Archivio

Post Taggati ‘firenze’

Un piano urbanistico “a volumi zero” per Firenze?

Firenze, Battistero e Duomo

Firenze, Battistero e Duomo

Firenze sta per approvare il suo piano strutturale (artt. 21 e ss. della legge regionale Toscana n. 1/2005), già adottato con deliberazione Consiglio comunale n. 49 del 24 luglio 2007 senza il rispetto delle normative in materia di valutazione ambientale strategica – V.A.S., motivazione per cui il Gruppo d’Intervento Giuridico aveva inoltrato specifico ricorso (13 aprile 2009).   Successivamente è stato modificato e nuovamente adottato con deliberazione Consiglio comunale n. 2010/C/00057 del 13 dicembre 2010 comprensiva della documentazione ai fini della procedura di V.A.S.

L’Amministrazione comunale del Sindaco Matteo Renzi, astro nascente del P.D., ne parla come di un piano strutturale “a volumi zero”, ma le critiche e i dubbi non mancano.    Soprattutto rimarrebbero attuali vere e proprie speculazioni immobiliari pesantissime per il territorio fiorentino come quella della piana di Castello, già salita alla ribalta giudiziaria. Prosegui la lettura…

Malfatano e mattoni: la gente vuole sapere.

Firenze, Battistero e Duomo

Firenze, Battistero e Duomo

Ha riscosso notevole interesse la rassegna Urbanistica, corruzione, pianificazione partecipata promosso dalla Libera Università Ipazia, a Firenze, presso la sala del Giardino dei Ciliegi (Via dell’Agnolo, 5).  Sabato 23 ottobre 2010 è avvenuto l’incontro con Stefano Deliperi, presidente del Gruppo d’Intervento Giuridico, che ha presentato la “Cronaca di una speculazione edilizia annunciata, Malfatano e Tuerredda”. E’ stata l’occasione per far conoscere uno dei casi nazionali più emblematici di speculazione immobiliare (così indicato anche da Ferruccio Sansa nel libro “La Colata”). Prosegui la lettura…

Speculazione immobiliare a Malfatano, paga il Comune di Teulada. Oltre 800 messaggi contro le ruspe selvagge. Del caso se ne parlerà anche a Firenze.

Video importato

YouTube Video

La vicenda della speculazione immobiliare in corso sulla costa di Malfatano e Tuerredda (Teulada), si arricchisce di ulteriori particolari, anche abbastanza singolari.  Il Comune di Teulada, al fine di curare le procedure per venire incontro alle esigenze della società immobiliare S.I.T.A.S. s.p.a., ha affidato un incarico al costituendo raggruppamento temporaneo di imprese Studio legale associato Caso-Ciaglia di Roma e alla Sting Engineering s.r.l. di Cagliari per un importo di euro 185.000 + I.V.A.    L’incarico, come recita l’avviso di aggiudicazione dell’appalto del 19 ottobre 2010, “ha per oggetto l’insieme delle attività di progettazione, consulenza e assistenza giuridico-amministrativa e di carattere tecnico-progettuale occorrenti per l’approvazione della variante urbanistica e per la progettazione degli interventi di interesse pubblico nell’ambito del comparto urbanistico in località Malfatano”. Prosegui la lettura…

Urbanistica, corruzione, pianificazione partecipata: si parlerà anche di Malfatano. A Firenze.

rìas di Malfatano

rìas di Malfatano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sabato 23 ottobre 2010, a Firenze, presso la sala del Giardino dei Ciliegi (Via dell’Agnolo, 5) nell’ambito del ciclo di incontri “Urbanistica, corruzione, pianificazione partecipata” promosso dalla Libera Università Ipazia, si parlerà della “Cronaca di una speculazione edilizia annunciata, Malfatano e Tuerredda”.  Sarà un’occasione per far conoscere uno dei casi nazionali più emblematici di speculazione immobiliare, come indicato anche da Ferruccio Sansa nel libro “La Colata”.

Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Grande successo della manifestazione contro il sottoattraversamento alta velocità a Firenze!

MANIIFESTAZ._NO_TUNNEL_9.10.10_023

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ stata una bella giornata a Firenze sabato 9 ottobre 2010, promossa dall’Associazione contro il sottoattraversamento AV di Firenze.  Migliaia di cittadini hanno manifestato contro il devastante progetto del sottoattraversamento della città da parte della linea ad alta velocità, alla quale ha aderito anche il Gruppo d’Intervento Giuridico.  

