Archivio

Post Taggati ‘giustizia penale’

Noi siamo disposti a sbaraccare la legnaia dall’Anfiteatro romano di Cagliari!

L'Anfiteatro romano di Cagliari, proprio carne di porco.

Alessandra Anedda, Roberta Aresu, Alessandro Baldussi, Claudia Basciu, Laura Chicca, Nicola Contini, Michela Cossu, Stefano Deliperi, Luigi De Magistris, Paolo Erasmo, Michele Fioraso, Massimiliano Farris, Paolo Fiori, Daniele Floris, Juri Iurato, Guido Loi, Graziella Marceddu, Barbara Mascia, Alessandro Murenu, Fabrizio Murgia, Marco Pitzalis, Marco Pratolino, Andrea Puddu, Andrea Scano, Pier Paolo Spanedda, Nicola Toro, Margherita Zanardi, Elena Zuliani sono i 28 volontari che hanno aderito all’appello via internet promosso dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra e si sono impegnati a mettere a disposizione almeno 10 ore del proprio tempo libero per smontare – sotto la direzione della Soprintendenza archeologica di Cagliari – la legnaiaabusiva che da troppi anni opprime l’Anfiteatro romano di Cagliari. Prosegui la lettura…

Quirra, la difficile ricerca della verità.

Quirra, zona militare

Quirra, zona militare

Non passa giorno che le indagini condotte dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lanusei Domenico Fiordalisi non riservino fatti nuovi e qualche sorpresa.

Il filo conduttore, però, sembra sempre lo stesso: a Quirra è accaduto nel recente passato qualcosa di strano che ha mutato in qualche misura le condizioni ambientali dell’area e ha provocato pesanti riflessi sulle condizioni della salute pubblica.

E sono in tanti, troppi, i soggetti che preferiscono che non si sappia che cosa realmente sia accaduto. Prosegui la lettura…

Chiusa l’indagine penale sulla lottizzazione abusiva di Terra Mala (Quartu S. Elena).

Quartu S. Elena, Terra Mala, lottizzazione San Luce

Quartu S. Elena, Terra Mala, lottizzazione San Luce

Il pubblico ministero Daniele Caria ha concluso l’indagine penale sulla lottizzazione “San Luce” sulla costa di Terra Mala, in Comune di Quartu S. Elena (CA).  L’ipotesi accusatoria riguarda violazioni paesaggistiche e urbanistiche relative a ben 52 villette sulla collina prospiciente il mare.

Indagati dirigenti e tecnici del Comune di Quartu S. Elena (Alessandro Casu, Marco Loddo, Mauro Cogoni, Riccardo Frau, Franco Ibba, Davide Zedda, Carlo Perra), imprenditori (Ada Loy e Salvatore Schievenin, amministratori della Get s.r.l.) e il progettista nonchè direttore dei lavori (Luciano Mareddu).   Nel 2009 il complesso era stato posto sotto sequestro preventivo. Prosegui la lettura…

Giustizia per il rogo della Thyssenkrupp.

16 Aprile 2011 Commenti chiusi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un po’ di giustizia è giunta per i sette morti del rogo della Thyssenkrupp dalla Corte d’Assise di Torino.   Un monito per tutte le morti bianche.

Gruppo d’Intervento Giuridico

A.N.S.A., 16 aprile 2011

Thyssen: fu omicidio volontario, 16 anni a ca.po azienda.

La Corte di Assise di Torino ha riconosciuto l’omicidio volontario con dolo eventuale. Prosegui la lettura…

La Procura della Repubblica indaga (finalmente!) sulla “legnaia” che copre l’Anfiteatro romano.

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Finalmente la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari ha aperto un’indagine relativa all’abusiva legnaia che da troppi anni opprime l’Anfiteatro romano di Cagliari.   Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra, che si battono da oltre dieci anni per la tutela e la corretta fruizione del bene culturale, esprimono il loro forte apprezzamento in proposito e – qualora si giunga a dibattimento penale – presenteranno istanza di costituzione di parte civile nel relativo procedimento.     Si ricorda che è in corso un altro procedimento penale relativo all’affidamento dell’Anfiteatro per spettacoli a fini di lucro senza alcuna selezione del soggetto affidatario.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra Prosegui la lettura…

Silvio Berlusconi – Il Caimano, quando i confini fra realtà e fantasia sfumano.

