Archivio

Post Taggati ‘cagliari’

La XIV Settimana della Cultura sulla Sella del Diavolo!

Sella del Diavolo, Torre del Poetto

 

La Settimana della Cultura, giunta alla XIV edizione, è promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e rappresenta la più ampia manifestazione nazionale per la conoscenza e la valorizzazione dei beni ambientali e culturali del Bel Paese.    Lo slogan è emblematico: “La cultura è di tutti: partecipa anche tu”.

Nell’ambito della XIV Settimana della Cultura le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra promuovono due escursioni guidate sul sentiero naturalistico e archeologico della Sella del Diavolo (Cagliari) nei giorni di sabato 14 aprile 2012 e di domenica 15 aprile 2012, con partenza dal Piazzale di Cala Mosca alle ore 10.00.

L’escursione guidata è particolarmente indicata per scuole di ogni ordine e grado, comitive, turisti, chiunque voglia farsi una passeggiata fra storia, natura, cultura.

La partecipazione è gratuita. Per informazioni e prenotazioni è possibile scrivere a grigsardegna5@gmail.com oppure telefonare al 345-0480069. Prosegui la lettura…

Giornate europee del Patrimonio sulla Sella del Diavolo!

terra, mare, cielo, allla Sella del Diavolo

terra, mare, cielo, allla Sella del Diavolo

 

Il 24 e il 25 settembre 2011 l’Italia partecipa alle Giornate europee del Patrimonio.   L’Italia è il tesoro d’Europa, questo lo slogan per il nostro Bel Paese, purtroppo sempre più martoriato.  

Per due giorni l’Italia si trasformerà in un grande teatro naturale e culturale aperto gratuitamente a tutti, dove centinaia di palcoscenici, sparsi in ogni regione, metteranno in scena, la bellezza, la storia e la cultura del nostro paese. Una festa che si traduce in molteplici modi: aperture di luoghi d’arte, presentazione di restauri e lavori in corso, percorsi naturalistici e storici, convegni di approfondimento, concerti, spettacoli, proiezioni cinematografiche, itinerari gastronomici e soprattutto iniziative nell’ambito della didattica.    Prosegui la lettura…

Cagliari: centro storico, piano particolareggiato, speculazioni e silenzi.

2 Maggio 2011 Commenti chiusi
Cagliari, Torre di S. Pancrazio

Cagliari, Torre di S. Pancrazio

 

anche su Il Manifesto Sardo (“Centro storico, speculazioni e silenzi“), n. 97, 1 maggio 2011

 

Con la deliberazione Consiglio comunale n. 10 del 9 febbraio 2011 l’Amministrazione Floris ha approvato uno degli atti più rilevanti del suo mandato per favorire il solito “sistema” cagliaritano basato sul “mattone”, il piano particolareggiato del centro storico – zona A del Comune di Cagliari e della Municipalità di Pirri.    Pochi i voti contrari, anche da parte delle opposizioni, alcune astensioni.    Poche le “voci” contrarie, in particolare quella del presidente uscente della Circoscrizione Centro Storico Gianfranco Carboni, paradossalmente non candidato dal suo partito (il P.D.) alle prossime elezioni comunali.   Per il resto silenzio. Prosegui la lettura…

Noi siamo disposti a sbaraccare la legnaia dall’Anfiteatro romano di Cagliari!

L'Anfiteatro romano di Cagliari, proprio carne di porco.

Alessandra Anedda, Roberta Aresu, Alessandro Baldussi, Claudia Basciu, Laura Chicca, Nicola Contini, Michela Cossu, Stefano Deliperi, Luigi De Magistris, Paolo Erasmo, Michele Fioraso, Massimiliano Farris, Paolo Fiori, Daniele Floris, Juri Iurato, Guido Loi, Graziella Marceddu, Barbara Mascia, Alessandro Murenu, Fabrizio Murgia, Marco Pitzalis, Marco Pratolino, Andrea Puddu, Andrea Scano, Pier Paolo Spanedda, Nicola Toro, Margherita Zanardi, Elena Zuliani sono i 28 volontari che hanno aderito all’appello via internet promosso dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra e si sono impegnati a mettere a disposizione almeno 10 ore del proprio tempo libero per smontare – sotto la direzione della Soprintendenza archeologica di Cagliari – la legnaiaabusiva che da troppi anni opprime l’Anfiteatro romano di Cagliari. Prosegui la lettura…

Un piano particolareggiato del centro storico illegittimo, a Cagliari.