Pericoli statici, costi proibitivi, rischi per le falde idriche, pericoli di danni per il patrimonio culturale e abitativo, mentre l’alternativa in superficie sarebbe molto meno impattante e molto più sicura. Prosegui la lettura…

No al sottoattraversamento dell’alta velocità a Firenze!

locandina manifestazione ottobre 2010

Sabato 9 ottobre 2010, con partenza alle 15.30 da Piazza SS. Annunziata, si svolgerà per le strade di Firenze una manifestazione popolare promossa dall’Associazione contro il sottoattraversamento AV di Firenze contro il sottoattraversamento della città da parte della linea ad alta velocità.  

Pericoli statici, costi proibitivi, rischi per le falde idriche, pericoli di danni per il patrimonio culturale e abitativo, mentre l’alternativa in superficie sarebbe molto meno impattante e molto più sicura. Aderisce anche il Gruppo d’Intervento Giuridico.

Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Storie di ordinario inquinamento fiorentino sul Torrente Terzolle.

Torrente Terzolle

Torrente Terzolle

Il Torrente Terzolle è uno dei vari corsi d’acqua minori che attraversano Firenze. Sfocia nel Fiume Mugnone dopo aver attraversato il quartiere di Rifredi (e avergli anche dato nome con le sue fredde acque, visto che in passato veniva chiamato Rio Freddo) e aver alimentato un vecchio mulino.   In parte rientra nell’ area naturale protetta di interesse locale (A.N.P.I.L.) del Terzolle.

Le sue sponde, nel tratto urbano, sono ormai assediate da palazzi e strade, ma continua a essere un polmone verde importantissimo e a ospitare una fauna di rilevante interesse.   Aironi, anatidi, pesci di varie specie.

Eppure nei giorni scorsi è accaduto un fatto gravissimo.  Gli abitanti e i frequentatori della zona hanno trovato numerosi esemplari di anatidi morti, mentre aironi e pesci sembrano spariti.   Prosegui la lettura…

Stop ai lavori per la Stazione Foster dell’alta velocità fiorentina!

manifestazione contro il sottoattraversamento Alta Velocità, Firenze, 2009

manifestazione contro il sottoattraversamento Alta Velocità, Firenze, 2009

L’Associazione contro il sottoattraversamento AV di Firenze, il Comitato San Salvi chi può, il gruppo consiliare fiorentino Per un’altra Città, l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico hanno inoltrato uno specifico ricorso (20 maggio 2010) alla Commissione europea al fine di verificare il rispetto delle normative comunitarie in materia di valutazione di impatto ambientale – V.I.A. riguardo il progetto ferroviario “alta velocità” nella parte relativa al sottoattraversamento dell’area urbana di Firenze (“nodo di Firenze”).    Prosegui la lettura…

La Piana di Castello, far west dell’urbanistica fiorentina.

rendering progettuale Piana Castello

rendering progettuale Piana Castello

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico, insieme al Comitato Cittadini per gli Alberi di Firenze, ha inoltrato alla Commissione europea, ai Ministeri dell’ambiente e dei beni e attività culturali, al Sindaco di Firenze, alla Regione Toscana, alla Provincia di Firenze, al Soprintendente per i beni ambientali fiorentino e, per opportuna conoscenza, al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale fiorentino una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e di adozione degli opportuni interventi (19 marzo 2010) riguardo il rispetto delle normative in materia di tutela degli habitat, di valutazione di impatto ambientale – V.I.A. e di valutazione ambientale strategica – V.A.S. dei cantieri della Scuola Sottufficiali Carabinieri e del Centro unitario per la raccolta ed il riciclaggio degli automezzi in località Il Ferrale, nella Piana di Castello, in Comune di Firenze.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico ha raccolto, così, numerose segnalazioni pervenute dai propri soci fiorentini e da cittadini e comitati, estremamente preoccupati, in particolare, delle radicali trasformazioni previste nella piana di Castello, alle porte della Città, oggetto anche di recenti indagini da parte della competente magistratura penale e di molte polemiche.   Una parte di quel sistema gelatinoso ormai ben noto a livello nazionale. Prosegui la lettura…

Creare insieme la città-paesaggio.

20 marzo 10 convegno urbanisti città paesaggio 004Sabato 20 marzo si è tenuto a Firenze, presso la Sala delle Miniature di Palazzo Vecchio, il convegno “Dall’urbanistica del malaffare alla città-paesaggio”, organizzato dalla lista di cittadinanza perunaltraCittà, coordinato da Ornella De Zordo, con lo scopo di riflettere sui temi dell’urbanistica fiorentina, in particolare per la costruzione collettiva del nuovo Piano strutturale di Firenze.  L’obiettivo era ottimo e i risultati sono stati eccellenti poiché, grazie all’impegno e  all’entusiasmo degli organizzatori dell’iniziativa (guidati dall’energia della consigliera Ornella De Zordo) è stato possibile mettere a confronto diverse realtà italiane, solo apparentemente distanti, per scoprire che esistono tanti cittadini che hanno a cuore le proprie città, le proprie regioni, il proprio Paese e si impegnano quotidianamente per renderle più vivibili: esponenti del mondo universitario (il professor Paolo Prosegui la lettura…

Dall’urbanistica del malaffare alla citta-paesaggio. A Firenze.

