e nemmeno decenti incassi per l’erario.

Gruppo d’Intervento Giuridico

da La Repubblica, 12 marzo 2010 Prosegui la lettura…

Costa di Castiadas, terra di abusi.

i ruderi dell'Hotel Villa Rey

i ruderi dell'Hotel Villa Rey

  Sempre più terra di abusi la costa di Castiadas (CA). Clamorosi sviluppi delle indagini sulla ristrutturazione e ampliamento del complesso turistico-edilizio “Villa Rey”, sul litorale di Castiadas: indagati per una sfilza di reati il Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici di Cagliari Gabriele Tola, il dirigente del Servizio comunale urbanistica Giuseppe Floris, imprenditori ed esecutori dei lavori. 

Nel marzo 2008 la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, in seguito alle indagini svolte dal N.I.P.A.F. del Corpo forestale e di vigilanza ambientale, disponeva il sequestro preventivo di parte del cantiere.   Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Il Comune di Cilavegna dorme?

casello diramatore Quintino Sella, Cilavegna

casello diramatore Quintino Sella, Cilavegna

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico ha inoltrato una nuova richiesta di informazioni alle amministrazioni competenti (e, per conoscenza, al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vigevano) relativamente al caso di abusivismo edilizio segnalato da alcuni preoccupati cittadini del Comune di Cilavegna, caso denunciato per la prima volta nel mese di febbraio 2009. Con l’attuale richiesta, l’associazione chiede, ancora una volta, tutte le informazioni relative alle eventuali autorizzazioni amministrative rilasciate, nonché l’adozione dei provvedimenti necessari al ripristino della situazione di legalità nel territorio di Cilavegna. Si ricorda che il Comune di Cilavegna è stato più volte invitato dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Pavia a porre in essere le verifiche e gli adempimenti necessari a garantire il pieno rispetto della legalità e, lo scorso mese di Prosegui la lettura…

Stop alla speculazione edilizia a Villa Rey (Castiadas)!

Come ti risano l'ambiente, con mattoni, cazzuole e cemento. A Villa Rey. La Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Cagliari, con decreto del 4 febbraio 2010, ha disposto l’annullamento dell’autorizzazione paesaggistica rilasciata dal Comune di Castiadas – Ufficio Urbanistica (nota n. 21 del 15 settembre 2009) l’autorizzazione paesaggistica in sede sub-delegata (legge regionale n. 28/1998) in favore del progetto “realizzazione opere di urbanizzazione – piano di risanamento – comparto 10” della Comunione Nuraghe Rey (domiciliata presso lo Studio legale on. prof. avv. Benedetto Ballero), in località Villa Rey. Prosegui la lettura…