Cagliari, l'Elefante sulla Torre

Cagliari, l'Elefante sulla Torre

 

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno inoltrato (24 aprile 2011) uno specifico atto di “osservazioni” riguardo il piano particolareggiato del centro storico – zona A del Comune di Cagliari e della Municipalità di Pirriadottato con la deliberazione Consiglio comunale n. 10 del 9 febbraio 2011.

L’atto, per opportuna informazione e i conseguenti provvedimenti, è stato inoltrato anche all’Assessore regionale dell’urbanistica, al Direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici, al Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici di Cagliari, al Soprintendente per i beni archeologici di Cagliari e al Direttore del Servizio regionale tutela paesaggistica di Cagliari. Prosegui la lettura…

La Settimana della Cultura è straordinaria per la Sella del Diavolo!

17 Aprile 2011 Commenti chiusi
gruppo di escursionisti al raduno di Cala Mosca

gruppo di escursionisti al raduno di Cala Mosca

Obiettivi raggiunti nell’ambito della XIII Settimana della Cultura.  Dopo quella di sabato 9 aprile 2011, anche la seconda escursione guidata sul sentiero naturalistico e archeologico della Sella del Diavolo (Cagliari) è stata un successo!   Le escursioni promosse dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico a Amici della Terra hanno portato oltre 250 cagliaritani e turisti a scoprire natura, storia e cultura grazie a due splendide giornate primaverili.     Un bel sole e una leggera brezza hanno fatto da contorno all’escursione svolta questa mattina con le approfondite indicazioni del prof. Antonello Fruttu e delle guide Laura, Cristiana, Francesca. Prosegui la lettura…

La Procura della Repubblica indaga (finalmente!) sulla “legnaia” che copre l’Anfiteatro romano.

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Finalmente la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari ha aperto un’indagine relativa all’abusiva legnaia che da troppi anni opprime l’Anfiteatro romano di Cagliari.   Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra, che si battono da oltre dieci anni per la tutela e la corretta fruizione del bene culturale, esprimono il loro forte apprezzamento in proposito e – qualora si giunga a dibattimento penale – presenteranno istanza di costituzione di parte civile nel relativo procedimento.     Si ricorda che è in corso un altro procedimento penale relativo all’affidamento dell’Anfiteatro per spettacoli a fini di lucro senza alcuna selezione del soggetto affidatario.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra Prosegui la lettura…

Quando un giornale “inventa” un clima di paura.

uomo wc

 

A Cagliari da qualche giorno è arrivato un gruppo di 700 migranti.   Una parte delle migliaia che sono giunti nelle ultime settimane a Lampedusa.  Il Governo ha pensato bene di dislocarli in alcuni centri del Mezzogiorno d’Italia, nessuno nella padania del Ministro dell’interno leghista Maroni.

700 disperati che cercano un futuro migliore a rischio di finire in fondo al mare, a rischio di esser rispediti indietro senza tanti complimenti.    Quasi certamente sono tutti tunisini, non sono profughi in fuga dalla Libia o da altre guerre.  Sono semplici clandestini.  Dopo l’identificazione avranno un permesso di soggiorno valido per un anno e andranno chissà dove.

Difficile che rimangano in Sardegna perchè lavoro non ce n’è.  La situazione è criticabile sotto moltissimi aspetti, in primo luogo l’impreparazione e le incertezze di un Governo impegnato allo spasimo soltanto nel fare gli interessi del suo premier, anche i più miserabili.      Ma non è questo il punto.