11 Aprile 2011 Commenti chiusi

Video importato

YouTube Video

Silvio Berlusconi e Il Caimano, quando i confini fra la realtà e la fantasia sfumano.

Stefano Deliperi

 

A.N.S.A., 11 aprile 2011

Processo Mediaset, ‘Magistrati contro Paese, perdita tempo surreale’.

Berlusconi in aula: ‘Accuse demenziali’. Ruby, ‘Soldi per non costringerla a prostituirsi’. Prosegui la lettura…

Il “sacco” della piana di Castiadas all’attenzione della magistratura.

acqua e gemme

acqua e gemme

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari ha aperto un’indagine in seguito all’esposto (7 marzo 2011) presentato dalle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico in merito all’ alluvione di cemento prossima ventura sulla piana e la costa di Castiadas (CA).

Intanto i consiglieri regionali Gian Valerio Sanna, Mario Bruno e Renato Soru (P.D.) hanno presentato in proposito l’interpellanza n. 220/A del 4 aprile 2011.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico

 

da La Nuova Sardegna, 7 aprile 2011

La procura indaga su 14 piani di lottizzazione autorizzati dalla Regione. Sarà sentito l’ex assessore Asunis. Pioggia di cemento nelle zone agricole. Castiadas, perimetro agrario modificato per aumentare le aree edificabili. Prosegui la lettura…

Il piano per l’edilizia sardo finisce davanti alla Corte costituzionale.

cantieri edilizi

cantieri edilizi

 

Era prevedibile.   Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra l’avevano puntualmente denunciato nelle sedi competenti, il Procuratore della Repubblica di Oristano Andrea Padalino Morichini l’aveva argomentato in modo ampio ed esaustivo: la legge regionale n. 4/2009 sul c.d. piano per l’edilizia presenta evidenti dubbi di legittimità costituzionale

Il Governo nazionale aveva fatto orecchie da mercante, ma ora la Corte costituzionale si pronuncerà in seguito a una questione di legittimità sollevata nell’ambito di un procedimento penale dal Tribunale di Oristano.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

 

da La Nuova Sardegna, 4 marzo 2011

Cittadino di Oristano applica la nuova norma in deroga al Puc e viene denunciato per abusivismo dalla polizia comunale. A rischio il Piano casa, decide la Consulta. La Sinistra: «Cosa succede a fidarsi di Cappellacci». Rassu: «Rimango tranquillo». Prosegui la lettura…

Costituzione di parte civile per lo “strano” inquinamento di Quirra.

Video importato

YouTube Video

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, nelle forme e nei tempi previsti dal codice di procedura penale, presenterà – grazie al prezioso operato dell’avv. Carlo Augusto Melis Costa – istanza di costituzione di parte civile nel procedimento penale avviato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lanusei riguardo le ipotesi penalmente rilevanti in materia ambientale e sanitaria eventualmente delineate dalle indagini in corso sullo “strano” inquinamento di Quirra.

Dell’intenzione, unitamente al sostegno e plauso per la decisa volontà investigativa espressa in queste settimane, viene portata a conoscenza la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lanusei.

Recentemente sono pervenute al Gruppo d’Intervento Giuridico (da anni impegnato nella vicenda) diverse segnalazioni preoccupate di residenti: l’intento è proprio quello di dar voce – anche nel procedimento penale – agli abitanti delle aree interessate dell’Ogliastra e del Sarrabus, ai militari coinvolti nelle attività riguardanti direttamente e indirettamente il Poligono Sperimentale e di Addestramento Interforze.

Invitiamo fin d’ora residenti e militari interessati a contattarci all’indirizzo di posta elettronica grigsardegna5@gmail.com o al numero telefonico 345-0480069. Prosegui la lettura…

Liberare l’Anfiteatro romano, liberare Cagliari.

