Archivio

Post Taggati ‘italia’

Italia, nazione verde? Magari!

27 Ottobre 2011 Commenti chiusi

bosco

Questo stranissimo Bel Paese potrebbe anche essere una potenza verde, se solo ci credesse.    E parecchie calamità innaturali non si ripeterebbero, come ancora in questi giorni in Liguria e Toscana, come nell’autunno 2008 a Capoterra.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

boschi in Italia

da Il Corriere della Sera on line, 26 ottobre 2011

Foreste sostenibili e boschi certificati per evitare disastri ambientali. In Italia gli alberi potrebbero essere un patrimonio immenso, ma in troppe Regioni non c’è pianificazione. (Anna Tagliacarne) Prosegui la lettura…

Giornate europee del Patrimonio sulla Sella del Diavolo!

terra, mare, cielo, allla Sella del Diavolo

terra, mare, cielo, allla Sella del Diavolo

 

Il 24 e il 25 settembre 2011 l’Italia partecipa alle Giornate europee del Patrimonio.   L’Italia è il tesoro d’Europa, questo lo slogan per il nostro Bel Paese, purtroppo sempre più martoriato.  

Per due giorni l’Italia si trasformerà in un grande teatro naturale e culturale aperto gratuitamente a tutti, dove centinaia di palcoscenici, sparsi in ogni regione, metteranno in scena, la bellezza, la storia e la cultura del nostro paese. Una festa che si traduce in molteplici modi: aperture di luoghi d’arte, presentazione di restauri e lavori in corso, percorsi naturalistici e storici, convegni di approfondimento, concerti, spettacoli, proiezioni cinematografiche, itinerari gastronomici e soprattutto iniziative nell’ambito della didattica.    Prosegui la lettura…

SI, SI, SI e ancora SI!

disegno nucleare Martina

C’è poco da dire, è stata una grande vittoria degli Italianiil 57% circa degli aventi diritto al voto si è recato alle urne e ha deciso.

I votanti hanno così deciso: gestione pubblica dell’acqua, sì al 95%; tariffe dell’acqua, sì al 95%; abrogazione delle norme sul nucleare, sì al 94%; abrogazione delle norme sul legittimo impedimento, sì al 95%.

Cagliari, volantinaggio referendum

Una dura campagna referendaria, un volgare e ignobile silenzio da parte delle TV pubbliche e private, un grande impegnovolontaristico da parte di associazioni e comitati.  Una bella vittoria, per la democrazia e per l’ambiente.

Grazie a tutti quelli, grandi e piccini, che si sono impegnati per raggiungere questo splendido risultato.

Gruppo d’Intervento GiuridicoAmici della Terra

Spiagge in svendita.

6 Maggio 2011 Commenti chiusi
Cabras, spiaggia di Is Aruttas

Cabras, spiaggia di Is Aruttas

Il Ministro dell’economia Giulio Tremonti è un profeta della deregulation per favorire le peggiori speculazioni su demani e patrimoni pubblici in favore dei soliti noti: dopo le sciagurate operazioni di cartolarizzazione e svendita di beni pubblici già viste nel recente periodo, dopo il recente annuncio relativo a fari e caserme, dopo l’hard discount del c.d. federalismo demaniale, ora è la volta delle spiagge in concessione per 90 anni.      E chi se ne frega se tutto ciò è in violazione della normativa comunitaria oltre che della decenza. Prosegui la lettura…

Referendum, sovranità popolare.

6 Maggio 2011 Commenti chiusi
cascata Sette Fratelli

cascata Sette Fratelli

 

IL 15 e 16 MAGGIO VOTA SI’ PER BLOCCARE IL NUCLEARE IN SARDEGNA.

Il 15 e 16 maggio in Sardegna siamo chiamati al voto per il referendum consultivo sull’energia nucleare: votiamo e facciamo votare SI per evitare che la Sardegna sia interessata da siti di stoccaggio delle scorie e centrali nucleari.

IL 12 e 13 GIUGNO 

VOTA SI’ PER FERMARE IL NUCLEARE

VOTA 2 SI’ AI

REFERENDUM PER L’ACQUA BENE COMUNE Prosegui la lettura…

25 aprile, non bisogna dimenticare.