Finora non c’è stato il benchè minimo problema di ordine pubblico, parecchi cagliaritani hanno portato ai migranti generi di conforto e vestiti, non c’è in città alcun clima di paura. Prosegui la lettura…

Grande successo per la Sella del Diavolo!

gruppo di escursionisti verso l'inizio del sentiero

gruppo di escursionisti verso l'inizio del sentiero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un centinaio di cagliaritani e turisti, di tutte le età, ha partecipato questa mattina alla prima delle escursioni guidate sul sentiero naturalistico e archeologico della Sella del Diavolo (Cagliari), promosse dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra nell’ambito della XIII Settimana della Cultura, la più ampia manifestazione nazionale che punti alla scoperta dei beni ambientali e culturali del Bel Paese organizzata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Prosegui la lettura…

La XIII Settimana della Cultura sulla Sella del Diavolo!

Video importato

YouTube Video

La Settimana della Cultura, giunta alla XIII edizione, è promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e rappresenta la più ampia manifestazione nazionale per la conoscenza e la valorizzazione dei beni ambientali e culturali del Bel Paese.    Lo slogan è emblematico: “La cultura è di tutti: partecipa anche tu”.

Nell’ambito della XIII Settimana della Cultura le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra promuovono due escursioni guidate sul sentiero naturalistico e archeologico della Sella del Diavolo (Cagliari) nei giorni di sabato 9 aprile 2011 e di domenica 17 aprile 2011, con partenza dal Piazzale di Cala Mosca alle ore 10.00.

La partecipazione è gratuita. Per informazioni e prenotazioni è possibile scrivere a grigsardegna5@gmail.com oppure telefonare al 345-0480069. Prosegui la lettura…

Manifestazione anti-nucleare, a Cagliari!

24 Marzo 2011 Commenti chiusi

nucleare,_no_grazie,_2011

 

Sabato 26 marzo 2011, con partenza alle ore 15.00 da Piazza Giovanni XXIII, si svolgerà a Cagliari una manifestazione promossa dal Comitato per il referendum consultivo regionale contro il nucleare.   Il corteo si snoderà lungo vie e piazze cittadine per concludersi in Piazza Garibaldi, dove si terrà un concerto (Tzoku, Dr.Drer & CRC Posse).

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra invitano tutti i cittadini a votare SI al referendum sull’abrogazione delle norme che prevedono il ritorno al nucleare in Italia il prossimo 12 giugno 2011 e invitano i cittadini sardi a votare SI al referendum consultivo regionale sul nucleare previsto per il prossimo 15 maggio 2011

Sabato tutti alla manifestazione!

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra Prosegui la lettura…

Stop al cemento a Tuvixeddu!

P.P.R., area di Tuvixeddu-Tuvumannu (entro la riga continua gialla)

P.P.R., area di Tuvixeddu-Tuvumannu (entro la riga continua gialla)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno inoltrato (23 marzo 2011) una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e adozione degli opportuni interventi riguardo la proposta di variante del noto intervento immobiliare sui Colli di Tuvixeddu e Tuvumannu (“Progetto di riqualificazione urbana e ambientale dei Colli di S. Avendrace”) presentata dalle Società Nuova Iniziative Coimpresa s.r.l. e Edilstrutture s.r.l. e già approvata dalla Giunta municipale con deliberazione n. 48 del 18 marzo 2011. Prosegui la lettura…

Il Consiglio di Stato dà una grossa mano d’aiuto a Tuvixeddu.

Tuvixeddu, tutto secondo copione.

anche su Il Manifesto Sardo (Una grossa mano a Tuvixeddu), n. 94, 16 marzo 2011, insieme agli articoli di Marcello Madau (Tuvixeddu e l’articolo 9) e di Alfonso Stiglitz (Tuvixeddu salvo e poi?).

Il Consiglio di Stato, VI Sezione, con sentenza 3 marzo 2011, n, 1366 ha accolto il ricorso della Regione autonoma della Sardegna (Amministrazione Soru) avverso la sentenza del T.A.R. Sardegna, II Sezione, 14 novembre 2007, n. 2241, che aveva annullato le disposizioni di tutela discendenti dal piano paesaggistico regionale – P.P.R. Prosegui la lettura…

Interrogazione parlamentare per la rimozione della “legnaia” dall’Anfiteatro romano di Cagliari.