  

Anfiteatro romano, Cagliari

Anfiteatro romano, Cagliari

anche su Il Manifesto Sardo (“Liberate l’Anfiteatro di Cagliari“), n. 93, 1 marzo 2011

 

Massimo Palmas ha parlato: “senza l’Anfiteatro romano si spezzano le gambe al settore”, cioè alla sua Sardinia Jazz-Sardegna Concerti, che per tanti anni ha lucrato non si sa bene a che titolo sul bene culturale grazie agli spettacoli organizzati all’Anfiteatro romano e si preparava alla prossima stagione estiva.

Massimo Palmas ha aperto le vendite dei biglietti per i suoi concerti estivi e ha ordinato di non rimuovere la legnaia che da tanti anni opprime il più importante monumento romano esistente in Sardegna.  Su meri ha parlato.

Ma che cosa è accaduto?   La Soprintendenza per i beni archeologici di Cagliari, superando atteggiamenti temporeggiatori, ha chiesto nelle scorse settimane al Comune di Cagliari di rimuovere la vergognosa legnaia accatastata sopra l’Anfiteatro romano di Cagliari.  Dopo il clamoroso e virtuoso voltafaccia dell’Assessore comunale alla cultura Pellegrini, che ha affermato la necessità di sbaraccare la legnaia dopo averla difesa per anni con lirica futurista, è stato l’Assessore comunale ai lavori pubblici Lorrai a render nota la predisposizione del progetto per lo smantellamento per l’importo di 800 mila euro. Prosegui la lettura…

Esemplare condanna per “maltrattamento di animali”.

26 Febbraio 2011 Commenti chiusi
cane, Allevamento Guberti

cane, Allevamento Guberti

Pesante condanna inflitta dal Tribunale di Ravenna nei confronti di Giorgio Guberti, veterinario-allevatore i cui metodi di cura dei cani sono sinonimo di maltrattamento di animali:  18 mesi di carcere (pena sospesa), confisca dei cani (da affidare a strutture protette), pagamento delle spese penali e risarcimento in favore delle parti civili.  Il Canile Guberti era semplicemente un lager per cani. Prosegui la lettura…

Presunta lottizzazione abusiva a Orosei. A giudizio.

rustico edilizio

rustico edilizio

Un nuovo caso di abusivismo edilizio va a giudizio. Il prossimo 13 giugno presso il Tribunale di Nuoro si terrà l’udienza preliminare relativa alla realizzazione – su 24 ettari di terreno – di un’estesa lottizzazione abusiva, secondo l’ipotesi della Procura della Repubblica di Nuoro, a Sas Petras Biancas – Su Milanesu, in Comune di Orosei (NU), già posta sotto sequestro preventivo da parte del Corpo forestale e di vigilanza ambientale (novembre 2008).    Le aree facevano parte in origine del demanio civico di Orosei, parte di 170 ettari concessi a una cooperativa locale vitivinicola. Nel 1989 vennero affrancati dai soci della cooperativa e 24 ettari furono frazionati e venduti a terzi.   Le “case rurali” poi realizzate sarebbero semplicemente ville.   Sono 45 gli indagati, fra cui gli acquirenti, il tecnico comunale Efisio Roych, il professionista autore del frazionamento.  Di attività agricola, causa dell’avvenuto affrancamento dei terreni già appartenenti al demanio civico, manco l’ombra. Prosegui la lettura…

Energia eolica e P3: la Sardegna è la terra promessa.

 

Video importato

YouTube Video

Il Nucleo di polizia valutaria di Roma della Guardia di Finanza, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, avrebbe effettuato un sequestro di atti presso la sede del C.A.C.I.P., a Macchiareddu (zona industriale di Cagliari) riguardo l’acquisizione di terreni da parte della società Fri.El. di Bolzano per la realizzazione di una nuova centrale eolica. La società richiedente sarebbe nell’orbita di Flavio Carboni, indagato insieme al Presidente della Regione Ugo Cappellacci, al coordinatore del P.d.L. Denis Verdini, al senatore Marcello Dell’Utri, al dirigente regionale (e già assessore) Gabriele Asunis, all’ex direttore generale dell’A.R.P.A.S. Ignazio Farris e ad altri nell’ambito della nota inchiesta penale sulla P 3 e sull’energia eolica.    La Fri.El. ha smentito rapporti con Carboni e l’interessamento all’area industriale. Prosegui la lettura…

Si trovano davvero finte case agricole e vere ville nel Sinis.

10 Febbraio 2011 Commenti chiusi

cantiere nel Sinis, Cabras

cantiere nel Sinis, Cabras


Il Comune di Cabras – Settore tecnico ha comunicato (nota n. 1835 del 27 gennaio 2011), in seguito all’esposto inoltrato (23 dicembre 2010) dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra alle amministrazioni pubbliche e magistratura competenti, che “tutti i fabbricati ricadenti nelle zone di cui alle fotografie … allegate sono … stati oggetto di verifica ed alcuni accertamenti hanno poi portato all’attivazione delle procedure di legge in materia di repressione di abusi edilizi, nonché all’apertura di procedimenti penali tuttora in corso”.  Il Comune di Cabras ha fornito, poi, ampia documentazione sulle strutture edilizie in proposito. Prosegui la lettura…

Portoscuso, traffico di rifiuti industriali a giudizio.

Video importato

YouTube Video

Oggi 8 febbraio 2011 presso il G.U.P. del Tribunale penale di Cagliari Giovanni Massidda ha riconosciuto la costituzione quale parte civile delle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra (avv. ti Lia Pacifico e Annalisa Zedde) nel procedimento n. 5890/2007 G.I.P. (e R.N.R. 2930/2007) relativo al  traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali. Prosegui la lettura…

I traffici di rifiuti industriali pericolosi di Portovesme a giudizio.

Video importato

YouTube Video
 

 

Martedì 8 febbraio 2011 presso il G.U.P. del Tribunale penale di Cagliari Giovanni Massidda proseguirà, dopo l’apertura dello scorso 10 dicembre 2010  e dopo alcuni rinvii, l’udienza preliminare del procedimento n. 5890/2007 G.I.P. (e R.N.R. 2930/2007) relativo al  traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali.

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno presentato istanza di costituzione quale parte civile.

Il Comitato popolare Carlofortini preoccupati e l’associazione Adiquas di Nuraxi Figus (Gonnesa) promuovono per martedi 8 febbraio 2011 un sit in all’ingresso del Palazzo di Giustizia di Cagliari, con inizio alle ore 9,00.  Prosegui la lettura…

La Soprintendenza archeologica: “sbaraccate la legnaia!”

 

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari

Anfiteatro romano con allestimento per spettacoli, Cagliari


La Soprintendenza per i beni archeologici di Cagliari , superando atteggiamenti temporeggiatori, ha chiesto nei giorni scorsi al Comune di Cagliari di rimuovere la vergognosa legnaia che da troppi anni opprime l’ Anfiteatro romano di Cagliari.  E’ l’ennesima richiesta e non può che trovarci d’accordo al 1000%, visto che l’abbiamo richiesto decine di volte nel corso di questi ultimi anni.   La legnaia è, infatti, abusiva, essendo priva delle autorizzazioni paesaggistiche e archeologiche necessarie.

Rimane un mistero kasteddaio il motivo per cui non sia stata già rimossa e non siano stati inchiodati alle loro responsabilità gli autori e i mandanti di questo vero e proprio delitto culturale.   Inchiodati almeno come le gradinate dell’Anfiteatro.

Qui un approfondimento sulla vicenda.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

Prosegui la lettura…

Assassini di lupi.

