Archivio

Post Taggati ‘rifiuti’

Inceneritori zero, l’alternativa è possibile.

centrale eolica e termovalorizzatore C.A.C.I.P.

centrale eolica e termovalorizzatore C.A.C.I.P.

 

 

 

Riceviamo e pubblichiamo volentieri.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

Comitato NON BRUCIAMOCI IL FUTURO

http://nonbruciamocimacomer.blogspot.com/

Incontro – Dibattito

INCENERITORI ZERO – L’alternativa è possibile Prosegui la lettura…

Il Comune di Domus de Maria accerta depositi incontrollati di rifiuti e scarichi presso lo Stagno di Chia.

depuratore presso lo Stagno di Chia

depuratore presso lo Stagno di Chia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Comune di Domus de Maria (CA) ha comunicato (nota n. 11650 del 20 dicembre 2010) alle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico i risultati degli accertamenti svolti dalla propria Polizia municipale in seguito alla richiesta di informazioni a carattere ambientale ed adozione eventuali opportuni provvedimenti (18 novembre 2010) inoltrata dalle Associazioni ecologiste riguardo depositi incontrollati di rifiuti di vario genere e natura e scarichi provenienti dall’impianto di depurazione presumibilmente di pertinenza dell’Hotel Chia Laguna che si riversano, attraverso un piccolo corso d’acqua, nello Stagno di Chia. Prosegui la lettura…

Degrado rifiuti, incendi presso il campo nomadi di Cagliari. Il rischio intolleranza è vicino.

rifiuti incendiati, presso campo nomadi, S.S. n. 554, Cagliari

rifiuti incendiati, presso campo nomadi, S.S. n. 554, Cagliari

Il Comune di Cagliari – Servizio igiene del suolo ha comunicato (nota n. 247720 del 17 novembre 2010) che la Regione autonoma della Sardegna “ha concesso un finanziamento … destinato alla ristrutturazione e messa in sicurezza del campo sosta, mentre “in attesa dell’avvio dei lavori previsti dall’Ordinanza Sindacale n. 12/2010 del 08-02-2010, l’Ufficio scrivente, avendo già effettuato tre interventi negli ultimi due anni, effettuerà periodicamente la raccolta dei rifiuti che possono essere causa di incendio e di criticità igienico-sanitarie (materassi, televisori, ecc.) al fine di garantire il rispetto delle minime condizioni di transito nell’area.

Sembra di essere in qualche situazione di crisi internazionale o di emergenza catastrofi, invece si tratta dell’ordinaria, quotidiana, situazione che vivono migliaia di cagliaritani e di pendolari, residenti e lavoratori, nonché – in prima battuta – gli occupanti il campo nomadi di Cagliari, in Via Ticca, presso la S. S. n. 554. Prosegui la lettura…

Vagoni e veicoli abbandonati nella Stazione ferroviaria di Tempio Pausania.

materiale rotabile in disuso, Stazione ferroviaria Tempio Pausania

materiale rotabile in disuso, Stazione ferroviaria Tempio Pausania

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico hanno inoltrato una richiesta di informazioni a carattere ambientale ed adozione eventuali opportuni provvedimenti (19 novembre 2010) all’A.R.P.A.S., al Comune di Tempio Pausania, all’Assessorato provinciale alla tutela dell’ambiente, ai Carabinieri del N.O.E. e al Corpo forestale e di vigilanza ambientale riguardo la segnalazione pervenuta da parte di diversi preoccupati cittadini in merito alla presenza di svariato materiale rotabile (vagoni) e veicoli in disuso all’interno della Stazione Ferroviaria di Tempio Pausania.  Nella medesima area nella stessa area è stata documentata anche la presenza di rifiuti di vario genere e natura. Prosegui la lettura…

Un depuratore così così e cumuli di rifiuti presso lo Stagno di Chia.

Stagno di Chia

Stagno di Chia

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico hanno inoltrato una richiesta di informazioni a carattere ambientale ed adozione eventuali opportuni provvedimenti (18 novembre 2010) all’A.R.P.A.S., al Comune di Domus de Maria, all’Assessorato provinciale alla tutela dell’ambiente, ai Carabinieri del N.O.E. e al Corpo forestale e di vigilanza ambientale riguardo la segnalazione pervenuta da parte di diversi preoccupati cittadini in merito agli scarichi provenienti dall’impianto di depurazione presumibilmente di pertinenza dell’Hotel Chia Laguna che si riversano, attraverso un piccolo corso d’acqua, nello Stagno di Chia.  Nella medesima area nella stessa area è stata documentata anche la presenza di rifiuti di vario genere e natura. Prosegui la lettura…

Berlusconi, 18 luglio 2008: “l’emergenza rifiuti in Campania è finita”. Infatti…

Video importato

YouTube Video

“Qualcuno parlava di una missione impossibile da compiere e invece ci siamo riusciti, l’emergenza rifiuti è finita”, così affermava il 18 luglio 2008 il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a Napoli.  Era un bluff, nemmeno tanto simpatico, vista la marea di soldi pubblici sprecati. E le decisioni impopolari.  Ed ecco che cosa succede nel parco nazionale del Vesuvio.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 A.N.S.A., 21 ottobre 2010

Rifiuti: ancora tensione nel Napoletano.