  Firenze: un piano nuovo per Palazzo Vecchio.Firenze è una delle più belle città del mondo, con una concentrazione di beni culturali e ambiti di paesaggio straordinaria ed unica.  Eppure quel buon governo del territorio che ha fatto prendere da esempio, con un pizzico d’invidia, la Toscana e Firenze in particolare appare oggi una pietra miliare un po’ sbrecciata.  Da un progetto per un sistema tramviario un po’ troppo invadente, da una proposta di piano strutturale basata sui metri cubi, da un malaffare urbanistico, da un’impattante alta velocità si prova a realizzare una pianificazione urbanistica diversa, a zero consumo di territorio.  E con la partecipazione dei cittadini.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Dall’urbanistica del malaffare alla città-paesaggio

Un Piano strutturale trasparente, ecologico, partecipato, a consumo zero. Per costruirlo collettivamente, gruppi, comitati e semplici cittadini si ritroveranno insieme ai maggiori urbanisti italiani sabato 20 a Firenze. Il convegno Prosegui la lettura…

Firenze: un piano nuovo per Palazzo Vecchio.

No tunnel T.A.V., sì metrotreno!

Categorie:Primo piano Tag: ,

La Procura della Corte dei conti sui lavori T.A.V. tosco-emiliani.

Categorie:Primo piano Tag: , , ,

Il “sacco” di Firenze.

Giù le scarpe..da Castello!

28 Settembre 2009 Commenti chiusi

Firenze: la tramvia e il Duomo non si incontreranno.

 

Quello che un buon Sindaco dovrebbe sempre fare è ascoltare i suoi cittadini e valorizzare il patrimonio storico, culturale e ambientale della propria città, nell’interesse della collettività ma, purtroppo, in troppi casi, i primi cittadini italiani dimenticano di amministrare nell’interesse di tutti per favorire, invece, gli interessi (economici) di pochi. Matteo Renzi, recentemente eletto Sindaco di Firenze, sembra aver compreso che la buona amministrazione di una città come la sua, amatissima dai fiorentini e da tutti i cittadini del mondo, passa soprattutto per la tutela del suo immenso patrimonio artistico e attraverso l’ascolto delle istanze provenienti dai suoi cittadini, com’è accaduto nella vicenda del contestato progetto della tramvia. Il Sindaco, infatti, ha annunciato di voler chiudere al traffico la piazza del Duomo entro un mese e, quindi, modificare il tragitto della linea 2 della tramvia (che avrebbe dovuto sfiorare il Duomo e il Battistero e avrebbe oscurato il campanile di Giotto) per farla diventare "la piazza più elegante del mondo". Il Gruppo d’Intervento Giuridico, con i battaglieri ed entusiasti soci fiorentini, ha sempre manifestato il suo consenso alla conclusione dei lavori relativi alla linea 1 del progetto e, al contempo, ha espresso la sua contrarietà ai lavori riguardanti le linee 2 e 3 dello stesso progetto, in considerazione del diverso valore storico-artistico delle zone attraversate dalle ultime linee (centro storico patrimonio UNESCO) ed all’abbattimento ingiustificato delle alberature pre-esistenti, che costituiscono patrimonio di salute pubblica e testimonianza del rispetto dovuto alla natura, in un territorio urbano altrimenti lasciato al degrado sia estetico che ambientale irreversibile.

Prosegui la lettura…

Categorie:Primo piano Tag: ,

Una semplice cittadina, di sensibilità ecologista, per Firenze.

Il piano strutturale di Firenze va assoggettato a valutazione ambientale strategica !

Firenze, lavori sul Mugnone. Devastanti. E non si tratta di Calandrino e Buffalmacco…

Firenze, ancora “strage” di alberi.

Tornano le motoseghe a Firenze !

Firenze, sul podio per l’eco-mobilità: è già Carnevale ?

Il sistema tranviario fiorentino sotto esame da parte della Commissione Europea.

Fiorentini, in Tribunale per la propria qualità dell’aria !

Gli uccelli “stressati” corrono rischi maggiori rispetto ai loro simili in condizioni normali.

Alluvione di rifiuti a Napoli.

Firenze, a morte gli alberi !

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

Presidio popolare ed esposti a Firenze contro il taglio degli alberi !

T COME TRAMVIA, T COME TAV, DUE PROGETTI, UN UNICO DISASTRO.

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,