Testa di lupo mozzata

Due notizie drammaticamente opposte sulla sorte del nostro Lupo (Canis lupus), fortunatamente in caparbia, ostinata, nuova espansione in Italia.    Nel Parco nazionale dei Monti Sibillini l’ennesima uccisione di un lupo con una macabra decapitazione e un messaggio minatorio verso amministratori locali e dell’area protetta su cui indaga il Corpo forestale dello Stato.

A Genova, invece, un bel segnale di civiltà giuridica: l’assassino di sei lupi denunciato tempo fa dalla Polizia provinciale di Genova dopo complesse indagini su delega della Procura della Repubblica di Chiavari è stato condannato a sette mesi di arresto dal Tribunale penale di Genova.   E’ la prima condanna a pena detentiva per un bracconiere in Italia.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

Prosegui la lettura…

La Sardegna terra promessa della speculazione golfistica?

Pineta costiera di Is Arenas e gru

Pineta costiera di Is Arenas e gru

La Commissione permanente “urbanistica” del Consiglio regionale della Sardegna si appresta a varare un testo unificato sulla promozione del golf, che sarà successivamente sottoposto all’esame dell’Aula assembleare. L’originaria proposta di legge dei Riformatori (la n. 83 del 12 ottobre 2009) sarebbe stata modificata in più punti, indicando nei soli progetti di qualità quelli da approvare e sostenere. Prosegui la lettura…

Finalmente a Quirra qualcosa, forse, si muove!

 

prova a fuoco missile Zefiro, Quirra

prova a fuoco missile Zefiro, Quirra


Da anni impegnati nella ricerca della verità con i pochi mezzi propri delle associazioni ecologiste, esprimiamo il nostro apprezzamento e sostegno alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lanusei (OG) e al titolare dell’Ufficio Domenico Fiordalisi per aver avviato con decisione – dopo anni di sostanziale insufficiente impegno da parte delle amministrazioni pubbliche e della magistratura competenti – le indagini sullo strano inquinamento di Quirra.

Speriamo che si faccia finalmente chiarezza, senza allarmismi né volontà persecutoria. Per giustizia nei confronti delle decine di vittime militari e civili.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico

da La Nuova Sardegna, 22 gennaio 2011

Quirra, l’inchiesta è per omicidio plurimo.  L’operazione della Procura di Lanusei blocca tutti i bombardamenti nel poligono. Grande attesa per le analisi sui blindati messi sotto sequestro dalla squadra mobile di Nuoro e dai vigili del fuoco. Prosegui la lettura…

Ma se ne vada via!

Video importato

YouTube Video

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

comunicato stampa (prot. n. 175 del 14 gennaio 2011)

In relazione a parziali e frammentarie notizie che sono state diffuse, al fine di una puntuale informazione, e nel rispetto del principio costituzionale di non colpevolezza, si ritiene necessario fornire le seguenti informazioni.

Nel procedimento numero 55781/2010 RGNR Mod 21 sono stati iscritti Nicole Minetti, e altri per i reati: A) artt. 110, 81 cpv c.p., 3 comma 2° nn. 5 ed 8, 4 n. 7 Legge 75/1958 (in Milano, nel corso del 2010); B) artt. 110, 81 cpv, 600 bis comma 1° c.p. (in Milano, dal febbraio al maggio 2010).

In data 21 dicembre 2010 è stato altresì iscritto l’Onorevole Silvio Berlusconi per i reati: A) 81 cpv, 317, 61 n. 2 c.p. (in Milano, il 27 e 28 maggio 2010); B) 81 cpv, 600 bis comma 2° c.p. (in Arcore, dal febbraio al maggio 2010, parte offesa Karima El Mahroug detta Ruby).

Nel quadro delle indagini in corso, nella giornata di oggi sono state effettuate, da personale della sezione di Polizia Giudiziaria Polizia di Stato presso questa Procura e da personale della Squadra Mobile di Milan, perquisizioni domiciliari nei confronti dell’indagata Nicole Minetti nonché di diverse persone informate sui fatti. E’ stato altresì notificato all’Onorevole Silvio Berlusconi ed ai suoi difensori invito a comparire, ai sensi degli artt. 375 e 453 c.p.p., corredato della dettagliata indicazione delle fonti di prova (nel rispetto dei limiti di utilizzazione di cui alla l. n. 140/2003), per le ipotesi di reato a lui ascritte.