25 Aprile 2011 Commenti chiusi
Gruppo da combattimento "Cremona", 1945

Gruppo da combattimento "Cremona", 1945

 

Silvio Serra nacque a Cagliari il 20 novembre 1923, ultimo degli undici figli del notaio Efisio Serra.   Frequenta a Cagliari le scuole elementari e il ginnasio, poi – per la morte prematura del padre – si trasferì con la famiglia a Roma. Qui studiò al Liceo “Tasso” e poi alla Facoltà di Giurisprudenza.   Nel 1943, dopo l’armistizio dell’8 settembre, entrò nei G.A.P. insieme all’amico e concittadino Luigi Pintor.   Partecipò a numerose azioni di sabotaggio contro i tedeschi occupanti fin quando – a causa di una delazione di “Blasi”, un compagno che faceva il doppio gioco – venne catturato dalla polizia fascista e torturato dalla sanguinaria Banda Koch nella famigerata Pensione Jaccarino.   Trasferito al carcere di Regina Coeli, venne condannato a morte, ma lo salvò l’arrivo degli Alleati a Roma (6 giugno 1944).  Nonostante le conseguenze delle torture e della prigionia (fra cui una pleurite), si arruolò volontario nel Gruppo da combattimento “Cremona” (II Battaglione, VII Compagnia) e combattè nella campagna di liberazione del centro-nord Italia. Prosegui la lettura…

Ultim’ora: il Governo Berlusconi s’ingoia il nucleare.

 

Video importato

YouTube Video

Pare proprio una mossa dettata dalla disperazione. Un occhio ai sondaggi, un occhio al tentativo di salvare gli squallidi interessi personali del premier.    Così il Governo Berlusconi – in una convulsa manovra parlamentare – cerca di abrogare le sue norme sul ritorno al nucleare.   Per evitare i referendum.

Qui le prime notizie: http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/nucleare/2011/04/19/visualizza_new.html_899730057.html

In seguito ne capiremo insieme di più.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Silvio Berlusconi – Il Caimano, quando i confini fra realtà e fantasia sfumano.

11 Aprile 2011 Commenti chiusi

Video importato

YouTube Video

Silvio Berlusconi e Il Caimano, quando i confini fra la realtà e la fantasia sfumano.

Stefano Deliperi

 

A.N.S.A., 11 aprile 2011

Processo Mediaset, ‘Magistrati contro Paese, perdita tempo surreale’.

Berlusconi in aula: ‘Accuse demenziali’. Ruby, ‘Soldi per non costringerla a prostituirsi’. Prosegui la lettura…

Ma che si fà del nucleare?!

5 Aprile 2011 Commenti chiusi

locandina Vernacoliere

 

Maremma maiala, e come dargli torto?

Gruppo d’Intervento Giuridico

Questa revisione strisciante del piano paesaggistico regionale è illegittima!

Chia, Torre costiera e foce del Rio di Chia

Chia, Torre costiera e foce del Rio di Chia

  

Le associazioni ecologiste Amici della Terra, Gruppo d’Intervento Giuridico e Lega per l’Abolizione della Caccia hanno rivolto (30 marzo 2011) una specifica istanza al Presidente della Regione autonoma della Sardegna, all’Assessore regionale dell’urbanistica e al Direttore generale regionale della pianificazione urbanistico-territoriale per essere formalmente e concretamente coinvolte nel processo di modifica del piano paesaggistico regionale, avviato in modo strisciante, confuso e pasticciato con il programma “Sardegna nuove idee” a partire dal giugno 2009 e recentemente condensatosi in un “tavolo delle risultanze” il 18 febbraio 2011.   Prosegui la lettura…

Save the date – Seconda Conferenza nazionale sulle rinnovabili termiche.