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

 

L’ on. Federico Palomba, cagliaritano, deputato dell’ Italia dei Valori, ha presentato ieri un’interrogazione parlamentare urgente al Ministro per i beni e le attività culturali Sandro Bondi per la rimozione della legnaia che da troppi anni opprime l’Anfiteatro romano di Cagliari.  

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

 

COMUNICATO STAMPA
PALOMBA (IDV), INTERROGAZIONE SULL’ANFITEATRO ROMANO DI CAGLIARI: BASTA CON LE TERGIVERSAZIONI E SI TORNI ALLA LEGALITà CON  L’IMMEDIATA RIMOZIONE DELLA STRUTTURA LIGNEA ORMAI ABUSIVA. Prosegui la lettura…

Il Consiglio di Stato aiuta Tuvixeddu.

Tuvixeddu, tombe puniche e romane

Tuvixeddu, tombe puniche e romane

 

Il Consiglio di Stato, VI Sezione, con sentenza 3 marzo 2011, n, 1366 ha accolto il ricorso della Regione autonoma della Sardegna (Amministrazione Soru) avverso la sentenza del T.A.R. Sardegna n. 2241/2007 che aveva annullato le disposizioni di tutela discendenti dal piano paesaggistico regionale – P.P.R.   Conclusa intanto l’inchiesta della Procura della Repubblica di Cagliari.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico, che da molti anni si battono per la salvaguardia e l’accorta valorizzazione della più importante area archeologica sepolcrale punico-romana del Mediterraneo, non possono che esprimere la massima soddisfazione.   In seguito sarà deciso dal Consiglio di Stato il ricorso degli Amici della Terra avverso l’autorizzazione paesaggistica emanata dall’Ufficio regionale tutela del paesaggio di Cagliari (1999) in favore dell’accordo di programma immobiliare Regione – Comune – Iniziative Coimpresa (2000).

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Liberare l’Anfiteatro romano, liberare Cagliari.

  

Anfiteatro romano, Cagliari

Anfiteatro romano, Cagliari

anche su Il Manifesto Sardo (“Liberate l’Anfiteatro di Cagliari“), n. 93, 1 marzo 2011

 

Massimo Palmas ha parlato: “senza l’Anfiteatro romano si spezzano le gambe al settore”, cioè alla sua Sardinia Jazz-Sardegna Concerti, che per tanti anni ha lucrato non si sa bene a che titolo sul bene culturale grazie agli spettacoli organizzati all’Anfiteatro romano e si preparava alla prossima stagione estiva.

Massimo Palmas ha aperto le vendite dei biglietti per i suoi concerti estivi e ha ordinato di non rimuovere la legnaia che da tanti anni opprime il più importante monumento romano esistente in Sardegna.  Su meri ha parlato.

Ma che cosa è accaduto?   La Soprintendenza per i beni archeologici di Cagliari, superando atteggiamenti temporeggiatori, ha chiesto nelle scorse settimane al Comune di Cagliari di rimuovere la vergognosa legnaia accatastata sopra l’Anfiteatro romano di Cagliari.  Dopo il clamoroso e virtuoso voltafaccia dell’Assessore comunale alla cultura Pellegrini, che ha affermato la necessità di sbaraccare la legnaia dopo averla difesa per anni con lirica futurista, è stato l’Assessore comunale ai lavori pubblici Lorrai a render nota la predisposizione del progetto per lo smantellamento per l’importo di 800 mila euro. Prosegui la lettura…

Liberare l’Anfiteatro romano di Cagliari! Ci offriamo volontari!

 

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari


La Soprintendenza per i beni archeologici di Cagliari, superando atteggiamenti temporeggiatori, ha chiesto nelle scorse settimane al Comune di Cagliari di rimuovere la vergognosa legnaia che da troppi anni opprime l’Anfiteatro romano di Cagliari.  Dopo il clamoroso e virtuoso voltafaccia dell’Assessore comunale alla cultura Pellegrini, che ha affermato la necessità di sbaraccare la legnaia dopo averla difesa per anni con lirica futurista  ;) , è stato l’Assessore comunale ai lavori pubblici Lorrai a render nota la predisposizione del progetto per lo smantellamento per l’importo di 800 mila euro.