La notte scorsa violenti scontri con la polizia. Raid a Boscoreale, distrutte vetrine negozi. Prosegui la lettura…

Rischio rifiuti, incendi e intolleranza presso il campo nomadi di Cagliari.

16 Ottobre 2010 Commenti chiusi

cumuli di rifiuti, campo nomadi, S.S. n. 554, Cagliari

cumuli di rifiuti, campo nomadi, S.S. n. 554, Cagliari

anche su Il Manifesto Sardo (“Nomadi di Cagliari”), n. 84, 16 ottobre 2010.

“All’allarme ambientale, per il cocktail di diossina respirata e di discariche incontrollate, (sulla quale però hanno una responsabilità anche i tanti cagliaritani che ne approfittano per gettare in tutta l’area rifiuti di ogni genere), si può aggiungere un grave problema di convivenza civile da non sottovalutare. Con il clima di razzismo – sapientemente alimentato da chi ne vuole trarre un tornaconto elettorale – che monta in Italia e Sardegna c’è il rischio che queste vicende portino anche da noi a veri e propri tentativi di pogrom verso la comunità nomade. A volte mi viene da pensare che il comune non intervenga proprio per arrivare all’esasperazione dei residenti e avere poi una scusa per gli sgomberi indiscriminati, dunque per liberarsi del problema”. Prosegui la lettura…

Ex Ospedale Marino, sempre un rudere pericoloso al Poetto.

l'ex Ospedale Marino

l'ex Ospedale Marino

Ancora una puntata dell’infinita storia dell’ex Ospedale Marino, ormai un rudere pericoloso e una discarica sulla spiaggia del Poetto. Un vero biglietto da visita per il turismo della pretesa capitale del Mediterraneo.

Gruppo d’Intervento Giuridico

da La Nuova Sardegna, 25 settembre 2010

L’ex Marino? Intervenga la Regione. In un’interpellanza i consiglieri Pd chiedono la valorizzazione dell’opera. Nel 2007 venne aggiudicato l’appalto per un centro benessere, poi tutto si è arenato. Roberto Paracchini Prosegui la lettura…

Ripulire e valorizzare la nostra storia, a Cagliari!

 

tombe romane, Colle di Bonaria, Cagliari

tombe romane, Colle di Bonaria, Cagliari

Erano bastati una paletta, un paio di guanti, un rastrello, una scaletta, una busta in plastica e tanta, tanta, tanta buona volontà per ripulire nel gennaio 2009, in poco meno di un’ora, la preziosa nicchia archeologica situata a due passi dalla Basilica di N.S. di Bonaria.

Si tratta di tombe romane ad arcosolio scavate nella roccia, resti della necropoli che occupava buona parte del Colle di Bonaria. Dalla tipologia di rifiuti ritrovati, bisogna ammettere che le persone hanno un livello di maleducazione abbastanza variegato: si va dagli imballaggi utilizzati per contenere bottiglie di vino, ai fiocchi bianchi delle grandi parate, passando per i giocattoli, le siringhe, le immancabili bottiglie e bottigliette d’acqua, il bastone di una scopa, posate di plastica, bicchieri di plastica, cocci di vetro, àliga, niente di più, niente di meno. Il tutto, con ben due cestini per la raccolta dei rifiuti ed un cassonetto a pochi metri di distanza. La maleducazione e la pigrizia mentale battono qualsiasi forma di civiltà.
Dopo un anno e mezzo la situazione è addirittura peggiorata: i rifiuti sono aumentati, erbacce e plastica la fanno da padrone. Prosegui la lettura…

Cagliari, Medio Campidano, Ogliastra, province e “aliga”.

discarica abusiva

discarica abusiva

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

227 discariche abusive, 16 sequestri preventivi, 61 denunciati sono il risultato di un’attività di controllo contro le discariche abusive nelle Province di Cagliari e del Medio Campidano condotta nei primi 6 mesi del 2010 dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale – Ispettorato Ripartimentale di Cagliari. Non meno importante l’attività condotta nel corso del 2009 e dei primi mesi del 2010 in materia contrasto della gestione illecita dei rifiuti dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale – Ispettorato Ripartimentale di Lanusei.

Non c’è che dire, una situazione sempre più preoccupante. Prosegui la lettura…

Come ti “massacro” una spiaggia unica al mondo, il Poetto.