Web

 

Si terrà a Roma il 19-20 aprile 2011 la II Conferenza nazionale sulle rinnovabili termiche promossa dagli Amici della Terra

Presentazione della conferenza

Il riscaldamento e il raffrescamento rappresentano quasi il 50% dei consumi finali di energia e possono essere soddisfatti in parte da fonti rinnovabili come il solare termico, le biomasse solide, liquide e gassose, l’energia aerotermica, idrotermica e geotermica. Prosegui la lettura…

I Sardi gridano i loro “SI” contro il “ritorno” del nucleare!

manifestazione anti-nucleare, Cagliari, 26 marzo 2011

manifestazione anti-nucleare, Cagliari, 26 marzo 2011

Grandissimo successo della manifestazione contro il “ritorno” al nucleare promossa dal Comitato per il referendum consultivo regionale contro il nucleare e svoltasi oggi, sabato 26 marzo 2011, a Cagliari.

Almeno 5 mila partecipanti, magliette e bandiere colorate, striscioni, maschere anti-gas, musica, biciclette e tanta allegria.        Movimenti, partiti, associazioni, comitati, ma soprattutto tanta gente comune. Prosegui la lettura…

Manifestazione anti-nucleare, a Cagliari!

24 Marzo 2011 Commenti chiusi

nucleare,_no_grazie,_2011

 

Sabato 26 marzo 2011, con partenza alle ore 15.00 da Piazza Giovanni XXIII, si svolgerà a Cagliari una manifestazione promossa dal Comitato per il referendum consultivo regionale contro il nucleare.   Il corteo si snoderà lungo vie e piazze cittadine per concludersi in Piazza Garibaldi, dove si terrà un concerto (Tzoku, Dr.Drer & CRC Posse).

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra invitano tutti i cittadini a votare SI al referendum sull’abrogazione delle norme che prevedono il ritorno al nucleare in Italia il prossimo 12 giugno 2011 e invitano i cittadini sardi a votare SI al referendum consultivo regionale sul nucleare previsto per il prossimo 15 maggio 2011

Sabato tutti alla manifestazione!

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra Prosegui la lettura…

Sei contrario al nucleare? Vota “SI” ai referendum!

Video importato

YouTube Video

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra invitano tutti i cittadini a votare SI al referendum sull’abrogazione delle norme che prevedono il ritorno al nucleare in Italia il prossimo 12 giugno 2011 e invitano i cittadini sardi a votare SI al referendum consultivo regionale sul nucleare previsto per il prossimo 15 maggio 2011.     Intanto un po’ di sana informazione, a Carloforte.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

  Prosegui la lettura…

Energia solare: dove, se non in Sardegna (e nel resto d’Italia)?

pannello fotovoltaico

La Sardegna è una delle regioni ideali per lo sviluppo corretto e virtuoso dell’energia alternativa da fonte solare (energia solare termica, energia solare termodinamica, energia solare fotovoltaica).      Altro che energia nucleare, altro che eolico selvaggio.

Un’inchiesta de La Nuova Sardegna ne propone aspetti, approfondimenti, contraddizioni.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

energia solare in Sardegna

energia solare in Sardegna

da La Nuova Sardegna, 20 marzo 2011

Solare, gara per rilanciare le rinnovabili.  No al decreto taglia-incentivi dalle imprese, dai sindacati e dagli ambientalisti. Prosegui la lettura…

Fukushima, disastro nucleare. Italia, ottusità nucleare.

 

Video importato

YouTube Video

Il Giappone e, di riflesso, tutto il mondo sta vivendo il dramma del disastro nucleare di Fukushima.  L’Italia, grazie a una delle scelte più imbecilli che il Governo potesse fare, sta ottusamente ritornando all’utilizzo dell’energia nucleare.  Solo ora, timidamente, qualche dubbio sta balenando nella mente di qualche ministro.

Una scelta folle, ma non disinteressata, come sembra emergere da un’importante inchiesta de L’Espresso.

Desideriamo rammentare i tanti e motivati “no” al ritorno al nucleare, condensati nell’articolo dello scienziato Angelo Baracca (L’Italia torna al nucleare?).

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra (promotori dei referendum anti-nucleari del 1987)  ritengono che sia da respingere questo “ritorno” del nucleare in Italia, più imposto che voluto. Sostengonola ricerca e la promozione delle energie alternative e rinnovabili, in primo luogo quelle di fonte solare (energia solare termica, energia solare termodinamica, energia solare fotovoltaica). Prosegui la lettura…

Auguri Italia, auguri a tutti noi italiani!