Delusione per il buon Massimo Palmas, di Sardegna Concerti, che per tanti anni ha lucrato non si sa bene a che titolo grazie agli spettacoli organizzati all’Anfiteatro romano e si preparava alla prossima stagione estiva. Prosegui la lettura…

La Croce di S. Avendrace è salva, insieme al suo giardino!

Croce di S. Avendrace

Croce di S. Avendrace

 Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra esprimono soddisfazione per l’adozione del provvedimento di tutela storico-culturale da parte della Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici per la Sardegna della Croce stazionaria di S. Avendrace e dell’area verde di pertinenza, dopo una forte mobilitazione popolare (e mirate azioni legali) da parte del Comitato Sa Cruxi Santa di S.Avendrace, degli studenti e docenti del Liceo classico “Siotto”, delle associazioni ecologiste Amici della Terra, Gruppo d’Intervento Giuridico, Italia Nostra e del Cagliari Social ForumProsegui la lettura…

La Soprintendenza archeologica: “sbaraccate la legnaia!”

 

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari


La Soprintendenza per i beni archeologici di Cagliari , superando atteggiamenti temporeggiatori, ha chiesto nei giorni scorsi al Comune di Cagliari di rimuovere la vergognosa legnaia che da troppi anni opprime l’ Anfiteatro romano di Cagliari.  E’ l’ennesima richiesta e non può che trovarci d’accordo al 1000%, visto che l’abbiamo richiesto decine di volte nel corso di questi ultimi anni.   La legnaia è, infatti, abusiva, essendo priva delle autorizzazioni paesaggistiche e archeologiche necessarie.

Rimane un mistero kasteddaio il motivo per cui non sia stata già rimossa e non siano stati inchiodati alle loro responsabilità gli autori e i mandanti di questo vero e proprio delitto culturale.   Inchiodati almeno come le gradinate dell’Anfiteatro.

Qui un approfondimento sulla vicenda.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

Prosegui la lettura…

Il Corpo forestale e di vigilanza ambientale contro il bracconaggio.

trappola avifauna

trappola avifauna

Abbiamo ricevuto dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale – Ispettorato Ripartimentale di Cagliari e pubblichiamo volentieri.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Si porta a conoscenza del consuntivo dell’attività di contrasto al fenomeno dell’uccellagione e più diffusamente del bracconaggio eseguita dal Servizio Ispettorato di Cagliari del Corpo Forestale e di V.A. .

I dati sono significativi del forte impegno degli uomini e donne del Corpo Forestale e di V.A. a tutela del patrimonio faunistico  e della biodiversità della Regione Sardegna. Prosegui la lettura…

1.500 escursionisti sulla Sella del Diavolo! W le orchidee e gli iris!

DSC_0109

Nell’anno appena concluso, il 2010, sono stati più di 1.500 i cagliaritani e i turisti accompagnati dalle guide volontarie degli Amici della Terra e del Gruppo d’Intervento Giuridico sul sentiero naturalistico e archeologico della Sella del Diavolo (Cagliari).

Grazie alle informazioni fornite dalle guide ecologiste, hanno potuto così conoscere i valori storico-culturali, ambientali, paesaggistici di un tesoro di natura e storia a due passi da Cagliari.

Il programma di sensibilizzazione e di conoscenza di uno dei gioielli naturalistici e culturali del Mediterraneo – curato dal prof. Antonello Fruttu – ha visto la partecipazione a eventi nazionali come la Settimana della Cultura (aprile) e le Giornate europee del Patrimonio (settembre) e, soprattutto, lo svolgimento di numerose escursioni per gruppi di studenti italiani e stranieri (oltre 700 studenti partecipanti). Prosegui la lettura…

Anche la Soprintendenza archeologica ferma la rotatoria di S. Avendrace.