Non bastava il fallimentare ripascimento, non bastavano i ristoranti abusivi al posto della pineta litoranea, non bastava il rudere pericolante dell’ex Ospedale Marino e l’annesso abbandono incontrollato dei rifiuti. Rifatta la recinzione, è già stata divelta in più punti.  Almeno le auto non vengono più parcheggiate fin sulla sabbia.

recinzione divelta dell'ex Ospedale Marino

recinzione divelta dell'ex Ospedale Marino

Disperatamente, con una stolida determinazione ed energie degne di miglior causa, il Comune di Cagliari cerca la soluzione finale della spiaggia del Poetto.     Ruspe, tensostrutture, ponteggi del Mondo Ichnusa festival (e la settimana scorsa della tappa del campionato italiano di Beach volley) con l’amabile contorno di bottiglie di birra (rotte o meno), bicchieri di plastica, ragazzotti ubriachi e relative emissioni organiche in pieno giorno.  “Un mondo di valori, idee, iniziative e progetti legati alla nostra magnifica isola” viene definito dai nostri rappresentanti comunali.   Birra e birroncini, cocci di vetro, bicchieri di plastica, vomiti sono i visibili risultati concreti.

Prosegui la lettura…

L’ex Ospedale Marino, un rudere pericoloso e una discarica abusiva sulla spiaggia del Poetto.

 

 

 

l'ex Ospedale Marino

l'ex Ospedale Marino

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico hanno inoltrato (21 giugno 2010) per l’ennesima volta alle amministrazioni pubbliche competenti (Assessorato regionale degli enti locali, finanze, urbanistica, Comune di Cagliari, Azienda USL n. 8), a polizia giudiziaria (Carabinieri del N.O.E., Capitaneria di Porto di Cagliari) e magistratura competenti, la richiesta di bonifica ambientale dell’area e di messa in sicurezza del rudere pericoloso dell’ex Ospedale Marino. Prosegui la lettura…

Rifiuti bruciati presso il campo nomadi, a Cagliari.

fumi presso il campo nomadi, Cagliari

fumi presso il campo nomadi, Cagliari

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra, in seguito a numerose segnalazioni di cittadini e lavoratori preoccupati, hanno inoltrato una richiesta di informazioni a carattere ambientale e di adozione degli opportuni provvedimenti (3 aprile 2010) al Sindaco di Cagliari, al Corpo forestale e di vigilanza ambientale, al N.O.E. dei Carabinieri (informandone, nel contempo, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari), relativamente alla presenza di cumuli di rifiuti abbandonati e periodicamente bruciati lungo la strada statale n. 554 (nei pressi del campo nomadi) dai quali si diffonde una nube densa e acre, Prosegui la lettura…

Autorizzato l’ennesimo ampliamento della discarica di Serdiana.

discarica Ecoserdiana

discarica Ecoserdiana

Con deliberazione n. 12/23 del 25 marzo 2010 la Giunta regionale dopo quasi 5 anni ha concluso positivamente, con alcune prescrizioni vincolanti, il procedimento di valutazione di impatto ambientale – V.I.A. relativo all’ampliamento da parte della Ecoserdiana s.p.a. per ulteriori 300 mila mc. della discarica controllata per rifiuti non pericolosi e impianto di biogas di Su Siccesu, in Comune di Serdiana (CA).   In origine la richiesta era per 360 mila mc. di rifiuti, poi ridotti in sede di procedura di V.I.A. alla quale parteciparono anche le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico.   Prosegui la lettura…

Il “padrone delle ferriere” guadagna inquinando.

Pneumatici in piazza, a Nuoro.

 

Riceviamo dall’associazione Periplo Immaginario, ideatrice di un’installazione-simbolo allestita nei Giardini di Piazza Vittorio a Nuoro, e pubblichiamo volentieri, qualche riflessione sulla distruttiva abitudine di alcuni cittadini di abbandonare i propri rifiuti in discariche abusive, senza alcun rispetto né per gli altri né per sé stessi.

Prosegui la lettura…

Se questa è una riserva naturale…

25 Novembre 2009 Commenti chiusi

Scoperto traffico di rifiuti illeciti, nel Sassarese.

19 Novembre 2009 Commenti chiusi

Cosa resta di un’estate cafona: rifiuti a Scivu.

Categorie:Primo piano Tag: , ,

La tenda sul ginepro.

Putrido “turismo” a Capo Pecora.

Porto Sa Ruxi deposito di aliga?

Eternit e rifiuti sul Viale Colombo, a Quartu S. Elena.

I residenti contestano il degrado di Piana Nord, a Carloforte.

PORCA ZOZZA !

 

Rifiuti… Montagne di rifiuti! D’altra parte, si sa: il tasso di benessere di un paese si desume dal tasso di rifiuti che produce. Sarà poi vero sino in fondo? Se il tasso di benessere di un Paese si desume dall’immondizia prodotta dai suoi abitanti, a Napoli devono stare proprio bene… Sono nel benessere fino al collo!

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

Carloforte è una favela?

Isola di San Pietro, macerie nelle strade di campagna.

Nell’inceneritore può finirci dentro di tutto…

L’Italia avvelenata (e gli italiani pure).

15 Febbraio 2009 Commenti chiusi

Approvato definitivamente il piano regionale di gestione dei rifiuti urbani.