Archivio

Post Taggati ‘caccia in deroga’

Il Governo ricorre alla Corte costituzionale contro la c.d. caccia in deroga in Sardegna.

 

Pettirosso

Pettirosso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Governo ha accolto la segnalazione proveniente dalle associazioni ecologiste Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia, Gruppo d’Intervento Giuridico e Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli (nota del 25 gennaio 2011) e ha deciso di effettuare ricorso per conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale riguardo la legge regionale Sardegna n. 5/2011 sulla c.d. caccia in deroga.

La recentissima sentenza della Corte di Giustizia europea, 3 marzo 2011, causa C-508/09, è stata solo l’ultimo provvedimento gurisdizionale che ha condannato la c.d. caccia in deroga in Sardegna.

Sarebbe ora che questi tentativi di scarsa virtù ambientale e giuridica terminassero per sempre.

Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia, Gruppo d’Intervento Giuridico

(foto S.D., archivio GrIG)

Caccia in deroga: condannata l’Italia e la Regione autonoma della Sardegna!

Cormorano

Cormorano

 

La Corte di Giustizia europea ha deciso riguardo la c.d. caccia in deroga la causa C-508/09 su ricorso della Commissione europea in seguito alla procedura di infrazione n. 2004/4242 attivata su ricorso delle associazioni ecologiste Lega per l’Abolizione della Caccia, Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra.   L’Italia e, quindi, la Regione autonoma della Sardegna hanno subìto una dura condanna.

Si ricorda che la Commissione europea, dopo aver aperto la procedura di infrazione n. 2004/4242, proprio su ricorso delle associazioni ecologiste Lega per l’Abolizione della Caccia, Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra (esposti del 13 e 20 febbraio 2004, 22 aprile 2004) contro la legge regionale Sardegna n. 2/2004 (modificata dalla legge regionale n. 4/2006) e il decreto assessoriale n. 3/V del 18 febbraio 2004 e il successivo n. 2225/DecA/3 del 30 gennaio 2009 che avevano autorizzato la c.d. caccia in deroga nel mese di febbraio ai danni di quattro specie avifaunistiche (Storno, Tordo sassello, Passera mattugia, Passera sarda) ha deciso di adìre la Corte di Giustizia europea per la grave violazione della direttiva n. 79/409/CEE sulla tutela dell’avifauna selvatica: il ricorso dell’8 dicembre 2009 ha dato luogo alla causa C-508/09 appena decisa.  Prosegui la lettura…

Sardegna: caccia a febbraio 2011, bye bye…

Pettirosso

Pettirosso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un comunicato stampa dell’Assessore regionale della difesa dell’ambiente Giorgio Oppi mette una pietra tombale sull’ipotesi della caccia a febbraio 2011 in Sardegna.    

Si deve dar atto all’Assessore Oppi di aver compreso con lungimiranza  l’impraticabilità sul piano giuridico dell’ipotesi di caccia in deroga nel mese di febbraio 2011 e di essersi fermato in tempo, prima di far subire all’Italia e alla Sardegna ulteriori pesanti conseguenze solo per compiacere le istanze di una parte del mondo venatorio. Il Governo ha, infatti, impugnato il provvedimento della Giunta regionale del Veneto di contenuto analogo davanti alla Corte costituzionale e un po’ di prudenza è d’obbligo. Prosegui la lettura…

Ricorso ecologista contro la c.d. caccia in deroga: la Sardegna è già davanti alla Corte di Giustizia europea.

vauro_caccia1

 

Le associazioni ecologiste Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia (L.A.C.), Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli (L.I.P.U.) e Gruppo d’Intervento Giuridico hanno richiesto (ricorso del 25 gennaio 2011) al Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi e al Ministro per i rapporti con le Regioni Raffaele Fitto di esperire ricorso governativo avverso la legge regionale 19 gennaio 2011 (non ancora pubblicata sul B.U.R.A.S.) sulla c.d. caccia in deroga per conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale e di predisporre le opportune procedure per l’annullamento (art. 19 bis della legge n. 157/1992 e s.m.i.) del provvedimento assessoriale di prossima emanazione contenente le disposizioni di attuazione della c.d. caccia in deroga per l’anno 2011.

E’ stata informata, per opportuna conoscenza, la Commissione europea. Prosegui la lettura…

Azioni legali contro la caccia a febbraio in Sardegna.

Com’era prevedibile, una maggioranza consiliare attenta ai veri problemi della Sardegna ha dimostrato di che pasta è fatta approvando la proposta di legge n. 237/A del 9 dicembre 2010, predisposta dalla brillante mente giuridica dell’on. Giulio Steri (U.D.C.), già Assessore regionale della sanità, avvocato dello Stato nonché fedele e stretto collaboratore del leader sardo della formazione centrista Giorgio Oppi, attuale Assessore regionale della difesa dell’ambiente.

La legge regionale 19 gennaio 2011 (non ancora pubblicata sul B.U.R.A.S.) è stata approvata con 49 voti favorevoli (P.d.L., P.S.d’Az., U.D.C., Riformatori), 4 contrari (Comunisti – Sinistra Sarda – RossoMori) e 18 astenuti (P.D., I.d.V.). Prosegui la lettura…

Il grande problema della Sardegna: la caccia a febbraio.

Pettirosso

Pettirosso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ piuttosto sconsolante vedere su che cosa s’impegnano pervicacemente i nostri legislatori regionali.   Tutt’altro che dediti a risollevar le condizioni di una regione alla deriva economico-sociale, ecco alcune delle menti giuridiche più brillanti dell’attuale Consiglio regionale dedicarsi a trovar il modo per consentire ai cacciatori sardi (circa 50 mila) di sparacchiare a tordi e a chissà che altri pennuti nel mese di febbraio. Evidentemente per tali legislatori non c’è nulla di più importante. Prosegui la lettura…