Croce di S. Avendrace

Croce di S. Avendrace

La Soprintendenza archeologica di Cagliari ha comunicato (nota n. 7387 del 2 dicembre 2010) di aver effettuato congiuntamente alla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici uno specifico sopralluogo il 29 ottobre scorso presso il cantiere allora posizionato per la realizzazione della “sistemazione della circolazione fra le Vie S. Gilla, Viale Trieste e Viale S. Avendrace” e di aver verificato “che, senza l’autorizzazione di questo Ufficio, erano in corso lavori in un’area che nella cartografia del PUC è definita, relativamente alla possibilità di rinvenimenti archeologici, di massima attenzione e, come tale, è soggetta (art. 66 delle Norme di Attuazione) al parere preventivo di questa Soprintendenza”.   Prosegui la lettura…

Cagliari, città denuclearizzata. Dibattito.

16 Dicembre 2010 Commenti chiusi
centrale nucleare

centrale nucleare

 

Riceviamo e pubblichiamo volentieri.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

Il 17 Dicembre 2010, alle ore 17.00, presso l’ex Vetreria di Pirri, in Via Italia 63 – Pirri (CA) si terrà la conferenza-dibattito

CAGLIARI, CITTA’ DENUCLEARIZZATA

 Centrali e scorie in Sardegna, una minaccia per la Vita Prosegui la lettura…

Degrado rifiuti, incendi presso il campo nomadi di Cagliari. Il rischio intolleranza è vicino.

rifiuti incendiati, presso campo nomadi, S.S. n. 554, Cagliari

rifiuti incendiati, presso campo nomadi, S.S. n. 554, Cagliari

Il Comune di Cagliari – Servizio igiene del suolo ha comunicato (nota n. 247720 del 17 novembre 2010) che la Regione autonoma della Sardegna “ha concesso un finanziamento … destinato alla ristrutturazione e messa in sicurezza del campo sosta, mentre “in attesa dell’avvio dei lavori previsti dall’Ordinanza Sindacale n. 12/2010 del 08-02-2010, l’Ufficio scrivente, avendo già effettuato tre interventi negli ultimi due anni, effettuerà periodicamente la raccolta dei rifiuti che possono essere causa di incendio e di criticità igienico-sanitarie (materassi, televisori, ecc.) al fine di garantire il rispetto delle minime condizioni di transito nell’area.

Sembra di essere in qualche situazione di crisi internazionale o di emergenza catastrofi, invece si tratta dell’ordinaria, quotidiana, situazione che vivono migliaia di cagliaritani e di pendolari, residenti e lavoratori, nonché – in prima battuta – gli occupanti il campo nomadi di Cagliari, in Via Ticca, presso la S. S. n. 554. Prosegui la lettura…

Assemblea popolare per salvare un pezzo di verde pubblico e di storia di Cagliari!

Croce di S. Avendrace

Croce di S. Avendrace

Mercoledi 24 novembre 2010, con inizio alle ore 12.30, a Cagliari, nel giardino della Croce daziaria di S. Avendrace (all’incrocio fra Viale Trento, Viale Trieste e Viale S. Avendrace, davanti al Liceo-Ginnasio “Siotto”), si svolgerà un’assemblea pubblica contro il progetto di rotatoria del Comune di Cagliari fra Via S. Gilla, Viale Trieste, Viale Trento e Viale S. Avendrace che porterebbe via un bel pezzo di verde pubblico e di storia cittadina nel giardinetto con nove alberi ad alto fusto all’incrocio fra il Viale Trento e il Viale Trieste, di fronte al Liceo-Ginnasio “Siotto”.    

La manifestazione è promossa dal Comitato popolare Sa Cruxi Santa di S. Avendrace e aderiscono le associazioni ecologiste Amici della Terra, Cagliari Social Forum, Gruppo d’Intervento Giuridico, Italia Nostra. Prosegui la lettura…

Cagliaritani, pronti a “infognarvi” nel traffico?