Le indagini, che hanno comportato anche attività tecnicamente complesse,sono state delegate alla Polizia di Stato, che ha operato con encomiabile professionalità.

Milano, 14 gennaio 2011

Il Procuratore della Repubblica

Edmondo Bruti Liberati

 

Qui la richiesta di autorizzazione alla perquisizione (art. 4 della legge n. 140/2003) inviata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano alla Camera dei Deputati il 14 gennaio 2011.

La misura è già colma da un bel pezzo: se ne vada via, si dimetta e vada in Tribunale a difendersi come qualsiasi cittadino.

Stefano Deliperi

Prosegui la lettura…

Dagli scempi passati non s’impara mai.

10 Gennaio 2011 Commenti chiusi
Chia, panorama da Monte Cogoni

Chia, panorama da Monte Cogoni

Riceviamo e pubblichiamo volentieri.  In proposito ricordiamo che, insieme agli Amici della Terra, abbiamo denunciato, fatto sequestrare e fatto portare in giudizio i lavori abusivi del campo da golf di Chia.  C’è stata la condanna in sede penale e un ripristino ambientale.      Quanto alla terribile epidemìa di compatibilite sviluppatasi intorno al progetto turistico-edilizio del gruppo Stim potete leggere qui:

*http://gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it/2007/05/02/sardegna_sostenibile_____ma_de_ch_____1630539-shtml/

*http://gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it/2007/05/06/l__insostenibile_turismo_del_golf____1630594-shtml/

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

 Perchè la lezione di Chia non è servita a Tuerredda e Malfatano?     Prosegui la lettura…

Individuati altri due criminali di guerra tedeschi: sono imputati di strage.

21 Dicembre 2010 Commenti chiusi
strage tedesca, Civitella Val di Chiana (AR), 1944

strage tedesca, Civitella Val di Chiana (AR), 1944

 

Gli orrori delle stragi tedesche in Italia continuano a vivere nelle aule di giustizia.   Ne abbiamo parlato più volte in questo blog perché riteniamo che giustizia debba esservi, anche a distanza di così tanto tempo. Soprattutto per evitare che questi avvenimenti si ripetano.

Nel processo in corso presso il Tribunale militare di Verona sono saliti da sette a nove gli imputati per la strage di Monchio, Costrignano e Susano, una delle più gratuite e sanguinarie (140 morti accertati), compiuta il 18 marzo 1944 dalle truppe tedesche della divisione d’èlite della Luftwaffe “Herman Goehring” per rappresaglia contro alcuni attacchi partigiani avvenuti nei giorni precedenti. Prosegui la lettura…

Finalmente in un’aula di giustizia l’inquinamento di Portoscuso.

 

industrie, Portovesme

industrie, Portovesme

Oggi 10 dicembre 2010 presso il G.U.P. del Tribunale penale di Cagliari Giovanni Massidda si è aperta, dopo alcuni rinvii, l’udienza preliminare: del procedimento n. 5890/2007 G.I.P. (e R.N.R. 2930/2007) relativo al  traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali. Prosegui la lettura…

Tuvixeddu, archeologia in saldi e Tribunali.

Lo Stato ritorna ad essere l'arbitro finale della sorte di Tuvixeddu.

Concluse le indagini della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari su Tuvixeddu, dagli accertamenti svolti dal nucleo investigativo della polizia giudiziaria del Corpo forestale e di vigilanza ambientale emergerebbe il rinvenimento di 421 sepolture al di fuori dell’area prevista del parco archeologico e ambientale indicato dall’accordo di programma Regione-Comune-Privati dell’ottobre 2000, ma rientranti – secondo le conferme della Soprintendenza archeologica cagliaritana – nell’area tutelata con il vincolo storico-culturale diretto o indiretto (artt. 10 e ss. del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i., individuazione con D.M. 2 dicembre 1996). Prosegui la lettura…

Una nuova vasca di colmata per i sedimenti delle bonifiche di La Maddalena?

