Archivio

Post Taggati ‘Golfo dell’Asinara’

Marea nera nel Golfo dell’Asinara, a che punto siamo?

Video importato

YouTube Video

L’11 gennaio 2011 dalla centrale termoelettrica E.On di Porto Torres (SS) – felicemente e serenamente dotata di certificazione EMAS ISO 14001 sul piano del rispetto dell’ambiente – di Porto Torres è uscita una marea nera che ha inquinato decine di 20 km. di coste del Golfo dell’Asinara, dall’Asinara stessa e Stintino fino a S. Teresa di Gallura.    La Procura della Repubblica di Sassari ha aperto un’indagine penale per accertare le responsabilità, mentre sono state avviate le operazioni di bonifica, molto più complesse di quanto è stato reso noto e, molto probabilmente, si prevedeva inizialmente. Prosegui la lettura…

Reportage sulla marea nera nel Golfo dell’Asinara.

 

Video importato

YouTube Video

Sul seguitissimo blog di Beppe Grillo un reportage (“Sardegna colonia d’Italia“) del Gruppo d’Intervento Giuridico sulla devastante marea nera sversata dagli impianti E.On nel Golfo dell’Asinara.

Buona visione!

Gruppo d’Intervento Giuridico

Marea nera nel Golfo dell’Asinara, colpevole disastro ambientale.

uccello avvolto da petrolio

uccello avvolto da petrolio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Dagli impianti portuali della centrale termoelettrica E.On di Porto Torres (SS), felicemente e serenamente dotata di certificazione EMAS ISO 14001 sul piano del rispetto dell’ambiente, è uscita una marea nera che ha inquinato decine di km. di coste  e di mare del Golfo dell’Asinara.    Da Porto Torres ai litorali di Sorso e di S. Teresa di Gallura, da Porto Torres a Stintino, verso l’Asinara.

La Procura della Repubblica di Sassari ha aperto un’indagine penale per accertare le responsabilità, mentre sono state avviate le operazioni di bonifica, molto più complesse di quanto è stato reso noto e, molto probabilmente, si prevedeva inizialmente.     Prosegui la lettura…

Marea nera nel Golfo dell’Asinara.

cormorano

Dalla centrale termoelettrica E.On. di Porto Torres è uscita una marea nera che ha inquinato quasi 20 km. di coste del Golfo dell’Asinara.  La Procura della Repubblica di Sassari ha aperto un’inchiesta per accertare le responsabilità, mentre sono iniziate le operazioni di bonifica. Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno chiesto (15 gennaio 2011) al Ministero dell’ambiente, alla Regione autonoma della Sardegna, alla Provincia di Sassari, all’Ente parco nazionale dell’Asinara e ai Comuni costieri interessati (Porto Torres, Sorso) di svolgere l’azione per danno ambientale per far pagare i responsabili.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

da La Nuova Sardegna on line, 15 gennaio 2011

Marea nera, moria di pesci, avvelenati 18 chilometri di costa. Prosegui la lettura…