Cagliaritani, pedonalizzatevi e preparatevi ad infognarvi nel traffico!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Comune di Cagliari sta per consegnare i lavori, secondo ripetuti annunci, per il cantiere per il parcheggio interrato in Via Roma.     Cagliaritani e pendolari, turisti e malcapitati, siete pronti a infognarvi nel traffico? Prosegui la lettura…

Gestione dei rifiuti a Cagliari: costi alti e servizio scadente.

cumuli di rifiuti, campo nomadi, S.S. n. 554, Cagliari

cumuli di rifiuti, campo nomadi, S.S. n. 554, Cagliari

Uno dei campi in cui eccelle la pretesa capitale del Mediterraneo è certamente quello della gestione dei rifiuti: secondo Unioncamere (Osservatorio Prezzi e Mercati, indagine sul biennio 2008-2009), Cagliari – fra 50 capoluoghi di provincia – è la città dove si spende di più per la tassa rifiuti (330,40 euro annui per famiglia-tipo di tre persone).  E, paradossalmente, è una fra quelle dove si fa meno raccolta differenziata, solo il 17,8%, secondo i più recenti dati ufficiali (X Rapporto annuale sulla gestione dei rifiuti urbani, A.R.P.A.S., dicembre 2009), mentre nel 2010 sarebbe attestata su una media attuale del 27%, rispetto alla media regionale del 34,71% (X Rapporto annuale sulla gestione dei rifiuti urbani, A.R.P.A.S., dicembre 2009). Prosegui la lettura…

L’on. Mauro Pili straparla su Tuvixeddu.

area archeologica di Tuvixeddu

area archeologica di Tuvixeddu

Leggiamo sulla Stampa regionale le incredibili dichiarazioni dell’ on. Mauro Pili (P.d.L.) in merito ai vincoli storico-culturali di tutela del Colle di Tuvixeddu (Cagliari), in particolare in favore di progetti di viabilità d’interesse fortemente privatistico (il cui punto d’arrivo è, casualmente, la contestata rotonda di Via S. Gilla) e di aperta denigrazione delle posizioni delle associazioni ecologiste e culturali che hanno sempre richiesto la salvaguardia della più importante area sepolcrale punico-romana-medievale del Mediterraneo.

Tace invece su altro. Prosegui la lettura…

Una rotatoria privata, la storia di Cagliari e gli alberi con i pattini a rotelle.

Croce di S. Avendrace

Croce di S. Avendrace

Ieri pomeriggio, negli uffici dell’Assessorato alla viabilità del Comune di Cagliari, si è tenuta una riunione di presentazione del progetto per la realizzazione della rotatoria stradale fra Viale Trieste, Via S. Gilla, Viale Trento e Viale S. Avendrace.  Vi hanno preso parte l’Assessore comunale alla viabilità Maurizio Onorato, il dirigente del Servizio urbanizzazioni e mobilità Sergio Murgia, il capo-gruppo consiliare dei Riformatori Sardi Giorgio Angius (non si sa bene a che titolo) e i rappresentanti delle associazioni ecologiste Città Ciclabile, Italia Nostra e Gruppo d’Intervento Giuridico.   Era stata invitata anche Legambiente, ma non è intervenuto alcun rappresentante. Prosegui la lettura…

La protesta dei pastori finisce a botte, ospedale e galèra.

Video importato

YouTube Video

Il mondo agro-pastorale sardo è in gravissima crisi. Non da oggi, da vent’anni almeno.  Sarebbe necessaria un’approfondita analisi del settore e la costruzione di una vera politica regionale dell’agricoltura, inserita in quella nazionale e comunitaria.  In Sardistàn non si fa.   

Non è mai stata fatta un’analisi approfondita sulla ricaduta delle enormi somme di fondi pubblici investite – per meglio dire, “spese” – a sostegno del settore agro-pastorale in Sardegna negli ultimi 30 anni. Basti pensare che i soli fondi Feoga presenti nel P.O.R. Sardegna 2000-2006 ammontano a ben 956.858.305,01 euro (impegnati al 30 giugno 2009), dei quali sono stati spesi 882.575.881,74 (al 30 giugno 2009).  A questi vanno sommati i fondi provenienti dai programmi Leader +, dai regolamenti n. 2080/1992 e n. 2082/1992 e parecchi altri spiccioli. Prosegui la lettura…