16 Marzo 2011 Commenti chiusi

 

Monumento ai Martiri del Risorgimento, Cagliari

Monumento ai Martiri del Risorgimento, Cagliari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 17 marzo 2011 l’Unità d’Italia compie 150 anni.     Difficoltà, ingiustizie, contraddizioni non sono mancate e non mancheranno.   Fortunatamente sono ben presenti i progressi, i miglioramenti, i successi di questo nostro splendido Paese.        Vi segnaliamo un modo semplice e molto significativo per ricordare chi ha fatto tantissimo per noi, fino a dare la vita: un piccolo mazzetto di fiori al monumento nelle nostre città e paesi dedicato ai martiri del Risorgimento, ai caduti di tutte le guerre, ai morti della Resistenza.    E’ comunque una bella festa.   Auguri all’Italia e a tutti gli italiani!

Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Il Governo ricorre alla Corte costituzionale contro la c.d. caccia in deroga in Sardegna.

 

Pettirosso

Pettirosso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Governo ha accolto la segnalazione proveniente dalle associazioni ecologiste Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia, Gruppo d’Intervento Giuridico e Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli (nota del 25 gennaio 2011) e ha deciso di effettuare ricorso per conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale riguardo la legge regionale Sardegna n. 5/2011 sulla c.d. caccia in deroga.

La recentissima sentenza della Corte di Giustizia europea, 3 marzo 2011, causa C-508/09, è stata solo l’ultimo provvedimento gurisdizionale che ha condannato la c.d. caccia in deroga in Sardegna.

Sarebbe ora che questi tentativi di scarsa virtù ambientale e giuridica terminassero per sempre.

Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia, Gruppo d’Intervento Giuridico

(foto S.D., archivio GrIG)

Stop all’eolico e al fotovoltaico selvaggio, sì a una riforma equilibrata degli incentivi!

Video importato

YouTube Video

Mentre dal Giurì di Autodisciplina Pubblicitaria viene bloccato lo spot del Forum Nucleare di Chicco Testa perché ingannevole (decisione n. 12/2011 del 18 febbraio 2011), il Governo si appresta a eliminare gli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica.  Un settore pulito e in forte crescita. Una follìa.

E’ invece necessaria una riforma del settore equilibrata e finalizzata a sostenere le fonti di energia rinnovabili realmente ecologiche.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

Dgls Rinnovabili: La posizione di Amici della Terra – Italia Nostra – Mountain Wilderness – Comitato nazionale del Paesaggio – Rete della resistenza sui crinali appenninici:

 Occorrono misure equilibrate e articolate: fermare l’eolico, correggere il fotovoltaico, sostenere l’efficienza energetica e le rinnovabili termiche Prosegui la lettura…

La Corte dei conti: “corruzione patologica”.

Torre di S. Giovanni di Sinis

Torre di S. Giovanni di Sinis

Pessimo quadro dell’Italia attuale disegnato dalla Corte dei conti durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario 2011.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

Sardegna: caccia a febbraio 2011, bye bye…

Pettirosso

Pettirosso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un comunicato stampa dell’Assessore regionale della difesa dell’ambiente Giorgio Oppi mette una pietra tombale sull’ipotesi della caccia a febbraio 2011 in Sardegna.    

Si deve dar atto all’Assessore Oppi di aver compreso con lungimiranza  l’impraticabilità sul piano giuridico dell’ipotesi di caccia in deroga nel mese di febbraio 2011 e di essersi fermato in tempo, prima di far subire all’Italia e alla Sardegna ulteriori pesanti conseguenze solo per compiacere le istanze di una parte del mondo venatorio. Il Governo ha, infatti, impugnato il provvedimento della Giunta regionale del Veneto di contenuto analogo davanti alla Corte costituzionale e un po’ di prudenza è d’obbligo. Prosegui la lettura…

Silvio Berlusconi vattene!

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

 

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi nell’ambito del procedimento penale n. 55781/2010 RGNR è stato rinviato a giudizio per due ipotesi di reato gravissime per un rappresentante delle Istituzioni: concussione e prostituzione minorile (artt. 81 cpv., 61, n. 2, e 600 bis, comma 2°, cod. pen.).  E’ stato rinviato a giudizio su richiesta della Procura della Repubblica dal G.I.P. Cristina Di Censo (qui il decreto) disponendo il giudizio immediato – possibilità prevista dal codice di procedura penale (art. 453) quando le prove sono ritenute evidenti – davanti alla IV Sezione del Tribunale penale di Milano (Presidente Carmen D’Elia, giudici Orsolina De Cristofaro e Giulia Turri) all’udienza del prossimo 6 aprile 2011. Prosegui la lettura…

Il giorno del ricordo.

Il giorno del ricordo.

 

In Italia dal 2005 (legge n. 92/2004) il 10 febbraio si celebra il giorno del ricordo in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata negli anni ‘40 del secolo scorso.   Oltre 350 mila nostri connazionali furono costretti in un clima di violenza a lasciare le loro terre. Una pesantissima e crudele pulizia etnica.  Anche Trieste e il suo territorio furono interessati dal pesante clima di violenza.  E al clima di violenza, in precedenza, contribuirono anche gli italiani.    Ricordare è importante e fondamentale, per comprendere ed evitare che queste vicende si ripetano.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

La storia di tre sorelle. Prosegui la lettura…

La Corte costituzionale pone altri “ostacoli” al “ritorno” al nucleare.

Tuscania, rosone del Duomo romanico

Tuscania, rosone del Duomo romanico

 

 

Con la sentenza n. 33 depositata il 2 febbraio 2011 la Corte costituzionale ha posto un nuovo rilevante ostacolo al folle ritorno al nucleare in Italia.

Infatti, su ricorso di varie Regioni, ha dichiarato l’incostituzionalità dell’art. 4, commi 1° e 2°, del decreto legislativo n. 31/2010 nella parte in cui non prevede il rilascio del proprio parere sull’ubicazione e l’esercizio di una nuova centrale nucleare da parte della Regione territorialmente interessata prima dell’esame da parte della Conferenza unificata. Prosegui la lettura…

Un anno di sangue è finito, chiude la stagione venatoria.

pubblicità Federcaccia

pubblicità Federcaccia


Il 31 gennaio 2011 è terminata la stagione di caccia 2010-2011 in tutta Italia.

Oltre a centinaia di milioni di altri animali cacciabili e protetti uccisi, ci sono state numerose vittime umane.   35 morti, dei quali 34 cacciatori e 1 persona comune, ben 74 feriti, dei quali 61 cacciatori e 13 persone comuni.

Questi sono i dati raccolti, come ogni anno, dalla Lega per l’Abolizione della Caccia (L.A.C.). Prosegui la lettura…

Ricorso ecologista contro la c.d. caccia in deroga: la Sardegna è già davanti alla Corte di Giustizia europea.

vauro_caccia1

 

Le associazioni ecologiste Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia (L.A.C.), Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli (L.I.P.U.) e Gruppo d’Intervento Giuridico hanno richiesto (ricorso del 25 gennaio 2011) al Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi e al Ministro per i rapporti con le Regioni Raffaele Fitto di esperire ricorso governativo avverso la legge regionale 19 gennaio 2011 (non ancora pubblicata sul B.U.R.A.S.) sulla c.d. caccia in deroga per conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale e di predisporre le opportune procedure per l’annullamento (art. 19 bis della legge n. 157/1992 e s.m.i.) del provvedimento assessoriale di prossima emanazione contenente le disposizioni di attuazione della c.d. caccia in deroga per l’anno 2011.

E’ stata informata, per opportuna conoscenza, la Commissione europea. Prosegui la lettura…

Azioni legali contro la caccia a febbraio in Sardegna.

Com’era prevedibile, una maggioranza consiliare attenta ai veri problemi della Sardegna ha dimostrato di che pasta è fatta approvando la proposta di legge n. 237/A del 9 dicembre 2010, predisposta dalla brillante mente giuridica dell’on. Giulio Steri (U.D.C.), già Assessore regionale della sanità, avvocato dello Stato nonché fedele e stretto collaboratore del leader sardo della formazione centrista Giorgio Oppi, attuale Assessore regionale della difesa dell’ambiente.

La legge regionale 19 gennaio 2011 (non ancora pubblicata sul B.U.R.A.S.) è stata approvata con 49 voti favorevoli (P.d.L., P.S.d’Az., U.D.C., Riformatori), 4 contrari (Comunisti – Sinistra Sarda – RossoMori) e 18 astenuti (P.D., I.d.V.). Prosegui la lettura…

Il grande problema della Sardegna: la caccia a febbraio.

Pettirosso

Pettirosso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ piuttosto sconsolante vedere su che cosa s’impegnano pervicacemente i nostri legislatori regionali.   Tutt’altro che dediti a risollevar le condizioni di una regione alla deriva economico-sociale, ecco alcune delle menti giuridiche più brillanti dell’attuale Consiglio regionale dedicarsi a trovar il modo per consentire ai cacciatori sardi (circa 50 mila) di sparacchiare a tordi e a chissà che altri pennuti nel mese di febbraio. Evidentemente per tali legislatori non c’è nulla di più importante. Prosegui la lettura…

Ma se ne vada via!

Video importato

YouTube Video

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

comunicato stampa (prot. n. 175 del 14 gennaio 2011)

In relazione a parziali e frammentarie notizie che sono state diffuse, al fine di una puntuale informazione, e nel rispetto del principio costituzionale di non colpevolezza, si ritiene necessario fornire le seguenti informazioni.

Nel procedimento numero 55781/2010 RGNR Mod 21 sono stati iscritti Nicole Minetti, e altri per i reati: A) artt. 110, 81 cpv c.p., 3 comma 2° nn. 5 ed 8, 4 n. 7 Legge 75/1958 (in Milano, nel corso del 2010); B) artt. 110, 81 cpv, 600 bis comma 1° c.p. (in Milano, dal febbraio al maggio 2010).

In data 21 dicembre 2010 è stato altresì iscritto l’Onorevole Silvio Berlusconi per i reati: A) 81 cpv, 317, 61 n. 2 c.p. (in Milano, il 27 e 28 maggio 2010); B) 81 cpv, 600 bis comma 2° c.p. (in Arcore, dal febbraio al maggio 2010, parte offesa Karima El Mahroug detta Ruby).

Nel quadro delle indagini in corso, nella giornata di oggi sono state effettuate, da personale della sezione di Polizia Giudiziaria Polizia di Stato presso questa Procura e da personale della Squadra Mobile di Milan, perquisizioni domiciliari nei confronti dell’indagata Nicole Minetti nonché di diverse persone informate sui fatti. E’ stato altresì notificato all’Onorevole Silvio Berlusconi ed ai suoi difensori invito a comparire, ai sensi degli artt. 375 e 453 c.p.p., corredato della dettagliata indicazione delle fonti di prova (nel rispetto dei limiti di utilizzazione di cui alla l. n. 140/2003), per le ipotesi di reato a lui ascritte.

Le indagini, che hanno comportato anche attività tecnicamente complesse,sono state delegate alla Polizia di Stato, che ha operato con encomiabile professionalità.

Milano, 14 gennaio 2011

Il Procuratore della Repubblica

Edmondo Bruti Liberati

 

Qui la richiesta di autorizzazione alla perquisizione (art. 4 della legge n. 140/2003) inviata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano alla Camera dei Deputati il 14 gennaio 2011.

La misura è già colma da un bel pezzo: se ne vada via, si dimetta e vada in Tribunale a difendersi come qualsiasi cittadino.

Stefano Deliperi

Prosegui la lettura…

Corte costituzionale: si ai referendum su legittimo impedimento, acqua pubblica e nucleare. “Sberla” al “legittimo impedimento” permanente e immotivato!

cascata Sette Fratelli

cascata Sette Fratelli

La Corte costituzionale avrebbe dichiarato ammissibili il referendum sulla legge concernente il legittimo impedimento e il referendum contro i provvedimenti legislativi che sanciscono il “ritorno” del nucleare in Italia, promossi dall’I.d.V., nonché due referendum sulle disposizioni che consentono la privatizzazione dell’acqua promossi dal Comitato “Siacquapubblica”.  La parola andrà comunque al popolo italiano…

Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…