Archivio

Post Taggati ‘porto’

La Corte di Cassazione: demolire le villette abusive di Porto Pino!

Lavori stradali senza autorizzazione paesaggistica in Gallura, a Loiri Porto San Paolo.

Uno scarico oleoso e scuro, nel torrente.

Ma a che serve questa strada?

Categorie:Primo piano Tag: , , ,

La tenda sul ginepro.

Porto Sa Ruxi deposito di aliga?

Gli abusi edilizi nel campeggio comunale di Porto Tramatzu vanno demoliti!

Che fine ha fatto la Torre di Porto Budello, a Teulada ?

Alghero, terreno fertile per gli abusi edilizi.

Che succede nel campeggio comunale di Porto Tramatzu, a Teulada ?

8 Giugno 2009 Commenti chiusi

La magistratura pone sotto sequestro uno dei campeggi abusivi di Porto Conte.

Porto Conte, accendere i motori delle ruspe contro gli abusi edilizi!

Pista di motocross al Lazzaretto?

Porto Torres, proprio periferia di Marghera.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico chiedono la demolizione degli abusi di Porto Pino.

Ancora cemento e mattoni sulle rive dello Stagno di Porto Pino !

Una lettera all’on. Paolo Maninchedda.

Porto Pino, è lottizzazione abusiva anche per la Corte d’Appello!

Porto Conte, area protetta..per gli abusi edilizi…

Porto Torres, gemellata con Marghera…

I lavori del parcheggio interrato in Via Roma andranno sottoposti a “verifica preventiva”.

Stop alla diga anti-veleni, è inutile !

Cagliaritani, non avrete disagi dai lavori del parcheggio interrato in Via Roma !

Progetto di parcheggio interrato fra il porto e la Via Roma, una lettera.

Parcheggio interrato sotto il porto e Via Roma, forse serve la procedura di verifica preventiva…

Stop ai lavori di ampliamento del porto di Olbia senza valutazione di impatto ambientale !

Ancora abusivismo edilizio a Porto Conte !

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

Il Tribunale condanna alla demolizione e ripristino ambientale la lottizzazione di Porto Pino !

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

Lottizzazione nello Stagno di Porto Pino, a breve la sentenza.

19 Settembre 2007 Commenti chiusi
Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

Processo per la lottizzazione nello Stagno di Porto Pino. La difesa.

29 Maggio 2007 Commenti chiusi


Nuova udienza del processo per la lottizzazione sull’isolotto di Corrumanciu, nello Stagno di Porto Pino (Sant’Anna Arresi). Buona lettura…

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

da La Nuova Sardegna, 29 maggio 2007

«La concessione edilizia è legittima». Parla la difesa al processo per le trentasei villette di Corrumanciu. Mauro Lissia

CAGLIARI. La concessione per le trentasei villette di Corrumanciu, a Porto Pino, è legittima e la società ?L?Isolotto? aveva tutte le autorizzazioni necessarie per costruire il villaggio: l?ha sostenuto ieri mattina davanti ai giudici del tribunale Gianfranco Trullu, il difensore di Fulvio Pilloni, direttore dei lavori e imputato di violazione delle norme ambientali insieme al titolare dell?impresa ?L?Isolotto?, Francesco Monti. Mentre Massimino Paolo Granella, capo dell?ufficio tecnico comunale di Sant?Anna Arresi, deve rispondere di abuso d?ufficio. L?avvocato Trullu ha ribattuto punto per punto alle tesi dell?accusa, sostenuta dal pubblico ministero Daniele Caria, partendo dalla valutazione della distanza dal mare: i trecento metri che segnano la fascia di inedificabilità assoluta, per il difensore vanno calcolati dalla linea di battigia e non dal margine dello stagno di Corrumanciu, entro cui si trova il villaggio. Peraltro – ha insistito l?avvocato – l?area non fa parte del demanio marittimo e lo stagno non è incluso nelle zone umide previste dalla convenzione di Ramsar. E Corrumanciu non è un?isola, come ha insistito l?accusa, perchè l?acqua dello stagno non comunica liberamente col mare ma solo attraverso canali realizzati artificialmente. Infondata – per il difensore – anche l?accusa legata all?esistenza del parco geominerario, contestata in aula dal pubblico ministero: non è mai stato costituito il comitato scientifico, il solo organo titolato a decidere. Quindi non c?è neppure il vincolo, così come manca il regolamento di attuazione del parco, una carenza che a giudizio del legale rende inefficace qualsiasi divieto.
Il 15 maggio scorso, a conclusione della requisitoria il pubblico ministero Daniele Caria aveva chiesto la condanna del capo ufficio tecnico di Sant?Anna Arresi Paolo Massimino Granella a un anno di reclusione, sei mesi per l?amministratore dell??Isolotto srl? Francesco Monti e per Pilloni. Per l?accusa la costruzione del villaggio è totalmente abusiva. Una richiesta di risarcimento era arrivata anche dalla parte civile, patrocinata dall?avvocato Carmela Fraccalvieri per il Gruppo di intervento giuridico e gli Amici della Terra, le associazioni ecologiste autrici dell?esposto che ha dato origine all?inchiesta.
La discussione andrà avanti il 18 giugno con l?arringa dell?avvocato Guido Manca Bitti. Poi la prima sezione del tribunale – presidente Francesco Sette, a latere Giampaolo Casula e Giovanni Massidda – dovrebbe andare in camera di consiglio per la sentenza.

(foto S.C., archivio GrIG)

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , ,