Archivio

Post Taggati ‘portoscuso’

Recuperare i terreni di Guroneddu al demanio civico di Portoscuso.

bovini sul mare

bovini sul mare

 

 

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico, raccogliendo varie segnalazioni da parte di cittadini portoscusesi, hanno inoltrato (15 aprile 2011) una richiesta di recupero al demanio civico di Portoscuso di circa 500 ettari in località Guroneddu-Capo Altano.     Sono state coinvolte le amministrazioni pubbliche competenti (fra le quali il Comune di Portoscuso, l’Assessorato regionale dell’agricoltura, l’Agenzia A.R.G.E.A. Sardegna), il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, il Commissario per gli usi civici per la Sardegna e la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari e la Procura regionale della Corte dei conti per la Sardegna per gli eventuali aspetti di competenza. 

Il demanio civico di Portoscuso è stato dichiarato con determinazione Direttore del Servizio Affari legali, Controllo enti e Usi civici dell’Assessorato dell’Agricoltura e Riforma Agro-pastorale della Regione autonoma della Sardegna 23 febbraio 2005, n. 210, pubblicato sul suppl. straord. n. 2 al B.U.R.A.S. n. 38 del 19 dicembre 2005 e all’albo pretorio comunale Prosegui la lettura…

Portoscuso, traffico di rifiuti industriali a giudizio.

Video importato

YouTube Video

Oggi 8 febbraio 2011 presso il G.U.P. del Tribunale penale di Cagliari Giovanni Massidda ha riconosciuto la costituzione quale parte civile delle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra (avv. ti Lia Pacifico e Annalisa Zedde) nel procedimento n. 5890/2007 G.I.P. (e R.N.R. 2930/2007) relativo al  traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali. Prosegui la lettura…

I traffici di rifiuti industriali pericolosi di Portovesme a giudizio.

Video importato

YouTube Video
 

 

Martedì 8 febbraio 2011 presso il G.U.P. del Tribunale penale di Cagliari Giovanni Massidda proseguirà, dopo l’apertura dello scorso 10 dicembre 2010  e dopo alcuni rinvii, l’udienza preliminare del procedimento n. 5890/2007 G.I.P. (e R.N.R. 2930/2007) relativo al  traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali.

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno presentato istanza di costituzione quale parte civile.

Il Comitato popolare Carlofortini preoccupati e l’associazione Adiquas di Nuraxi Figus (Gonnesa) promuovono per martedi 8 febbraio 2011 un sit in all’ingresso del Palazzo di Giustizia di Cagliari, con inizio alle ore 9,00.  Prosegui la lettura…

Sardistàn, solita pattumiera.

industrie, Portovesme

industrie, Portovesme


Ancora una volta è stato scoperto un carico radioattivo diretto alla Portovesme s.r.l. Tre autoarticolati hanno viaggiato per mezza Italia lungo strade, porti, traghetti con 70 tonnellate di materiali contaminati (forse Cesio 137).    Non è la prima volta che accade.    Non si può che ribadire la richiesta di controlli ambientali pubblici da parte dell’A.R.P.A.S. ai porti di arrivo dei materiali e a Portovesme.

A meno che non si voglia che la Sardegna – degradata a Sardistàn, oscura isola del Mediterraneo – sia utilizzata come una pattumiera radioattiva.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra Prosegui la lettura…

Recuperare il demanio civico di Portoscuso!

industrie, Portovesme

industrie, Portovesme

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari e il Corpo forestale e di vigilanza ambientale (quale polizia giudiziaria) stanno indagando sull’alienazione illegittima di 540 ettari di terreni appartenenti al demanio civico di Portoscuso (CI), proprio dove – in parte – dovrebbe sorgere la centrale eolica della Portovesme s.r.l. (34 “torri” eoliche, non ancora autorizzate definitivamente, mentre la restante parte è definitivamente autorizzata nella zona industriale di Portovesme). Prosegui la lettura…

Carloforte, informazione ambientale in piazza!

corso d'acqua con "schiuma", Carloforte

corso d'acqua con "schiuma", Carloforte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo volentieri.   Carloforte non è solo l’Isola delle vacanze.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Continua la totale sordità dell’Amministrazione comunale nei confronti del Comitato civico Carlofortini Preoccupati:  le richieste di un incontro sono sempre state rifiutate dal Comune.  Il preoccupante aumento di patologie tumorali, tiroidee e cardiovascolari e l’ inquinamento ambientale isolano sono senza ombra di dubbio il riflesso dell’attività del polo industriale di Portovesme. Prosegui la lettura…

Finalmente in un’aula di giustizia l’inquinamento di Portoscuso.

 

industrie, Portovesme

industrie, Portovesme

Oggi 10 dicembre 2010 presso il G.U.P. del Tribunale penale di Cagliari Giovanni Massidda si è aperta, dopo alcuni rinvii, l’udienza preliminare: del procedimento n. 5890/2007 G.I.P. (e R.N.R. 2930/2007) relativo al  traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali. Prosegui la lettura…

A giudizio il traffico illecito di rifiuti industriali di Portoscuso.

industrie, Portovesme

industrie, Portovesme

Nella zona di Portoscuso e del basso Sulcis c’è un pesante inquinamento di origine industriale: è cosa ben nota da tempo.     Nei mesi scorsi è emerso anche quanto si sospettava da anni: un traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali.   Prosegui la lettura…

E se venisse giù un argine del bacino dei fanghi rossi di Portoscuso?

 

frossipoajka

Emblematica simulazione visiva predisposta dal nostro dinamico gruppo di soci di Carloforte: ecco le proporzioni fra il c.d. bacino dei fanghi rossi presente, sul mare, nel polo industriale di Portovesme, in Comune di Portoscuso (CI) e l’analogo bacino di Ajka, in Ungheria, dove s’è recentemente verificato un disastro ambientale ed economico-sociale di ancora sconosciute proporzioni e conseguenze.

Che cosa accadrebbe se cedesse un argine del bacino dei fanghi rossi di Portoscuso?  Quali le conseguenze sull’ambiente marino e sulle attività economiche del Sulcis?   E’ solo una simulazione visiva, così, per farsi un’idea.          Pensiamoci tutti…

Gruppo d’Intervento Giuridico Prosegui la lettura…

Nuvola rossa vuole lo scalpo del basso Sulcis.

Video importato

YouTube Video

Che nella zona di Portoscuso e del basso Sulcis ci sia un pesante inquinamento di origine industriale è cosa ben nota da tempo, recentemente è emerso anche un traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali. Uno degli elementi più a rischio è certamente il bacino dei c.d. fanghi rossi, già posto sotto sequestro penale nel settembre 2009. Siamo sicuri e ribadiamo con forza che non vi potrà essere vero risanamento ambientale e sociale senza reale giustizia.  E sono in tanti ad avere forti interessi che non vi sia nemmeno uno straccio di giustizia, tanto da spingersi a sabotaggi delle apparecchiature di monitoraggio ambientale.   Ma le immagini, in alcuni casi, parlano chiaro: ecco la nuvola rossa che si leva dal bacino costiero dei fanghi.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

Diritto alla salute, diritto al lavoro, un presidio. Palazzo di Giustizia di Cagliari.

3 Giugno 2010 Commenti chiusi
industrie, Portovesme

industrie, Portovesme

Riceviamo e pubblichiamo molto volentieri.    In sede di udienza preliminare (4 giugno 2010, ore 9.00 e ss., dott. Giovanni Massidda) le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra presenteranno – grazie al prezioso operato dell’ avv. Lia Pacificoistanza di costituzione di parte civile.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

 

Portovesme : il diritto alla salute e il diritto al lavoro vanno di pari passo, presidio a Cagliari.

Il 4 giugno 2010 alle ore 9,00 presso il palazzo di giustizia di Cagliari si terrà l’udienza preliminare contro due responsabili della Portovesme S.r.l., Prosegui la lettura…

La Procura della Repubblica di Cagliari chiede il giudizio per il traffico di rifiuti industriali.

2 Maggio 2010 Commenti chiusi
industrie, Portovesme

industrie, Portovesme

 Che nella zona di Portoscuso e del basso Sulcis ci sia un pesante inquinamento di origine industriale è cosa ben nota da tempo, nei mesi scorsi è emerso anche quanto si sospettava da anni: un traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali.   Valuteremo con attenzione l’eventualità di costituirci parte civile nel relativo procedimento penale.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

da La Nuova Sardegna, 1 maggio 2010

Traffico di rifiuti, le accuse del Pm.  A giugno i dirigenti della Portovesme srl davanti al Gup. Prosegui la lettura…

Miglioriamo il progetto Galsi!

Garzetta

Garzetta

Sabato 19 febbraio 2010, presso la Biblioteca del Comune di Portoscuso, si è parlato ancora del progetto del gasdotto Algeria – Sardegna – Toscana e delle problematiche ad esso collegate, grazie all’incontro pubblico promosso dall’Amministrazione comunale finalizzato alla presentazione della proposta di tracciato alternativo al progetto elaborato dalla società Galsi. In quell’occasione si è, quindi, affrontato l’altro aspetto del gasdotto Galsi, quello meno “verde”, quello che, se non modificato, potrebbe avere pesanti ripercussioni sull’ambiente e sullo sviluppo di una zona della Sardegna già abbastanza sacrificata dal punto di vista economico, Sant’Antioco. Prosegui la lettura…

Il “padrone delle ferriere” guadagna inquinando.

Una battaglia persa.

19 Gennaio 2010 Commenti chiusi

Si mangia e si beve con quel “sapore di non so che”, a Portoscuso.

La nube di fluoro è arrivata a Carloforte?

I “ventoloni” eolici stiano alla larga dai nuraghi!

Portoscuso, periferia di Bhopal, gemellata con Marghera.

I Carabinieri del N.O.E. sequestrano i bacini dei fanghi rossi, a Portoscuso.

Un bel po’ di gas per Portoscuso…

Nubi di fluoro a Portoscuso.

Sì alla “diga” idraulica contro l’inquinamento industriale.

L’inquinamento di Portovesme arriva al mare del Sulcis.

Zampilli di melma rossa a Portoscuso. Tutto secondo copione.

Porto Torres, proprio periferia di Marghera.

800 mila tonnellate di rifiuti tossico-nocivi. A Portoscuso.

Portovesme, inquinamento continuo.

Portovesme, pattumiera europea dei fumi di acciaieria

Porto Torres, gemellata con Marghera…