 

bonifiche ambientali, La Maddalena

bonifiche ambientali, La Maddalena


  Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno inoltrato (5 dicembre 2010) una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e adozione di opportuni interventi alle amministrazioni pubbliche competenti (Ministero dell’Ambiente, Ente parco nazionale “Arcipelago della Maddalena”, Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente, Assessorato alla Tutela dell’Ambiente della Provincia di Olbia-Tempio, Comune di La Maddalena, A.R.P.A.S.) e ai Carabinieri del N.O.E. riguardo la possibile realizzazione di una nuova vasca di colmata in loc. Punta Chiara per accogliere i sedimenti derivanti dalle operazioni di bonifica dell’ area dell’ex Arsenale, oggi riconvertito in struttura ricettiva, in Comune di La Maddalena (OT).  Sono, infatti, pervenute segnalazioni che indicherebbero la prossima realizzazione di una vasca di colmata della capienza di mc. 30.000 per 90.000 tonnellate di sedimenti di non conosciuta consistenza e natura. Prosegui la lettura…

A giudizio il traffico illecito di rifiuti industriali di Portoscuso.

industrie, Portovesme

industrie, Portovesme

Nella zona di Portoscuso e del basso Sulcis c’è un pesante inquinamento di origine industriale: è cosa ben nota da tempo.     Nei mesi scorsi è emerso anche quanto si sospettava da anni: un traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali.   Prosegui la lettura…

Ristrutturazione e ampliamento dell’Hotel Villa Rey (Castiadas) a giudizio.

ex Hotel Villa Rey, fronte spiaggia

ex Hotel Villa Rey, fronte spiaggia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il G.U.P. del Tribunale di Cagliari ha accolto ieri le richieste del pubblico ministero Andrea Massidda e ha rinviato a giudizio (udienza prevista il 21 marzo 2011) per i lavori di ristrutturazione e ampliamento del complesso turistico-edilizio “Villa Rey”, sul litorale di Castiadas (CA), il Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici di Cagliari Gabriele Tola, il dirigente del Servizio comunale urbanistica Giuseppe Floris, il presidente del Consiglio di amministrazione e legale rappresentante della società committente Le Palme s.r.l. Stefano Gagliardi, il direttore dei lavori Luigi Giglio, il procuratore dell’impresa esecutrice Cepram s.r.l. Innocenzo Zaccheddu. Prosegui la lettura…

Cemento a Malfatano: interrogato dalla Procura della Repubblica il Soprintendente archeologico.

cantiere S.I.T.A.S. s.p.a., Tuerredda

cantiere S.I.T.A.S. s.p.a., Tuerredda

Proseguono le indagini della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, dopo i numerosi esposti delle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico, riguardo i lavori edilizi in corso a Malfatano e Tuerredda da parte della S.I.T.A.S. s.p.a. Il pubblico ministero Daniele Caria ha interrogato il Soprintendente per i beni archeologici Marco Minoja.  Si attendono sviluppi.

Sarà difficile, comunque, che da questa (e altre) speculazioni immobiliari arrivino quei 2.500 posti di lavoro a Teulada di cui parlava l’ex sindaco Tore Mocci qualche anno fa. Prosegui la lettura…

Uccellagione e grive sono solo reato!

trappola avifauna

trappola avifauna

Con l’autunno riprende, purtroppo, la pessima abitudine sarda dell’uccellagione.   E’ bracconaggio, è distruzione del patrimonio ambientale, è un reato (art. 30 della legge n. 157/1992 e s.m.i.).  Chi compra le grive commette il reato di ricettazione (art. 648 cod. pen.).   La Lega per l’Abolizione della Caccia – L.A.C.   appoggia l’attività del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale contro il bracconaggio anche con azioni concrete come le campagne anti-bracconaggio nel Cagliaritano.

Lega per l’Abolizione della Caccia – L.A.C. Prosegui la lettura…